fbpx
CulturaNews

Epson collabora con MIP e RE Mago: creata la prima Smart Classroom

Che cosa offre la Smart Classroom?

Il MIP, la scuola di management del Politecnico di Milano, ha finalmente completato il processo di digitalizzazione totale delle proprie aule didattiche e recentemente ha inaugurato la prima Smart Classroom, in collaborazione con RE Mago ed Epson.

La nuova aula utilizza la più innovativa soluzione tecnologica di Epson e RE Mago: insieme hanno creato un software che permette di condividere, annotare e presentare contenuti digitali (tra cui testi, immagini, video e molto altro) in tempo reale da qualsiasi dispositivo PC o Mobile presente in aula o collegato da remoto.

LEGGI ANCHE: Epson presenta i nuovi videoproiettori 4K PRO-UHD per l’Home Cinema

E’ possibile svolgere queste attività in maniera semplice grazie all’interfaccia utente del software, studiato e messo a punto in modo da poter essere utilizzato anche dalle persone che hanno più difficoltà con le tecnologia.

Inoltre grazie alla presenza di otto videoproiettori interattivi laser Epson EB-710Ui, trasformano totalmente l’aspetto delle aule, permettendo a docenti ed allievi di scrivere, condividere, annotare e modificare i documenti, registrando ogni passo dell’attività svolta e salvando il tutto al termine: in questo modo avranno una copia digitale completa e totalmente usufruibile.

Come funziona la nuova Smart Classroom?

Epson MIP Smart Classroom Tech Princess

Ciascuno dei due videoproiettori Epson presenti sui lati della Smart Classroom può essere utilizzato per proiettare contenuti diversi o per formare un’unica grande area di lavoro.

La superficie proiettata è completamente interattiva e questo permette a tutti di intervenire utilizzando le penne fornite con i videoproiettori oppure utilizzando le dita (funzione Finger Touch).

Sarà quindi possibile utilizzare l’area per fare brainstorming, disegnare, condividere file di qualsiasi tipo e navigare sul web. Inoltre sono presenti numerose funzioni speciali: prima tra tutte il “Lazo Tool” del software Re Mago è possibile riconoscere e suggerire immagini vettoriali il più vicine possibile al disegno originale effettuato a mano libera dall’utente.

Sarà possibile trovare anche il riconoscimento della scrittura (OCR) e sarà possibile ricercare immagini, video, siti online con il comando vocale.

Infine durante le lezioni o al termine, gli alunni non avranno bisogno di fotografare l’area di lavoro o di prendere appunti perché il riepilogo completo di quanto fatto (compresi tutti gli schizzi, le note, i file) può essere salvato, memorizzato e condiviso attraverso diversi canali.

Tags

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker