fbpx

Disponibile IO, la nuova app per i servizi della pubblica amministrazione
Da oggi i cittadini avranno a disposizione un metodo più utile e rapido per pagare una multa o la mensa scolastica o iscrivere i figli a scuola


IO app è la nuova applicazione ufficiale con cui tutti i cittadini potranno interagire con la pubblica amministrazione, grazie al proprio smartphone. Ieri, lunedì 20 aprile 2020, è stata resa disponibile per tutti i possessori di smartphone con sistema operstivo iOS ed Android (Huawei è al lavoro per portarla anche tra i suoi Huawei Mobile Services). Il progetto ha come obiettivo quello di semplificare la comunicazione tra cittadino e P.A., e parte addirittura nel lontano 2018. Siamo ancora in una fase beta di test, ma le premesse sono ottime.

IO app: a cosa serve/servirà

L’app è stata sviluppata dal Team per la Trasformazione Digitale. Alla base del progetto c’è la voglia di semplificare la vita di tutti i cittadini, che fino ad ora devono rivolgersi a differenti uffici o portali web per effettuare diverse operazioni che coinvolgono la Pubblica Amministrazione. Adesso saranno gli enti pubblici stessi a cercare i cittadini e comunicare con loro, utilizzando semplicemente lo smartphone.

Tramite questa nuova applicazione potremo: pagare il bollo auto, una multa o la mensa scolastica, ricevere notifiche relative alla scadenza di tasse come l’IMU, o la scadenza dei nostri documenti d’identità. Dove possibile si potrà anche prenotare la carta d’identità elettronica, così da ricevere anche risultati su eventuali test medici svolti. Addio code agli sportelli in vecchi uffici polverosi, e addio anche ai tanti fogli di carta su cui stampare i documenti: adesso sarà tutto digitale.

io app

Come funziona?

Dopo aver scaricato l’applicazione, dovrete effettuare l’autenticazione tramite codice SPID (sistema pubblico di identità digitale) oppure tramite carta d’identità elettronica. Trattandosi di informazioni personali legate al proprio lavoro, salute e condizione finanziaria, è requisito fondamentale essere a conoscenza della reale identità di chi utilizza l’applicazione, ed evitare problemi di privacy.

Alla creazione del proprio account verrà richiesto un codice di sicurezza da 6 cifre, che successivamente potrà essere sostituito dai sensori di riconoscimento con impronta digitale o dal FaceID su iPhone.

io app

IO app: Cosa troviamo all’interno?

Al momento all’interno dell’applicazione IO troviamo quattro sezioni: Messaggi, Pagamenti, Profilo e Servizi. Nella sezione messaggi troveremo tutte le comunicazioni in arrivo da parte degli Enti Pubblici: al suo interno anche una sotto categoria “In Scadenza”, che ci segnalerà i pagamenti/rinnovi da effettuare.

Pagamenti ci permetterà invece, tramite piattaforma pagoPA integrata, di scannerizzare i codici QR presenti ad esempio nelle bollette, o di inserire manualmente i dati ed effettuare cos’ i pagamenti consentiti. Tra i metodi di pagamento consentiti troveremo Postepay, Satispay, Paypal e Bancomat Pay.

Nella scheda Profilo si avrà accesso alle impostazioni e alle preferenze personali. Troveremo un fac-simile del codice fiscale, che però non sostituisce il documento fisico. 

La scheda Servizi, infine, ci permetterà di scegliere quali comunicazioni ricevere da parte delle pubbliche amministrazioni. Al momento al suo interno troviamo come ente soltanto ACI, per il pagamento del bollo e la ricezione di notifiche relative ai certificati di proprietà di un nuovo veicolo. Ma in futuro se ne aggiungeranno tanti altri. 

In estate (luglio) è previsto, infine, l’arrivo di una nuova sezione chiamata Documenti, dove il cittadino potrà conservare certificati, ricevute e documenti d’identità.

IO, l'app dei servizi pubblici
IO, l'app dei servizi pubblici

‎IO
‎IO
Developer: PagoPA S.p.A.
Price: Free

Livio Marino

Sangue siciliano, milanese d'adozione, mi piace essere immerso in tutto ciò che è tech. Passo le giornate dando ordini ad Alexa, Google ed al mio cane, Maverick.