fbpx
CulturaSpettacoli

Il Dune che non vedremo mai

Un documentario dedicato a un adattamento mai realizzato ma che ha cambiato il mondo del cinema

Moebius, Orson Welles, Salvador Dalì, David Carradine, i Pink Floyd, Mick Jagger e molti altri ancora, tutti guidati dal visionario Alejandro Jodorowsky. Questi sono gli ingredienti del primo tentativo di adattare il ciclo di Dune, tornato al centro della discussione grazie alla trasposizione in arrivo in sala. E allora, prima di rituffarci tra le sabbie di quel mondo, riscopriamo quel sogno dimenticato. Questo grazie a Jodorowsky’s Dune, eccezionale documentario che torna nelle sale italiane dal 6 settembre.

Jodorowsky’s Dune: quando il sogno vola troppo lontano

Nel corso di questa pellicola potremo sentire il racconto di tutte le peripezie affrontate dal progetto. Il tutto narrato dalla viva voce dei protagonisti della vicenda, a partire proprio dal regista Alejandro Jodorowsky. Si tratta di un viaggio che è talmente incredibile e appassionante da non avere bisogno di grandi artifici retorici. Basta sedersi e sentire il racconto del suo autore per essere trasportati in una storia che ha dell’incredibile.

È un racconto di un artista in ascesa, che stava stupendo il mondo con progetti assolutamente arditi, che piegavano le regole dell’arte. E così, all’apice del successo decide di imbarcarsi in un’impresa sempre più ambiziosa, un film che avrebbe dovuto trascendere i confini dello schermo, diventare il “nuovo Messia“. Questo scegliendo le persone più adatte, trovando vie parallele per coinvolgerle, con escamotage che da soli valgono il prezzo del biglietto di questo documentario.

Jodorowsky’s Dune soprattutto è il racconto di come questo film, mai realizzato, sia riuscito a influenzare profondamente la produzione successiva. Pur non andando oltre la fase preliminare, la montagna di concept art, script e storyboard è riuscita ad avere un impatto travolgente in Hollywood e oltre. Tanti dei film che oggi conosciamo e amiamo non sarebbero mai arrivati senza quel sogno rincorso da Jodorowsky.

E così, mentre attendiamo che Denis Villeneuve ci riprovi con Dune (magari leggendo le prime impressioni in arrivo dalla Mostra di Venezia) possiamo rituffarci in quel primo visionario tentativo. Una storia imperdibile che ci regala un assaggio di ciò che sarebbe potuto essere.

POP DUNE CLASSIC PAUL ATREIDES
  • Character | Pop! Movies: Dune - Paul Atreides
  • Material: vinyl
  • Paul Atreides stands approximately 3 ¾ inches tall and is packaged inside a window display box.

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button