fbpx

La pausa pranzo dopo il coronavirus
Come si evolverà il momento della pausa pranzo e delle mense dopo il coronavirus? ce lo dice Streeteat


Com’è presumibile, anche il momento della pausa pranzo subirà delle variazioni “dopo” l’emergenza coronavirus. Ipotizzando una fase 2 dell’emergenza COVID-19 in cui molte aziende riapriranno, probabilmente mense e bar resteranno chiuse o avranno delle limitazioni in termini di numero di clienti all’interno del locale.

Come si evolverà dunque il momento della pausa pranzo? Streeteat, l’app dedicata ai food truck italiani, propone una soluzione efficace con Delò, il primo armadietto refrigerato al mondo in cui ricevere un pasto diverso ogni giorno.

La pausa pranzo post-coronavirus di Delò

Mentre molti stanno già pensando di ricorrere al classico pranzo portato da casa da consumare davanti al PC, Delò permette a chiunque lo abbia installato nei propri uffici, di scegliere il piatto che più preferisce, trovandolo in poco tempo nello scomparto assegnatogli.

Con Delò gli utenti possono scegliere, tramite app o dal sito web, di scegliere 10 differenti pasti offerti settimanalmente e riceverli durante la pausa pranzo alla giusta temperatura e rispettando le norme anti contagio. Le pietanze, infatti, sono confezionati in atmosfera modificata (ATP) e consegnati all’utente all’interno di uno dei 48 scomparti del locker senza alcun contatto diretto con il driver e senza scambio di contanti.

Il locker può facilmente essere inserito nei coworking e nelle grandi aziende per offrire al personale un servizio innovativo, sicuro e comodo.

 

La scelta dei piatti della settimana non è suddivisa a seconda dei propri gusti ma si basa sul lato emotivo. Streeteat, infatti, ha diviso le pietanze in quattro categorie/situazioni:

  • In cucina
  • In viaggio
  • Di corsa
  • Con rispetto

Le opzioni tra cui scegliere non solo vogliono delineare quattro differenti tipologie di esperienze culinarie, ma anche regalare un momento emozionale ai fruitori del servizio.

Giuseppe Castronovo, CEO e founder di Streeteat, afferma: “Delò è un progetto su cui abbiamo lavorato per più di un anno, presentarlo oggi significa per noi non solo offrire una nuova esperienza culinaria ai lavoratori per la loro pausa pranzo, ma dare una una concreta soluzione ad un problema che, con il rientro alla normalità, dovrà essere preso in considerazione. Non possiamo più immaginare spazi ristretti come bar e mense sovraffollati: si dovranno proporre nuove soluzioni per il pranzo per evitare assembramenti e Delò, va incontro proprio a questa nuova esigenza delle aziende e non solo”.

Sul Sito Ufficiale di Streeteat è possibile scoprire i piatti e il concept Delò mentre le aziende che desiderano ordinare un “locker food” per la propria sede possono ricevere maggiori informazioni QUI.

Lunchy Box Scaldavivande in Acciaio Inox - Wintem (Giallo)
  • Ampia capacità: contenitore in Acciaio da 1,5L, 2 contenitori da 600ml
  • Mantiene uniformemente in caldo il contenuto
  • Per scaldare e riscaldare: sono sufficienti 30 minuti alla presa elettrica

 


Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.