fbpx
CulturaEventiNews

Le medaglie di Tokyo 2020 sono fatte con le batterie di smartphone

Oltre 6 milioni di dispositivi riciclati per diventare metalli olimpici

Le medaglie delle Olimpiadi di Tokyo 2020, sogno di ogni atleti arrivato in Giappone, sono realizzate partendo da materiali riciclati da smartphone e altri vecchi dispositivi digitali. Una scelta ecologica che gli organizzatori vorrebbero diventasse l’eredità di questi giochi.

Le medaglie di Tokyo 2020 riciclate dagli smartphone

Le medaglie olimpiche indicano l’eccellenza sportiva e fisica. Rappresentano il meglio dello sforzo che il corpo umano può sostenere. E quest’anno questo simbolo di eccellenza oltre a essere oro, argento e bronzo diventa anche green. Gli organizzatori delle Olimpiadi hanno infatti realizzato queste medaglie riciclando 78.985 tonnellate di rifiuti elettronici. Fra questi, ci sono 6,2 milioni di smartphone. Da qui provengono i 30,3 chili di oro, i 3.500 chili di argento e i 2.200 chili di bronzo usati per le medaglie.

Per raccogliere tutti questi materiali, gli organizzatori hanno lanciato il progetto Tokyo 2020 Medal Project, che dall’aprile 2017 al marzo 2019 ha raccolto materiale elettronico. Grazie alla collaborazione con tutte le prefetture giapponesi e anche con NTT Docomo, il principale operatore telefonico nipponico. Potete vedere il processo di estrazione dei materiali nel video qui sotto.

Il design delle medaglie, scaturito dalla matita di Junichi Kawanishi, direttore della Japan Sign Design Association e della Osaka Design Society, non è affatto riciclato. Lo hanno scelto dopo una selezione fra 399 progetti di professionisti del settore. Su un lato si vede la Nike alata dell’antica Grecia, simbolo universale di vittoria. Dall’altro il simbolo delle Olimpiadi di Tokyo 2020, con forme circolari che simboleggiano l’energia degli atleti e di chi li sostiene.

medagliere olimpico Italia

Non è la prima volta che si utilizza materiali riciclati. A Vancouver nel 2010 l’1,1% del bronzo, lo 0,12% dell’argento e l’1,52% dell’oro erano riciclati da dispositivi elettronici. A Rio 2016 la percentuale si alza al 30% per argento e bronzo. Sembra quindi che quella di riciclare per forgiare le medaglie stia diventando una consuetudine. Una scelta da campioni.

OffertaBestseller No. 1
Giochi Olimpici Tokyo 2020 - Il videogioco Ufficiale -...
  • I giochi olimpici sono finalmente arrivati ​​ed è il tuo momento per conquistare la gloria
  • Preparati a scatenare Atleta che è in te; crea lo, fallo allenare e unisciti al divertimento
  • Puntare all'oro non è mai stato così divertente
Source
Corriere della Sera

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button