fbpx
FeaturedNewsTech

L’Enea studia le superbatterie hi-tech

La Commissione europea ha dato il via all'European Battery Innovation, per la ricerca e lo sviluppo di batterie ad alta efficienza

L’Unione Europea ha dato il via libera a un progetto del valore di 2,9 miliardi di euro, un progetto di ricerca, innovazione e sviluppo di batterie ad alta efficienza. Un altro traguardo per la European Battery Alliance – costituita nel 2017 per sviluppare una propria catena di produzione tra imprese, ricerca, investitori istituzionali – che ha condotto a un progetto denominato European Battery Innovation che vede Austria, Belgio, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Italia, Polonia, Slovacchia, Spagna e Svezia partecipare a una catena innovativa che porterà l’Europa a produrre sistemi di batterie di nuova generazione e a riciclare batterie con metodi innovativi.

L’Advanced Battery Laboratory, per la ricerca e lo sviluppo di batterie ad alta efficienza, verrà realizzato dall’ENEA (l’agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo sostenibile) nel Centro della Casaccia, con un investimento di circa 27 milioni di euro, un’iniziativa che consentirà al nostro Paese di inserirsi nel secondo ‘’Importante progetto di comune interesse europeo’ (IPCEI). L’Italia, avendo ottenuto quasi un miliardo sul totale dei 2,9 miliardi della Commissione europea, destinerà parte di questo finanziamento all’istituto di ricerca Enea, finalizzato a un progetto con Enel X sugli aspetti legati alla sicurezza e al riuso delle batterie e la realizzazione dell’Advanced Battery Laboratory.

L’Enea studia le superbatterie hi-tech

Enea

I ricercatori dell’ENEA, impegnati nello sviluppo di materiali elettrochimicamente attivi e nella realizzazione di una linea pilota – entro il 2026 – in grado di produrre celle per batterie al litio, dovranno colmare il divario esistente tra la scala di laboratorio e quella industriale e soprattutto dovranno ridurre l’elevata dipendenza dai paesi asiatici che controllano quasi tutto il mercato e il monopolio delle batterie elettriche. I ricercatori, inoltre, dovranno formare nuove figure professionali che possano rispondere alle esigenze dell’industria del settore.

A fine 2020 è nata l’Italian Battery Alliance, piattaforma nazionale per batterie avanzate promossa dal Ministero dello Sviluppo economico, come si legge sul sito ufficiale del Mise, nell’ambito delle strategie per la transizione energetica, la decarbonizzazione del trasporto, lo sfruttamento efficiente delle fonti rinnovabili e il rafforzamento della competitività industriale. L’Italian Battery Alliance sarà coordinata dell’ENEA, una piattaforma aperta alla partecipazione di imprese, associazioni, centri di ricerca, università, agenzie di finanziamento di ricerca e innovazione nata per favorire collaborazioni fra Ricerca e Industria e partecipazione alle iniziative europee e alle opportunità di finanziamento.

L’European Battery Innovation, per la ricerca e lo sviluppo di batterie ad alta efficienza

Avere batterie più sostenibili durante tutto il loro ciclo di vita è la chiave per raggiungere i tanto auspicabili obiettivi climatici, considerando che la produzione di batterie al litio, indispensabili per moltissimi prodotti tecnologici, è realizzata per la maggior parte in Cina. Il progetto nasce per sostenere lo sviluppo di tecnologie altamente innovative e sostenibili per batterie agli ioni di litio che durano più a lungo, batterie hi-tech che hanno tempi di ricarica più brevi, sono più sicure e più rispettose dell’ambiente di quelle attualmente disponibili. L’innovazione mirerà inoltre a migliorare la sostenibilità ambientale in tutti i segmenti della realizzazione delle batterie, a ridurre l’impatto di CO2 e i rifiuti generati lungo i diversi processi di produzione, nonché a sviluppare la produzione di energia da fonti rinnovabili non programmabili, e a promuovere smantellamento e riciclaggio rispettosi dell’ambiente.

Da non perdere questa settimana su Techprincess

🎮Il video del monaco buddista che gioca a Super Mario (e prega per ogni nemico ucciso)
 
💍A cosa serve un anello smart? | La prova di RingConn Smart Ring
 
💬noplace è l’applicazione più scaricata su App Store: scopriamo di cosa si tratta
 
Chi ha detto che il fotovoltaico deve essere complicato?
 
🎧 Ma lo sai che anche Fjona ha la sua newsletter?! Iscriviti a SuggeriPODCAST!
 
📺 Trovi Fjona anche su RAI Play con Touch - Impronta digitale!
 
💌 Risolviamo i tuoi problemi di cuore con B1NARY
 
🎧 Ascolta il nostro imperdibile podcast Le vie del Tech
 
💸E trovi un po' di offerte interessanti su Telegram!

Autore

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button