fbpx
Auto for DummiesFeaturedMotoriRubriche

I migliori pick-up per il lavoro e per il tempo libero | Auto for Dummies

La nostra Top 10 dei migliori pick-up per lavorare eper la vita di tutti i giorni

Bentornati ad Auto for Dummies, la rubrica che in maniera semplice spiega il mondo dell’automobile. Oggi torniamo a parlare di pick-up, e dopo avervi spiegato la storia e la legislazione dietro a questi mezzi, oggi scopriamo quali sono i 10 migliori pick-up sul mercato. Ci saranno 5 proposte dedicate a chi con un pick-up ci lavora e 5 invece dedicati a chi vuole un “cassonato” per il tempo libero e la famiglia. Pronti? Carichiamo!

I 5 migliori pick-up per lavorare

Partiamo subito dai pick-up dedicati a chi dal cassone chiede capacità di carico a dismisura e alla meccanica di essere robusta e prestante. Parliamo di chi usa questi mezzi per lavoro, e che non si interessa troppo di finiture, ADAS e prestazioni automobilistiche. Qui contano portata, robustezza e praticità. Vediamo allora i 5 migliori pick-up per lavorare.

Dacia Dokker Pick-up

Il primo tra i migliori pick-up per lavorare è anche il più economico presente sul mercato: Dacia Dokker Pick-Up. Questo è l’esempio più chiaro di “pick-up all’italiana”: non a caso è infatti realizzato su base del Dokker Van dal Focaccia Group di Cervia. La conversione non aggiunge centimetri al Dokker tradizionale, con una lunghezza compattissima che rimane ferma a 4,36 metri. Nonostante questo però il cassone è decisamente generoso.

Parliamo di 1,785 m di lunghezza per 1,14 m di larghezza, con un piano di carico rivestito in alluminio. La particolarità del Dokker Pick-Up sono le superfici in plastica di ribaltina, sponde e divisorio, che lo rendono longevo anche per chi del proprio pick-up fa un uso davvero gravoso. Essendo però basato su un van compatto, non ha una grande altezza da terra nè la trazione integrale: se necessitate di capacità off-road volegete verso altri lidi.

 

Migliori pick-up Dacia Dokker

L’interno invece è lo stesso di Dokker Van, che a sua volta riprende in tutto e per tutto la plancia della precedente generazione di Sandero. Non mancano quindi clima, cruise control, computer di bordo e radio con Bluetooth, anche touch sugli allestimenti più curati. I motori? Vista la vocazione cittadina, il perfetto compagno di lavoro è il motore 1.3 TCe turbobenzina da 100 CV, parco e molto vispo, e dotato di tanta coppia. Chi vuole risparmiare può puntare sul 1.6 a GPL, per costi di gestione davvero ridicoli. Se vi spostate spesso a pieno carico e fuori città allora considerate il 1.3 da ben 130 CV, o uno degli immortali turbodiesel 1.5 dCi, magari da 90 CV.

Migliori pick-up Dacia Dokker interni

Il prezzo? Si parte da 9.300 euro IVA esclusa (12.000 compresa l’imposta) per il 1.3 TCe da 100CV, per arrivare agli 11.300 euro (14.360) del 1.5 dCi da 90CV.

Isuzu D-Max

Dalla Romania passiamo al Giappone, con il più duro e puro dei pick-up nipponici, Isuzu D-Max. La Casa giapponese ha sul nostro mercato solo questo robusto e versatile pick-up realizzato in collaborazione con Mazda. Nonostante sia disponibile anche con doppia cabina e dotazione da automobile, il suo pane sono gli impegni gravosi.

Isuzu D-max

Tutte le versioni di D-Max sono equipaggiate con un motore 1.9 turbodiesel 4 cilindri da 163 CV e 360 Nm di coppia. Un motore moderno e dalla grande forza trainante: D-Max è infatti in grado di trainare pesi fino a 3500 kg. Un aiuto arriva dalla presenza della trazione integrale inseribile di serie su tutte le versioni tranne la base a cabina singola e due posti, accoppiata ad un cambio manuale o automatico con ridotte.

