fbpx
AttualitàCulturaTech

Come scaricare il green pass sullo smartphone e averlo sempre a portata di mano

La nostra guida: come ottenere, scaricare ed esibire il green pass

Il Natale si avvicina ma i numeri del contagio stanno crescendo.

Per garantire a tutti gli italiani delle festività serene, e soprattutto con minori restrizioni rispetto a quelle dello scorso anno, il Governo sta insistendo sull’importanza del completamento del ciclo vaccinale. E del ricorso alla terza dose, che adesso è possibile farsi somministrare cinque mesi dopo aver ricevuto la seconda.

Una regione (il Friuli-Venezia Giulia) è già in zona gialla da lunedì 29 novembre. L’Alto Adige, e probabilmente altre regioni, passeranno nella medesima zona di rischio da lunedì 6 dicembre.

Ecco che, come incentivo alla vaccinazione, proprio da lunedì 6 dicembre varrà su tutto il territorio nazionale il super green pass. Anche nelle zone bianche. La misura è già stata introdotta in Friuli-Venezia Giulia appunto da lunedì 29 novembre, col passaggio in zona gialla.

Più che mai, dunque, sarà indispensabile avere il green pass a portata di mano, o meglio di smartphone, da lunedì 6 dicembre.

Vediamo come scaricare il green pass per poterlo esibire prontamente. Ma prima ricordiamo brevemente la differenza tra il super green pass e il green pass “base”.

green pass come scaricarlo

Super green pass e green pass “base”

Il super green pass, o green pass rafforzato, è un certificato verde ottenibile solo dopo essersi vaccinati o essere guariti dal Covid. Sarà valido in tutta Italia dal 6 dicembre al 15 gennaio, zona bianca compresa.

La durata del super green pass è di nove mesi dall’ultima somministrazione di vaccino o dal certificato di guarigione.

Per ottenere il green pass “base” è sufficiente sottoposti a tampone molecolare (valido 72 ore) oppure a tampone antigenico (valido 48 ore).

Due green pass: perché?

Prima di vedere come scaricare il green pass, ribadiamo sinteticamente che con il green pass “base” è possibile salire sui mezzi di trasporto e (solo in zona bianca e gialla) andare in palestra, in piscina, in circoli sportivi e sulle piste da sci. In questi luoghi, se si risiede in zona arancione, bisognerà esibire il super green pass.

Ma anche in zona bianca chi ha il solo green pass “base” non può accedere a ristoranti al chiuso, stadi, palazzetti dello sport, cinema teatro e discoteche. Occorre il green pass rafforzato anche per partecipare a feste o cerimonie pubbliche.

Inoltre, da mercoledì 15 dicembre scatta l’obbligo di super green pass per alcune categorie di lavoratori. Tra cui personale scolastico, polizia e personale amministrativo della sanità.

Le sanzioni ai trasgressori (sia chi non ha green pass “base” o rafforzato dove richiesto, sia chi non effettua i dovuti controlli) vanno dai 400 ai 1.000 euro.

Green pass: come scaricarlo?

Una pagina del sito del Governo spiega bene i vari modi in cui è possibile scaricare il green pass. Rivediamoli.

Una volta effettuato il vaccino (compresa la prima dose) oppure un tampone molecolare o antigenico, oppure ottenuto dalla Asl il certificato di avvenuta guarigione, i cittadini ricevono via sms un authocode. Nel caso del tampone servirà per ottenere il green pass “base”, negli altri per il super green pass.

Il primo modo per scaricare il certificato è tramite il sito dgc.gov.it, inserendo i dati della propria tessera sanitaria o utilizzando la propria identità digitale.

Altra modalità: dal proprio smartphone, tramite le app Immuni o IO si può scaricare direttamente il green pass. Per la registrazione occorre nuovamente utilizzare l’identità digitale.

Il green pass è ottenibile anche tramite accesso al fascicolo sanitario elettronico. È il modo consigliato ai meno avvezzi alla tecnologia, perché in questo caso possono venire in aiuto anche i medici di base e le farmacie.

Inoltre, chi non avesse ricevuto l’sms con l’authocode può andare sul sito dgc.gov.it e accedere al link “Recupera authocode”. Saranno richiesti i dati di codice fiscale e tessera sanitaria.

Offerta

Green pass sempre a portata di mano per gli utenti iOS

L’altra domanda sul green pass, oltre a come scaricarlo, è: come posso averlo sempre a portata di mano?

In un altro articolo abbiamo visto come gli utenti iOS possono aggiungere il certificato ad Apple Wallet tramite CovidPass o Stocard.

In sintesi, con CovidPass si dovrà effettuate la scansione del QR Code cliccando su “start camera” o, dopo aver salvato l’immagine nel rullino fotografico dello smartphone tramite app Immuni o Io, cliccare su select file. Poi si dovrà accettare la Privacy Policy spuntando l’apposita casella e fare clic su Add to Wallet.

Con Stocard, applicazione utilizzata soprattutto per raccogliere le carte fedeltà da utilizzare nei negozi, sarà sufficiente aprire l’app e col pulsante + aggiungere manualmente il green pass in precedenza salvato sul rullino fotografico. Cliccando poi sui tre puntini in alto a destra e selezionando “Aggiungi ad Apple Wallet”, il gioco è fatto.

E gli utenti Android?

Green pass: come scaricarlo per averlo sempre a portata di dispositivo Android? Purtroppo, a oggi, chi utilizza dispositivi Android può solo salvare il green pass tra le immagini o tramite le app IO o Immuni. Tuttavia, a breve dovrebbe essere aggiornata anche l’app Google Pay, che permetterà di salvare direttamente il documento come fa Apple Wallet per gli utenti iOS.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button