fbpx
CulturaSpettacoli

Tutto quello che sappiamo sul nuovo capitolo di Matrix

Ieri è stato pubblicato il primo trailer ufficiale di Resurrections

Pochi giorni fa è stato pubblicato il primo trailer ufficiale di Matrix Resurrections, il nuovo e atteso capitolo della famosa saga. L’uscita di Resurrections è prevista per il 22 dicembre 2021 nelle sale cinematografiche. Scopriamo insieme tutti i dettagli del nuovo capitolo in arrivo. Di seguito vi riportiamo il trailer.

Matrix Resurrections: il trailer offre più domande che risposte

Stiamo finalmente tornando a Matrix. Il primo trailer di Resurrections, l’attesissimo quarto capitolo della serie ha debuttato pochi giorni fa e, nel classico stile Matrix, solleva più domande che risposte. Nel trailer, che potete vedere qui sopra, vediamo che Neo e Trinity, i personaggi di Keanu Reeves e Carrie-Anne Moss, sono tornati dentro Matrix.

Considerando che entrambi i personaggi sono morti nel terzo film, non sappiamo per quale motivo siano ancora vivi. Non sappiamo nemmeno se sono gli stessi personaggi che abbiamo incontrato nel 1999. L’aspetto ancora più curioso è che Neo e Trinity sembrano entrambi invecchiati, mentre altri personaggi nel film sembrano essere versioni più giovani dei personaggi che abbiamo incontrato nella trilogia originale.

Se questo è lo stesso Neo della trilogia originale, sembra aver dimenticato di essere il prescelto. Avrà quindi bisogno di viaggiare di nuovo nella tana del coniglio. A tal fine, sembra che ci saranno nuovi riff sull’iconica scena della pillola rossa/pillola blu e la scena del dojo, tra gli altri cenni al film originale.

I fan sono già emozionati di tornare in questa incredibile. Tuttavia, conoscendo la regista Lana Wachowski, co-creatrice della trilogia originale di Matrix insieme a Lilly Wachowski, i parallelismi tra i due film non esistono solo per il gusto del fan service. Sta quasi certamente realizzando qualcosa di più grande.

Il primo atto da solista della Wachowski

Lana Wachowski torna alla regia ma questa volta da sola, senza sua sorella Lilly. Si tratta del primo progetto in cui le strade delle sorelle si dividono dal punto di vista creativo. I film di Matrix sono sempre stati le opere singolari di due menti, quindi quale forma prenderà questa resurrezione con metà dell’equazione precedente? Non ci resta che attendere l’uscita della pellicola per poter rispondere a questa domanda.

Per quale motivo, però, Lilly non è tornata? La regista è attualmente showrunner, produttrice esecutiva, scrittrice e regista della serie di Showtime, Work in Progress. Recentemente ha detto a Entertainment Weekly che ha passato molto tempo a riconnettersi con se stessa dopo la sua transizione e la morte dei suoi genitori.

“C’era qualcosa nell’idea di tornare indietro ed essere parte di qualcosa che avevo fatto prima che non mi piaceva per niente”, ha detto. Mentre l’idea di fare un altro Matrix non piaceva a Lilly, altri attori chiave del franchise non avevano problemi a reinserirsi di nuovo.

Adesso analizziamo tutto quello che sappiamo su Matrix Resurrections finora.

Analisi del trailer: cosa notiamo?

Nel trailer, incontriamo un Neo più vecchio che vive all’interno di Matrix con il nome di Thomas Anderson (il suo nome nel primo film prima di staccare la spina da Matrix e diventare Neo). Non sembra essere consapevole di vivere all’interno di una simulazione. Sta conducendo una vita normale, anche se abbastanza miserabile: va infatti da un terapista e prende dozzine di pillole blu.

Più avanti vede un gatto nero.

