fbpx
NewsSoftwareTech

Microsoft annuncia ufficialmente Windows 11

Nuova grafica, nuove funzionalità e persino le app Android

Microsoft ha finalmente aperto la finestra su Windows 11, il suo nuovo sistema operativo. Un sistema che arriva 35 anni dopo il primo Windows e che vuole rivoluzionare l’esperienza utente ma restare familiare e vicino alle esigenze di chi usa PC e laptop in tutto il mondo.

Windows 11: Microsoft svela il suo nuovo sistema operativo

Panos Panay, Chief Product Officer di Microsoft, ha accolto tutti i fan della tecnologia e ringraziato il team di sviluppo che per 35 anni ha lavorato per sviluppare Windows. Quasi commosso, ha poi mostrato una foto della casa in cui cresciuto e ha raccontato sia cambiata molto, pur restando sempre casa sua. Un modo toccante per spiegare come il sistema operativo più diffuso al mondo stia per cambiare, ma senza perdere quella sensazione di familiarità così importante per chi lavora, gioca e molto altro.

E poi ecco l’annuncio ufficiale: Windows 11 è arrivato. E già dal primo filmato vediamo come cambi la grafica. Angoli tondeggianti, icone nuove e il pulsante Start al centro. Con nuovi temi, un nuovo sistema per gestire i desktop virtuali e le schede. Nuovi modi per connettersi e adattarsi a tutti i dispositivi, nuove modalità di interazione. E poi tutte le novità per il gaming e un nuovo Microsoft Store completamente ristrutturato. E infine la scritta “Welcome Home“: una casa nuova ma familiare.

Windows 11 sfondi

Una nuova esperienza desktop per la produttività

Quando Panay riprendere la parola spiega che il team ha lavorato su ogni pixel: dalla luce alle trasparenze, agli angoli arrotondati e ai colori che studiati. Passando per i widget che mettono al centro le preferenze degli utenti. Ma poi passa a raccontare come Windows gli Update sono 40% più piccoli. Il sistema operativo usa meno energie, ottimo per i laptop. Ma anche la sicurezza ha il suo spazio nella presentazione, ancora più potente.

Carmen Zlateff, Partner Director of PM per Microsoft,  ha poi spiegato come lavorare diventi più semplice su Windows 11. Potete infatti sfruttare la potenza del cloud permette di passare da un dispositivo all’altro in maniera semplice: se stavate leggendo un documento su Word per smartphone, lo trovate nella taskbar una volta acceso il PC.

L’organizzazione è la chiave per il successo. Per questo Snap layouts permette di organizzare sullo schermo qualsiasi tipo di finestra. Si adatta infatti alle dimensioni del vostro display e permette di aprire tre colonne, due colonne e una riga orizzontale, qualsiasi sia la configurazione giusta per voi. E con Windows 11 quando tornate al PC, potete cliccare sulla taskbar aprendo tutte le finestre su cui stavate lavorando, nella configurazione preferita. Anche se aprite la email per rispondere, per esempio, trovate un pulsante nella taskbar per tornare alla disposizione precedente con un clik.

windows-11-snap-menu-screenshot-min

Ma ci sono anche novità per il docking: quando scollegate uno schermo, riduce a icona tutte le finestre sullo schermo esterno. E appena vi ricollegate le trovate aperte per ripartire a lavorare. Potete anche organizzare diversi desktop personalizzate con un design e app a seconda di quello che volete fare: lavoro, casa, per giocare o per essere creativi.

Microsoft ha anche mostrato quanto Teams sia sempre più un tool per comunicare e sarà al centro dell’esperienza di Windows 11, raggiungibile su tutti i dispositivi con semplicità. Lo trovate integrato nella barra delle applicazioni per messaggiare, chiamare e videochiamare chiunque, anche su smartphone.

