fbpx
All'apertoNews

Aumenta la micromobilità in città, ma non cala lo smog

Le mascherine di Narvalo sono perfette per proteggersi dallo smog

Narvalo, in occasione della Giornata Mondiale della Bicicletta che si festeggia il 3 giugno, ha deciso di fare il punto sulle abitudini degli italiani per quanto riguarda i mezzi di trasporto e l’aumento delle bici in città.

Giornata Mondiale della Bicicletta: aumentano le bici in città ma non cala lo smog

Narvalo è uno spin off del Politecnico di Milano, incubata in PoliHub e partecipante istituzionale di Fondazione Politecnico di Milano. La startup, creatrice anche della mascherina “Narvalo Mask”, porta avanti a 360 gradi un progetto di sensibilizzazione sul problema dell’inquinamento e sulla nuova mobilità urbana. L’obiettivo è quello di generare una nuova cultura intorno alla protezione delle vie respiratorie e stimolare azioni più efficaci e proattive per un futuro migliore.

narvalo active shield

“Nel 2020 è emerso un interessante miglioramento del tasso di mobilità sostenibile, trainato non solo dal Bonus Mobilità ma anche e soprattutto dalla consapevolezza della biciclettacome mezzo sicuro e alternativo sia ai mezzi pubblici, per evitare assembramenti, che all’uso privato dell’auto, per limitare il traffico e le emissioni di CO2. Allo stesso tempo, consente di fare movimento e rimanere in salute”, commentano Venanzio Arquilla e Ewoud Westerduin, fondatori di Narvalo.

I dati sugli spostamenti degli italiani

A dimostrare l’aumento della mobilità sostenibile sono i dati sugli spostamenti effettuati con mezzi a basso impatto. Quelli a piedi o in bici/micromobilità sono passati nel giorno medio feriale dal 24,1% del 2019 al 32,7% dei primi dieci mesi del 2020. Un trend avvalorato anche dalle biciclette vendute nel 2020: oltre 2 milioni, +17% rispetto all’anno precedente.

All’aumento delle bici si è in effetti affiancato nel 2020 un potenziamento delle reti ciclabili e della mobilità attiva, con casi virtuosi come Milano (+ 67 km), Venezia (+18 km), Bologna (+ 16 km), Genova (+25 km), Roma (+ 33 km).

Tuttavia, nonostante l’incremento della micromobilità, l’emergenza smog in Italia non si è fermata. Secondo Legambiente, su 96 capoluoghi di provincia analizzati nel 2020 ben 35 sono andati oltre i limiti stabiliti dalla legge per la concentrazione giornaliera di polveri sottili (Pm10). E 60 città italiane (62% del campione) hanno registrato una media annuale superiore ai 20 μg/mc di polveri sottili rispetto a quanto indicato dall’OMS.

In questo contesto, le mascherine create da Narvalo si confermano come l’accessorio perfetto e indispensabile per tutti i ciclisti urbani. Nel 30% dei casi, secondo un sondaggio della startup, vengono scelte e indossate proprio da ciclisti urbaniche intendono proteggersi da agenti inquinanti durante i tragitti quotidiani. Le Narvalo Urban Mark sono delle mascherine FFP3 confortevoli, sicure e connesse, che garantiscono un altissimo livello di filtrazione di smog, batteri, pollini e virus. A completare il prodotto c’è l’Active Shield, di cui vi spieghiamo il funzionamento in questo articolo.

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button