fbpx
NewsTech

La rete Nibble arriva in nord Europa

Con l'estensione verso Londra, Amsterdam e Bruxelles, Nibble, nuova rete di Sparkle, si conferma prima rete ottica pan-mediterranea

Nibble è la nuova rete europea di Sparkle basata su tecnologia “Software-Defined”. Realizzata su un backbone fotonico di 6.500 km, la rete oggi collega le due principali stazioni di approdo di cavi sottomarini di Sparkle in Sicilia – Palermo e Catania – con Milano, Marsiglia, Francoforte e Parigi a ovest e Atene, Istanbul e Tel Aviv a est.

L’ampliamento della rete Nibble fino al nord Europa è stato annunciato durante un incontro tenutosi presso il Sicily Hub di Palermo fra l’amministratore delegato di Sparkle Elisabetta Romano e il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri Manlio Di Stefano. L’evento è stata anche un’occasione per visitare il Network Operating Centre (NOC) di recente ristrutturazione, centro di supervisione H24 per Nibble.

Sparkle conferma il suo ruolo di pioniere nel settore delle telecomunicazioni globali, riaffermando la centralità dell’Italia nel mercato TLC in Europa e nel Mediterraneo.” dichiara Elisabetta Romano, amministratore delegato di Sparkle. “Oggi siamo in grado di offrire ai nostri clienti l’attivazione istantanea di servizi di capacità senza interruzioni, sicuri e ultra affidabili.

Sono lieto di essere ospite di un’eccellenza italiana come Sparkle.” osserva Manlio Di Stefano, Sottosegretario agli Affari Esteri con delega alle imprese e al digitale. “Continueremo a lavorare con loro e con tutto il settore ICT italiano affinché, in questo ambito sempre più strategico, il nostro Paese rimanga centrale e all’avanguardia a livello europeo e internazionale.

Gli obbiettivi della rete Nibble

Entro luglio 2021, la rete Nibble sarà estesa di ulteriori 6.300 Km fino al nord Europa interconnettendo anche Londra, Amsterdam e Bruxelles, raggiungendo così 12.800 km di lunghezza totali con un’architettura di rete ridondata per una connettività senza interruzioni dal bacino del Mediterraneo verso l’Europa.

La connettività realizzata su diverse dorsali in fibra ottica assicura massima affidabilità e, grazie alle tecnologie all’avanguardia DWDM, alte prestazioni, bassa latenza e le più alte velocità disponibili sul mercato, con servizi scalabili e garantiti per soddisfare la crescente richiesta di aziende e operatori.

Entro il 2022 nel Sicily Hub atterrerà inoltre BlueMed, il nuovo cavo sottomarino multifibra che attraverserà il Mar Tirreno collegando la Sicilia con Genova fino a Milano con latenza ridotta del 50% rispetto ai cavi terrestri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button