Windows 11, nuova grafica per il sistema operativo

Un’altra grande novità presentata sono i Widget, che Panay definisce un “vassoio di vetro” che permette di mostrare un feed che si adatta alle vostre esigenze grazie all’intelligenza artificiale. Potete adattare e personalizzarli nella posizione e nelle dimensioni con grande facilità. Ottimo anche il feed delle notizie, sul quale potete anche offrire una mancia ai creatori locali (non sappiamo se questa funzione possa arrivare anche in Italia).

microsoft windows 11 widget terze parti-min

Philip McClure ha spiegato di come la nuova flessibilità del sistema operativo permette di cambiare dispositivo senza problemi. Per esempio su Surface il sistema operativo non cambia natura quando staccate la tastiera: le gesture che usate sul trackpad sono le stesse che potete usare con il touchscreen. Migliorano inoltre le sensazioni per le penne grazie al feedback tattile. Ci sono anche nuove possibilità per la dettatura e il riconoscimento vocale

Il Microsoft Store ha anche una nuova scheda dedicata a film e prodotti streaming, che potete ricercare sui vari servizi di streaming. Potete persino proiettare sulla vostra TV. Insomma, l’esperienza resta consistente e fluida in tutti i vostri dispositivi con Windows 11.

Windows 11: le novità per il gaming

Sarah Bond, Corporate VP di Xbox, ha spiegato invece le novità riguardo al gaming. Partendo dalla sua prima partita su un PC IBM a 7 anni con il padre, una tradizione che conserva con sua figlia oggi, sottolineando ancora la “familiarità” di Windows.

Arrivano nuove grafiche grazie all’Auto HDR, che corregge in automatico colore e luce come su Xbox (e lo ha fatto vedere con un esempio preso da Skyrim!). Oltre 100 giochi arrivano in Auto HDR, senza nessuna fatica per gli sviluppatori o i giocatori. Ma arrivano anche nuove veloci grazie al Direct Storage API, che permette di caricare il rendering senza passare dalla CPU, aumentando la velocità.

Infine, Xbox Games Pass sarà all’interno dell’app Xbox su PC, offrendo il servizio ottimo che abbiamo visto su Xbox in questi anni. E potendo giocare sul cloud, anche i PC più vecchi possono divertirsi con i migliori giochi. Inoltre la possibilità di giocare su qualsiasi piattaforma permette una flessibilità senza precedenti.

Il nuovo Microsoft Store e le app Android

Il Microsoft Store è tutto nuovo. Semplice da usare e soprattutto sicuro. Potete trovare film e serie TV, libri e musica anche nei servizi in abbonamento a cui siete iscritti. Ma Panay ha spiegato agli sviluppatori (che ha chiamato “eroi”) che qualsiasi formato di app sarà accetto sullo store: Win32, CDN, file .exe e .msi. Inoltre ha annunciato che gli sviluppatori possono portare il proprio servizio di pagamento senza lasciare nessuna percentuale a Microsoft. Questo dovrebbe assicurare che tutte le applicazioni che potete scaricare dal web saranno presto più sicure e semplice da installare con Microsoft Store.

Ma la bomba arriva alla fine: le Android app saranno integrate nel sistema operativo di Redmond grazie allo store di Amazon. Quindi potete usare TikTok sul vostro PC con l’app Android. E qualsiasi altra app Android disponibile sull’Amazon Store, permettendo a Windows di avere il più grande numero di app di sempre.

Panay ha concluso sottolineando che tutte le principali aziende partner (da Dell a Lenovo, passando per HP e praticamente qualsiasi produttore) hanno già iniziato a costruire PC pronti per sfruttare al massimo Windows 11. L’ultima parola spetta a Satya Nadella, che ha concluso riassumendo l’importanza di questi 35 anni di Windows, il sistema operativo su “è nato e cresciuto il Web“. Un sistema per gli utenti e gli sviluppatori. Un sistema che cambia ancora e si rinnova: non vediamo l’ora di poter provare Windows 11.

Al momento non c’è una data di uscita ma dovrebbe arrivare con l’update di ottobre/novembre. Vi terremo informati.

OffertaBestseller No. 1
Microsoft Surface Pro 7 Laptop (Windows 10, touchscreen da...
  • Ovunque ti trovi, il surface pro 7 facilita le tue attività di gioco e lavoro
  • Dotato con processore intel core di ottava generazione e di una batteria che dura tutto il giorno
  • Hai la possibilità di scegliere tra 2 colori, platino o nero brillante

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button