fbpx
Videogiochi

Elden Ring: tutte le differenze tra la versione PS4 e PS5

Durante il fine settimana sono stati molti i giocatori che hanno potuto provare con mano Elden Ring, durante il closed network test reso disponibile da Bandai Namco per svariate fasce orarie. Il nuovo open world firmato FromSoftware si presenta come un titolo davvero interessante, in grado di fondere efficacemente molte delle meccaniche viste nei vari giochi sviluppati da Idetaka Miyazaki. Noi di Tech Princess abbiamo avuto modo di provare Elden Ring sia su PS4 che su PS5 e siamo pronti per sviscerarne le differenze a livello di prestazioni.

Elden Ring: quali sono le differenze tra PS4 e PS5?

Senza troppe sorprese, la principale differenza tra PlayStation 4 e PlayStation 5 che abbiamo potuto riscontrare in questo network test riguarda risoluzione e framerate. Su PS4 il gioco gira con una risoluzione di 1080p con un framerate di 30 fps. Lievemente più performante la situazione su PS4 Pro, che raggiunge i 1800p e ha un piccolo vantaggio in termini di fluidità, dato che riesce a raggiungere i 35fps, anche se non sempre stabili.

Su PlayStation 5 il gioco dà il meglio di sé, con la presenza di due opzioni grafiche per migliorare la risoluzione, per una qualità migliore dell’immagine, oppure il framerate. La modalità qualità arriva ad una risoluzione 4K, con un fremerate che varia tra i 40 e i 45 FPS, un compromesso niente male, se consideriamo che il mondo di gioco sarà definito come non mai.

La modalità performance invece abbassa al risoluzione ad una qualità variabile tra i 2160p (comunque 4K) e i 1620p, mentre il framerate raggiunge i 60 fps, sebbene anche in questo caso non riescono ad essere sempre stabili, soprattutto nelle situazioni in cui troviamo un grande numero di nemici a schermo oppure quantità particolarmente dense di particellari.

Nonostante si tratti di un progetto cross gen, sviluppato per la massima parte pensando alle console old gen, è innegabile che l’impatto estetico su PlayStation 5 sia nettamente migliore, e non solo per via della risoluzione e del framerate, come potete vedere chiaramente dai video di ElAnalistaDeBits.

L’impatto estetico

Le differenze tra una versione e l’altra si notano anche in molti altri fattori, che sebbene non incidano sull’esperienza di gioco generale, sono comunque molto importanti da valutare prima di optare per l’una o l’altra. In prima battuta ci sono da segnalare i caricamenti, che su PlayStation 4 possono essere fastidiosamente lenti, anche se non a livello di altre opere FromSoftware come Bloodborne.

Su PlayStation 5, al contrario sono estremamente rapidi, e consentono di ritornare in azione pochi secondi dopo l’inizio del caricamento. Una caratteristica particolarmente utile, soprattutto se consideriamo quanto è facile morire nel gioco, soprattutto nelle prima fasi, quando ancora abbiamo poche opzioni al nostro arsenale.

Elden Ring differenze PS4 PS5

Altro punto a favore della versione next gen di Elden Ring è l’impatto estetico, dato che su PlayStation 5 il titolo può vantare una densità della vegetazione di gran lunga superiore, senza contare tanti effetti visivi che su console old gen non potrebbero essere presenti per via di molte limitazioni tecniche.

Nella versione PlayStation 4 va segnalata anche una discreta tendenza del gioco ad effettuare pop up piuttosto violenti delle texture, elemento non solo fastidioso, ma che rende anche l’immergersi nell’Interregno un processo molto più difficile.

Insomma, per concludere il nostro invito è quello di giocare Elden Ring su console next gen, se ne avete la possibilità, perché anche se su old gen il titolo rimane godibile, risulta comunque castrato di alcuni elementi che possono essere davvero incisivisi per quanto concerne la vostra esperienza generale.

Offerta
Razer Nari Ultimate - Cuffie da gioco wireless con...
  • Tecnologia di connettività: Cablato

Francesco Castiglioni

Incallito videogiocatore, appassionato soprattutto di Souls e Monster Hunter, nonché divoratore di anime e manga. Scrivere di videogiochi è la mia vocazione e la porto avanti sia qui su Tech Princess che sul mio canale YouTube.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button