Neo sembra sapere che c’è qualcosa che non va. Al suo terapista dice infatti: “Ho fatto dei sogni che non erano solo sogni”. Mentre afferma ciò, vediamo un’inquadratura di Neo che cammina lungo una strada con il codice verde di Matrix che scorre lungo di essa. Poi si intravedono vari flash di diverse inquadrature d’azione, tra cui una di Neo che viene scollegato da Matrix.

I fan ricorderanno che sia Neo che il suo amore Trinity sono morti nel terzo capitolo della saga, Matrix Revolutions. Eppure, in qualche modo, entrambi sono ancora vivi in questo trailer. Neo incontra Trinity in una caffetteria e i due si stringono la mano. Trinity chiede se si sono mai incontrati prima.

Sembra che ricordino ancora qualcosa del loro passato, ormai cancellato.

Ed ecco, poco più avanti, che arrivano le pillole. Neo sta ingoiando pillole blu come fossero caramelle. Anche il fan più occasionale di Matrix ricorderà che nel primo film Morpheus offre a Neo una pillola blu e una pillola rossa. La pillola blu lo farebbe tornare alla sua vita normale in Matrix e lo aiuterebbe a dimenticare che sta vivendo in una simulazione.

La pillola rossa, invece, lo porterebbe più giù nella “tana del coniglio” e rivelerebbe la verità della sua esistenza. Neo sceglie la rossa. Ora però sta prendendo le pillole blu.

Più avanti abbiamo anche altre inquadrature, in particolare un gruppo di persone in un ascensore che fissano i loro cellulari mentre Neo guarda verso l’alto, visibilmente disturbato. Wachowski sta senza dubbio annuendo al fatto che siamo ora, più che mai, dipendenti dalle macchine e dalla tecnologia, molto più di quando Matrix ha debuttato nel 1999.

Assistiamo anche ad una rapida inquadratura del libro Alice nel paese delle Meraviglie, romanzo citato nel primo film. In quella pellicola, Morpheus si offre di portare Neo “giù per la tana del coniglio”, proprio come Alice ha iniziato la sua avventura. Nel trailer di Resurrection, la canzone “White Rabbit” dei Jefferson Airplane racconta di quando Alice ha dovuto scegliere tra due pillole, all’inizio del suo viaggio. Una l’avrebbe resa grande e l’altra, invece, l’avrebbe resa piccola.

Abbiamo anche un riferimento al sequel di Alice nel paese delle Meraviglie, Attraverso lo Specchio, nell’inquadratura successiva, quando Neo si guarda in uno specchio e vede quella che sembra essere una versione più vecchia di se stesso. Si tratta forse del suo sé futuro, il suo vero sé o qualcuno completamente diverso? Più avanti nel trailer vediamo una donna interpretata da Jessica Henwick che sfoggia un tatuaggio di un coniglio sulla spalla. Anche un personaggio chiamato Dujour aveva un coniglio tatuato nel film originale.

Un dettaglio interessante

Ed è qui che le cose si fanno interessanti. Yahya Abdul-Mateen II, indossando gli occhiali da sole di Morpheus, regge una pillola rossa e una pillola blu e, guardando Neo, afferma: “È ora di volare”. Questa scena vuole imitate la fatidica scelta di Neo nel primo film? Abdul-Mateen sta quindi interpretando Morpheus? L’intero film è un reboot, un sequel, un prequel o nessuna di queste cose? Nessuna di esse, perché si tratta di una Resurrezione.

Il personaggio della Henwick dice poi a Neo che se vuole la verità, dovrà seguirla. I due camminano attraverso uno specchio. In seguito il personaggio di Abdul-Mateen e Neo parlano in un dojo, un’altra famosa scena del film originale. Questa volta, Abdul-Mateen dice a Neo che l’unica cosa che conta per lui è “essere ancora qui”.

Vediamo poi un’inquadratura di Trinity con il codice di Matrix che le scorre sul viso. Sembra quindi che Trinity sia viva e forse esiste in Matrix. Ora Neo deve combattere per salvarla. “Tu non mi conosci”, dice Neo, al quale il personaggio di Abdul-Mateen risponde: “No?” suggerendo, di nuovo, che potrebbe essere Morpheus o una versione diversa di lui, qualcuno che conosce bene Neo.

