fbpx
FeaturedNewsVideogiochi

Medievil Remake provato allla Gamescom, le nostre impressioni

Colonia –  In occasione della Gamescom di Colonia abbiamo provato, in anteprima, il remake di Medievil, il videogioco di avventura già pubblicato nel lontano 1998.

Dopo i Remake di Crash Bandicoot, Spyro e del più recente Crash Team Racing, non deve sorprendere che la scelta di un nuovo remake sia caduta proprio su Medievil. Negli anni, infatti, il gioco è diventato un vero e proprio cult nel mondo videoludico nonché pietra miliare tra i videogiochi platform/avventura. Anche questo remake è riuscito come i precedenti “esperimenti”?

Medievil Remake

La prova della Gamescom prevedeva soltanto i primi livelli/tutorial, dalla cripta di Sir Daniel al combattimento contro il demone di vetro. Nonostante la brevità dell’intervallo abbiamo avuto modo di assaporare gli elementi chiave e le migliorie dietro a questo interessante Remake. Non siamo di fronte ad una remastered o un’edizione migliorata, Medievil Remake è infatti un gioco costruito da zero sulla base del capitolo originale uscito per PlayStation. Il lavoro di Other Ocean dal punto di visto grafico è davvero eccellente. Tutti quei dettagli e quelle minuzie che mancavano sono ora ben visibili e ben caratterizzate. Di grande impatto anche i giochi di luce e ombre che mancavano nel gioco originale.

A livello di gameplay e level-design il gioco è rimasto pressoché invariato. Sir Daniel è ancora in grado di switchare rapidamente tra due armi differenti, difendersi con lo scudo e caricare gli attacchi per fare più danni. Tutti gli elementi che abbiamo imparato ad amare nel gioco originale tornano in questa versione. I gargoyle, il calice delle anime, la fonte della giovinezza, le rune e il resto sono come le ricordavamo, migliorate ora da una grafica in 4K e da animazioni fluide e ben definite. C’è da dire però che i movimenti dei nemici e dello stesso Sir Daniel non sono riusciti benissimo. È vero che stiamo parlando di zombie, mostri e scheletri ma qualche attenzione in più alla fluidità non avrebbe fatto male. Speriamo solo che si tratti di problematiche legate alla demo che verranno eliminate nella versione finale.

Parlando di remake, anche il sonoro è stato completamente ricostruito. Le meravigliose musiche che nel gioco originale sono state create utilizzando sintetizzatori e campionatori di suoni, ora sono state ri-arrangiate dall’orchestra sinfonica di Praga. Il risultato finale è eccellente e tanto apprezzabile quanto la colonna sonora originale.

La vecchia cara Gallowmere

Medievil Remake provato

Riprendere le scheletriche vesti del buon vecchio Sir Daniel Fortesque è stata un’emozione unica. Ripercorrere le strade del cimitero su fino al Mausoleo in cima alla collina ci ha riportato alla mente i ricordi di quando eravamo videogiocatori nascenti alle prese con la demo della prima PlayStation. Questo è stato di per se un dato importante che ci ha fatto capire che il cambio radicale della grafica non ha minimamente intaccato lo spirito del gioco.

È vero però che l’atmosfera cupa ed onirica che ci ha fatto amare il gioco originale si è un po’ persa favorendo invece uno stile più cartoonesco simile a quello di Medievil Resurrection. Questo elemento ci ha fatto un po’ storcere il naso ma è vero però che il poco tempo a nostra disposizione non è riuscito a farci immergere nell’atmosfera del gioco. Probabilmente esplorando livelli come La Foresta Incantata o Il Villaggio Addormentato riusciremmo a rivivere le stesse sensazioni di 20 anni fa.

Aver provato Medievil Remake ha accesso ancora di più la nostra voglia di ripercorrere le folli strade di Gallowmere per scoprire tutte le novità grafiche di questa versione. Non ci resta che aspettare il 25 ottobre per giocare a Medievil Remake.

Tags

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker