fbpx
Huawei P Smart 2021 recensione

La recensione di Huawei P Smart 2021. Ha tutto ciò che serve?
L'ultimo rampollo di una serie di successo arriva sul mercato senza i servizi Google. Ma cambia davvero qualcosa?


Huawei P Smart 2021 recensione

Huawei P Smart 2021 è l’ultimo rampollo di una serie di successo, caratterizzata da prodotti estremamente validi e particolarmente economici. E no, l’edizione 2021 non fa eccezione.

“Ma non ha le Google Apps. Posso usarlo lo stesso?”

Lo sappiamo. Se siete qui è probabilmente per capire se si possa vivere senza le Google Apps. Perché in fondo nessuno mette in dubbio la qualità dei dispositivi di Huawei. L’azienda cinese non ha mai smesso di innovare, di portare sul mercato soluzioni alternative e di offrire al pubblico il meglio in campo tecnologico.
Prima quindi di analizzare l’estetica, le performance e il comparto fotografico di Huawei P Smart 2021, cerchiamo di capire cosa significa vivere la quotidianità con uno smarphone HMS.

Ha tutto ciò che serve?

Vi siete persi lo scontro Huawei-USA? Tranquilli, facciamo subito un rapido riassunto.

Lo scorso anno il Presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha imposto un ban all’azienda cinese. “Ban” non significa solo “Non vogliamo i vostri prodotti“. In realtà la decisione presa dagli USA è stata più globale e ha di fatto impedito alle società americane di lavorare con Huawei. Tutto questo ha inciso sui rapporti tra  il colosso di Shenzhen e Google. Il risultato è quello che avete oggi sotto i vostri occhi: i nuovi smartphone Huawei non possono usare le applicazioni di Big G.

Per far fronte a questo ostacolo la società cinese ha spinto sugli HMS: Huawei Mobile Services. Questo ha permesso loro di offrire all’utenza una serie di app e servizi capaci di rimpiazzare quanto proposto da Google. Abbiamo quindi un’app per la musica, una per i video, lo spazio sul cloud e uno store – AppGallery – che ogni giorno si arricchisce di nuove applicazioni.

Manca qualcosa? Certo, sarebbe incorretto dire che ci sono tutte le applicazioni che trovate sul Play Store ma è anche vero che Huawei ha dotato i suoi smartphone del nuovo Petal Search, un tool di ricerca che non prende in considerazione solo AppGallery ma anche tutti gli store alternativi. Tranquilli, non dovete avere conoscenze tecniche per usarlo. Voi digitate il nome dell’app e lui la trova, dopodiché dovrete solo installarla.
Questo sistema ci ha permesso di avere tutto ciò che serve.
A questo strumento poi è possibile affiancare i collegamenti rapidi nella homepage. Pensate ad esempio a YouTube. È un’app di Google quindi non sarà possibile installarla nativamente ma potete avere in home uno shortcut che vi riporta al sito mobile, così non dovrete rinunciare alla visione di contenuti o a seguire i vostri creator preferiti.

A conti fatti non ci sono grosse rinunce. L’unica vera mancanza oggi è un servizio di pagamenti elettronici come Google Pay o Apple Pay, servizio che però non potreste usare su P Smart 2021 perché privo di NFC. In compenso però avete Tinaba e Satispay.

A nostro avviso siamo di fronte ad una situazione temporanea. Da un lato aziende americane come Qualcomm spingono per l’eliminazione del ban, dall’altra Huawei lavora alacremente su AppGallery per portare nuove applicazioni. Probabilmente tra qualche mese non mancherà davvero nulla.

Design e qualità costruttiva

Huawei P Smart 2021 recensione designHuawei P Smart 2021 si presenta in tre colorazioni: Midnight Black, Blush Gold e Crush Green. L’ultima è quella che ci ha fatto compagnia negli ultimi giorni e ci è piaciuta davvero tantissimo. Si distingue dalla massa già al primo sguardo e vi fa quasi dimenticare la sua scocca in policarbonato. Non associate però questo materiale alla scarsa solidità del dispositivo. In realtà la qualità costruttiva è ottima, non ci sono scricchiolii fastidiosi e la superficie non trattiene le impronte.

Abbiamo apprezzato molto anche la scelta di posizionare il lettore d’impronte sul profilo destro. Risulta leggermente incavato e si sposa perfettamente con la forma del dito; inoltre funge anche da tasto di accensione e spegnimento, anche in questo caso sempre a portata di dito.
Poco sopra troviamo il bilanciere del volume mentre a sinistra abbiamo lo slot per le due SIM. Il lato inferiore invece è dedicato al connettore USB-C, allo speaker e al sempre utile jack da 3,5 mm. Una vecchia conoscenza che ritroviamo con piacere.

Huawei P Smart 2021 displayLa parte frontale ospita un display AMOLED da 6,67 pollici con risoluzione FullHD+ e un foro centrale per la fotocamera. A caratterizzarlo una buona resa dei colori e un altrettanto convincente luminosità, che vi consente di utilizzarlo in ogni situazione. Meno convincenti i neri ma non si può chiedere molto di più ad uno smartphone di questa fascia.

Offerta
HUAWEI P Smart 2021 Smartphone e AF13 Supporto Magnetico,...
  • Con HUAWEI SuperCharge da 22.5 W, HUAWEI P Smart 2021 consente di guardare i tuoi video per più di 2 ore con soli 10...
  • L'ampia batteria da 5000 mAh collabora con l'algoritmo di risparmio energetico basato sull'AI, supportandoti senza...
  • Quattro fotocamere con AI e sensore principale da 48 MP: la fotocamera da 48 MP ad alta risoluzione ti permette di...

Huawei P Smart 2021 recensione: due giorni di autonomia

Il ban americano ha imposto qualche vincolo anche in termini di hardware ma questo non sembra aver impattato troppo sugli smartphone dell’azienda cinese. Huawei P Smart 2021 integra il processore Kirin 710A, la GPU Mali G51 MP4, 4 GB di RAM e 128 GB di memoria interna espandibile. Di base quindi avrete tutto ciò di cui avete bisogno per svolgere ogni sorta di attività, dal gaming alla mera navigazione.

A disposizione poi avete due nanoSIM, il Bluetooth 5.1, la radio FM e il GPS. Peccato solo per il WiFi monoband. Ci saremmo aspettati una versione più recente.

Huawei P Smart 2021 recensione prestazioniIl vero punto di forza però è rappresentato dall’autonomia. I suoi 5.000 mAh vi permettono di utilizzarlo per ben due giorni senza grosse difficoltà. Merito dell’eccellente ottimizzazione software e dell’assenza dei servizi Google che tendono ad incidere parecchio sulla resistenza degli smartphone.
Con Huawei P Smart 2021 però non dovrete preoccuparvi di nulla. In più avete anche la ricarica rapida da 22,5W così non dovrete attendere ore per passare dallo 0 al 100%.

Le fotocamere di Huawei P Smart 2021

Huawei P Smart 2021 fotocameraHuawei ha lavorato parecchio sul comparto fotografico dei suoi smartphone e i risultati sono evidenti: oggi tutti i suoi dispositivi beneficiano dell’esperienza maturata da Huawei in questo campo, inclusi quelli di fascia bassa.
P Smart 2021 non fa eccezione. Il sensore principale, da 48 megapixel con apertura F/1,8, si comporta bene in qualsiasi situazione: i colori sono bilanciati e gli scatti risultano piuttosto nitidi. Perdiamo qualcosa quando ci troviamo in condizioni di scarsa luminosità ma la modalità notturna riuscirà a darvi una mano e ad ottenere una fotografia convincente.

Non se la cava male nemmeno la fotocamera grandangolare da 8 megapixel, mentre risultano poco utili i sensori da 2 MP dedicata alla macro e all’effetto bokeh.

Promossa infine la fotocamera frontale da 8 megapixel ma non aspettatevi nulla di spettacolare.

Huawei P Smart 2021: scheda tecnica

Dimensioni: 165,7 x 76,9 x 9,3 mm
Peso: 206 g
Display: 6,67″ AMOLED – 1080×2400 pixel
CPU: HiSilicon Kirin 710A
RAM: 4 GB
Memoria: 128 GB
Rete: 4G – Dual SIM
Connettività: Wi-Fi 802.11 a/b/g/n, Bluetooth 5.1, USB-C, GPS
Batteria: 5000 mAh
Fotocamera posteriore: 48 + 8 + 2 + 2 MP
Fotocamera anteriore: 8 MP
Video: 4K @30fps
Sistema operativo: Android 10 con EMUI 10

Huawei P Smart 2021 recensione: acquistarlo oppure no?

A 229 euro Huawei P Smart 2021 è sicuramente un ottimo affare. Buone performance, display ampio, fotocamera convincente e due giorni di autonomia: difficile chiedere di più ad uno smartphone di fascia bassa. Eppure l’azienda cinese è andata anche oltre: acquistando lo smartphone sul sito ufficiale vi portate a casa anche le Huawei Freebuds 3i, senza costi aggiuntivi.

Huawei P Smart 2021

Pro Pros Icon
  • Ampio display
  • Lettore d'impronte sul bordo
  • Eccellente autonomia
  • Fotocamera sopra la media
Contro Cons Icon
  • WiFi monoband
  • Niente NFC

Erika Gherardi

Amante del cinema, drogata di serie TV, geek fino al midollo e videogiocatrice nell'anima. Inspiegabilmente laureata in Scienze e tecniche psicologiche e studentessa alla magistrale di Psicologia Clinica, dello Sviluppo e Neuropsicologia.