fbpx
AutoElettricoMotoriNews

Il futuro di SEAT: ritorno agli utili ed elettrificazione, con SEAT plug-in e CUPRA elettrica

Il futuro di SEAT e di Cupra: il 2021 tra riprese degli utili e Cupra Born

Durante la conferenza stampa annuale di SEAT, il CEO della Casa spagnola Wayne Griffiths ha mostrato i piani per il futuro di SEAT, di CUPRA e dell’intera industria automobilistica spagnola. Il mini-gruppo di Martorell punterà a ritornare ad ottenere degli utili dopo il difficile 2020 e a ricominciare a crescere. I due marchi della Casa poi punteranno sull’elettrificazione, ma con obiettivi diversi: SEAT punterà sulle ibride plug-in, CUPRA invece darà il la all’elettrificazione della Spagna. Scopriamo tutto quello che riserva il futuro per SEAT e CUPRA.

Il 2020 di SEAT: difficile ma con ottime soddisfazioni

Il 2020 di SEAT è stato un anno molto difficile, come per tutte le Case automobilistiche mondiali. Come ben riassunto da Griffiths, “l’unica cosa che ha fermato la nostra crescita è stato il Covid”. Negli ultimi anni infatti SEAT si era fatta notare come la Casa automobilistica con la più veloce crescita dell’intero panorama europeo, con numeri davvero eccellenti.

Il 2020 invece si è chiuso per SEAT con un -26%. Una caduta che non ha fermato la voglia di SEAT di continuare a crescere. L’obiettivo primario di SEAT per il 2021 è recuperare il terreno guadagnato con grande fatica negli ultimi anni. Di certo, secondo SEAT e non solo, una volta calmatasi la tempesta dentro alla quale tuttora siamo le vendite dovrebbero tornare almeno ai livelli pre-pandemia.

Futuro SEAT 2020 difficile

Per continuare a crescere, SEAT ha messo in campo un ingente investimento di 5 miliardi di euro, per dare liquidità all’azienda, continuare i programmi già messi in piedi e proseguire il suo processo di crescita. SEAT infatti ha guadagnato terreno in tutti i mercati in cui è presente, e prepara l’entrata a gamba tesa nel mercato elettrificato con modelli ibridi plug-in con SEAT ed elettrici con CUPRA.

Il 2020 però ha regalato anche diverse soddisfazioni. Sono nate Casa SEAT e SEAT Code nel centro di Barcellona e il CUPRA Garage, realtà di cui vi avevamo parlato qualche tempo fa su techprincess. Ha visto la luce anche il debutto di SEAT Mò, la società di mobilità urbana che ha lanciato lo scooter elettrico 125 e il servizio di scootersharing a Barcellona. Infine, va notato l’exploit di CUPRA, sempre più forte e indipendente.

La Casa sportiva spagnola, nata nel 2018, nei 3 anni di vita ha venduto 70.000 auto, andando a superare tutte le più rosee aspettative di SEAT, risultando una delle pochissime Case europee a crescere, con il 12% in più di vendite.

Infine, SEAT ha aiutato il suo Paese, la Spagna, nei mesi più duri della pandemia, riconvertendo la linea di produzione di Leòn per produrre 600 macchinari respiratori da inviare agli ospedali iberici, e evitando di effettuare licenziamenti durante l’anno.

Il futuro di SEAT: Ibiza e Arona restyling, con l’impegno nell’ibrido plug-in

Vediamo allora il futuro a breve e medio-termine di SEAT, la Casa madre di questo mini-gruppo SEAT S.A. di Martorell, vicino a Barcellona. La Casa spagnola ha passato diversi anni di grande risalto, con prodotti sempre più curati, apprezzati e gettonati, anche e soprattutto in Italia, con una quota di mercato in netta crescita. Il futuro di SEAT è molto interessante, poichè al contrario di tutti gli altri marchi del Gruppo Volkswagen non punta a proporre auto elettriche nell’immediato futuro.

Futuro SEAT ibride

Il core di SEAT infatti sarà sul mercato ibrido plug-in, con una forte connotazione dinamica e senza abbandonare le motorizzazioni termiche che hanno fatto negli ultimi anni le fortune della Casa di Martorell. Per ora niente corsa all’elettrico: il ruolo di pioniere della mobilità elettrica by SEAT sarà demandato a CUPRA, che ha già in gamma anche modelli plug-in. Sia SEAT che CUPRA già oggi offrono ben 6 varianti plug-in dei propri modelli, da Leòn a Tarraco.

Inoltre, in Casa SEAT vedremo presto i restyling di due modelli cruciali per il brand, Ibiza e Arona. Questi due modelli, insieme a Leòn, sono proprio quelli che attirano più il cliente tipo SEAT, ovvero i giovani. I clienti SEAT infatti hanno circa 10 anni in meno rispetto alla media delle altre Case. Per questo la Casa spagnola punta da sempre su modelli non troppo costosi, appetibili per tutti quei giovani di tendenza che vogliono divertimento alla guida, un’estetica frizzante e un’ottimo rapporto qualità-prezzo.