I due combattono e Neo crea così tanta energia con i suoi pugni da dare vita ad un’esplosione. Dopo altre scene di azione, il trailer ci offre un primo sguardo fuori da Matrix.

Infine, incontriamo un personaggio interpretato da Jonathan Groff. “Dopo tutti questi anni, tornare dove tutto è cominciato”, dice a Neo, “tornare a Matrix”. Non è chiaro a questo punto se Neo sappia o meno dell’esistenza di Matrix. Tuttavia Groff ha un ghigno malevolo sul volto.

Matrix Resurrections: cosa è successo alla fine di Revolutions?

Al termine di Revolutions, terzo capitolo della saga, Neo si era sacrificato. Nel primo Matrix, Neo scopre che quello che percepisce come il mondo reale è in realtà Matrix, uno spazio controllato da macchine senzienti per sottomettere gli umani. Evade da Matrix e scopre di essere “l’Unico”, una figura potente profetizzata. Tuttavia è braccato dall’agente Smith, un programma progettato per sorvegliare gli umani all’interno di Matrix.

Nel terzo film, Matrix Revolutions, l’agente Smith è diventato un essere superiore dopo aver assorbito gli altri esseri e ha intenzione di conquistare Matrix. Neo si allea con le macchine per sconfiggere l’agente Smith e ritorna a Matrix per una resa dei conti finale. Durante la lotta, Neo si sacrifica per far morire sia lui che l’agente Smith. Nei suoi ultimi momenti, vediamo Neo che tiene le braccia aperte in una formazione simile a quella di Cristo.

La morte di Neo riavvia Matrix. Questo è già successo prima: Neo viene a sapere che Matrix si è riavviata più e più volte. Poiché Neo ha creato un’alleanza con le macchine, è implicito che il nuovo mondo sarà più cooperativo e pacifico. Questo trailer suggerisce che potrebbe non essere così. Alla fine del film, quando le viene chiesto se crede che la pace tra le macchine e gli umani durerà, l’Oracolo risponde: “Finché può.”

Ora, sembra che sia Neo che Trinity siano tornati in Matrix – ad un certo punto del trailer, vediamo Trinity collegata. Questo significa che gli umani non hanno il libero arbitrio di scegliere se vivere dentro o fuori Matrix, dopo tutto? Oppure questa versione di Trinity non ha mai lasciato Matrix?

L’inizio, la fine o…?

matrix-resurrections-tech-princess

La trilogia di Matrix ha cambiato il linguaggio del cinema e del nostro discorso sociale, con “pillola rossa” e “pillola blu” che ora hanno significati molto forti. Resurrections ha la possibilità di cambiarlo nuovamente, specialmente dopo che numerose pellicole, serie TV, videogiochi, libri e fumetti hanno preso in prestito il linguaggio e l’estetica di Matrix? Probabilmente no, perché questo mondo non è più nuovo.

Tuttavia c’è ancora un significato da trovare, in particolare visti i progressi della tecnologia da quando le Wachowski hanno concepito la loro idea per il film. Il rapporto dell’umanità con le macchine e i propri sistemi di credenze sarà sempre rilevante.

Non sappiamo se Matrix Resurrections si tratti di un sequel oppure un prequel. Il trailer ci suggerisce che il capitolo potrebbe anche essere l’inizio di una nuova trilogia. Non possiamo ancora saperlo con certezza ma sembra che il risveglio di Neo e Trinity costituirà una parte sostanziale di questo film. E con l’arrivo di nuovi personaggi e una minaccia sconosciuta che incombe, sembra che il pubblico sarà il protagonista di una storia molto più grande.

Se volete rivedere i primi tre capitoli della saga, potete trovarli a noleggio sulla piattaforma streaming di Amazon Prime Video.

Matrix (4K+Br)
  • Warner Bros
  • Warner Bros
  • Warner Bros

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button