Il futuro di CUPRA: sempre più forte tra la sportiva Formentor e la prima elettrica Born

La domanda che si fanno tutti a questo punto è semplice: SEAT e CUPRA non si vanno a sovrapporre? Secondo il CEO di SEAT Wayne Griffiths, questo problema è pressochè inesistente.SEAT e CUPRA sono due brand molto definiti, molto diversi l’uno dall’altro, in qualche modo perfettamente complementari. CUPRA è un marchio sfidante e non convenzionale. Offre modelli personali con prestazioni di rilievo, veicoli che i clienti possano amare, e che non per forza debbano piacere a tutti. I clienti di CUPRA cercano un esperienza quasi premium e anticonvenzionale, che faccia sentire speciali e metta il piacere di guida al primo posto.”

CUPRA è stato in grado di crescere tantissimo grazie ad Ateca, Leòn e a Formentor, il primo modello 100% CUPRA della gamma. Formentor è stato in grado di spingere le vendite di CUPRA fino a livelli superiori alle aspettative nonostante il lancio sia avvenuto nel funesto 2020. Il 2021 sarà quindi il momento di spiccare il volo per CUPRA, che nel 2021 debutterà in nuovi mercati oltreoceano come Colombia, Cile, Perù e soprattutto Australia. CUPRA inoltre si farà carico di un altro ruolo importante nel mondo SEAT, ovvero di portare al debutto il primo modello 100% elettrico.

Futuro SEAT cupra born

Parliamo infatti di CUPRA Born, la prima auto totalmente elettrica spagnola basata sulla piattaforma MEB di Volkswagen, la stessa di Volkswagen ID.3 e Skoda Enyaq. Born offre un’estetica che rimanda alle due sorelle ma è personale e sportiva, con gli accenni bronzo tipici del marchio, e al centro del proprio sviluppo ha avuto come fulcro il piacere di guida. Born sarà infatti la prima CUPRA elettrica, e non dimenticherà il divertimento di guida delle sorelle termiche, ma bensì lo porterà ad un nuovo livello.

E non si finirà qui. Oltre alle eventuali CUPRA Ibiza e Arona, di cui non si hanno notizie certe, il futuro di CUPRA porta il nome di Tavascan. Il concept del SUV coupè 100% elettrico presentato al Salone di Francoforte del 2019 sarà infatti presto realtà, con il modello di serie pronto entro il 2024.

Cosa riserva il futuro di SEAT? Il piano F3 per l’elettrificazione della Spagna

Abbiamo quindi visto il futuro di SEAT e CUPRA a breve e medio termine, ma si è parlato anche dei piani a lungo termine della Casa spagnola. Al centro di tutte le prossime operazioni ci sarà un piano molto ambizioso, chiamato F3: Future Fast Forward. Questo piano ha in mente di trasformare la Spagna da fanalino di coda nella corsa all’elettrificazione in un vero e proprio Hub europeo per la transizione elettrica. Si parla quindi di investimenti ingenti per la creazione di 20.000 punti di ricarica entro la fine del 2021, ma non solo. SEAT insieme al Governo spagnolo punta ad inserire incentivi e bonus per spingere la vendita di vetture elettriche, ma anche alla costruzione di un centro europeo per la produzione di batterie al litio.

Futuro SEAT auto elettrica 2025

Nel futuro di SEAT e CUPRA c’è poi la produzione di oltre 500.000 veicoli elettrici all’anno entro il 2025 nella fabbrica di Martorell. Vetture che non saranno solo a marchio SEAT e CUPRA, ma Martorell diventerà l’hub europeo di Volkswagen per la produzione di piccole elettriche compatte. Questo piano è stato ufficializzato da Griffiths, ma era già stato anticipato un paio di settimane fa dal CEO del Gruppo Volkswagen, Herbert Diess, e dal Re di Spagna Felipe VI.

Una piccola SEAT elettrica in futuro?

Ed è infatti questo l’altra grande novità di giornata. SEAT infatti produrrà, non è ancora noto con quale brand, una elettrica compatta ed economica. Qui potete vedere una bozza delle sue linee, ma di lei non sappiamo ancora molto. Sappiamo che sarà prodotta in Soagna, che arriverà entro il 2025 e che costerà meno di 20-25 mila euro. Il core business di SEAT è l’auto divertente, bella ma dall’ottimo rapporto qualità prezzo, e con la transizione all’elettrico questo non cambierà. Vedremo quindi una rivale di Dacia Spring, erede di VW e-Up! e di SEAT Mii electric?

Attendiamo quindi con grande curiosità di vedere i restyling di SEAT Ibiza e Arona, nonchè di vedere cosa ha in serbo il futuro per SEAT e CUPRA, cercando di proseguire una storia di successo che sembra quasi inarrestabile. E voi? Cosa ne pensate? Vi piace questo nuovo piano per il futuro di SEAT e CUPRA? Fatecelo sapere nei commenti e sui nostri canali social!

Seat 6H1087011IAA Cupra - Portachiavi originale con logo,...
  • Portachiavi originale Seat Cupra
  • Accessorio originale Seat.
  • Ciondolo di alta qualità con logo Cupra in metallo.
SEAT 6H1084200BIAA Sputnik-Shirts-Maglietta con Logo Cupra,...
  • Seat - Maglietta con logo Cupra 3D
  • Accessorio originale Seat al 100%
  • Materiale: cotone con lavaggio in silicone

Qui le ultime notizie sul mondo SEAT e CUPRA!

Lo sapevi? È nato il canale di Telegram di techprincess con le migliori offerte della giornata. Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button