Migliori pick-up isuzu D-max cassone

La capacità di carico è davvero notevole, aiutata anche da un cassone da 181×153 cm in versione Space Cab, dotata di due porte e quattro posti. D-Max su strada è un po’ rumoroso e poco raffinato, soprattutto nelle versioni più economiche, ma è in fuoristrada che prende vita. Si arrampica molto bene ed è in grado di superare guadi con profondità fino a 80 cm. Le versioni più accessoriate sono dotate anche di ADAS, cambio automatico e schermo touch con Android Auto e Apple Car Play, ma D-Max si trova a suo agio in versione spartana, pronto a trainare qualsiasi cosa e a portarvi dove desiderate senza fiatare.

Migliori pick-up isuzu d-max interni

L’interno non è molto automobilistico e un po’ anzianotto, ma è fatto con la più classica cura giapponese, e l’affidabilità è a prova di bomba. Il prezzo per questo concentrato di versatilità e resistenza? Si parte da circa 35.000 euro IVA inclusa per la versione Space Cab e cambio manuale, con il top di gamma N60FF offerto a 42.000 euro IVA inclusa.

Mahindra Goa

Se per voi Isuzu D-Max è fin troppo raffinato e “curato” e avete bisogno di un mezzo che abbia tanta altezza da terra, una meccanica collaudata da maltrattare in lungo e in largo, allora Mahindra Goa Pick-Up può fare al caso vostro. Il pick-up indiano deriva dal fuoristrada Goa, che aveva avuto un discreto successo anche in Europa qualche anno fa.

Migliori pick-up Mahindra goa

Le dimensioni sono imponenti, con una lunghezza che supera agevolmente i 5 metri, e gli interni sono a dir poco spartani. C’è però tutto quello che serve, : clima, fendinebbia, radio, retrovisori elettrici e persino sistemi di assistenza in partenza in salita e velocità in discesa.

cassoneMigliori pick-up Mahindra Goa cassone

Come D-Max infatti anche Mahindra Goa punta tutto sulle capacità off-road. Su strada è poco rifinito e rumoroso, ma il telaio a longheroni con carrozzeria separata aiuta nel fuoristrada. Goa è disponibile sia a trazione posteriore che a trazione integrale inseribile, dotata di differenziale autobloccante posteriore su tutte le versioni e di bloccaggio del differenziale per le 4×4. Se su strada è impreciso e impacciato, lontano dall’asfalto Goa Pick-Up sorprende per le capacità che dimostra.

Migliori pick-up mahindra goa interni

Ottima motricità su tutti i fondi e buona agilità fanno il resto. Il motore 2.2 da 140 CV realizzato dalla AVL in Austria è affidabile, pronto in basso e piuttosto robusto, ed è accoppiato unicamente al cambio manuale a 6 marce, con ridotte per la 4×4. Se optate per la doppia cabina, il cassone da 149×152 cm non è ampissimo, ma con il cabina singola i cm a disposizione sono molti di più, ben 220.

La portata poi è decisamente generosa, da 1000 a oltre 1200 kg a seconda della configurazione, mentre il prezzo è davvero ridottissimo. Si parte da 14.900 euro + IVA per il Cabina Singola 4×2, mentre si sale fino a 25.700 euro IVA inclusa per il doppia cabina 4×4 top di gamma.

Great Wall Steed 6

Dall’India alla Cina per parlare di Great Wall Steed 6. Il marchio della Grande Muraglia ha avuto un momento di splendore all’inizio degli anni ’10, con il pick-up Steed e il SUV Hover a convincere diversi clienti. I primi prodotti però erano decisamente acerbi, e ora Great Wall offre SUV più curati con il marchio Haval.

great wall steed

Sotto il marchio Great Wall invece rimane Steed 6, il pick-up duro e puro per chi non vuole un diesel e cerca robustezza e bassi costi. Il pick-up di grandi dimensioni cinese infatti offre un cassone da 155×146 cm e una buona capacità di carico e di traino. Il tutto però rinunciando ad un motore a gasolio: l’unico motore disponibile è un 2.4 aspirato a benzina da 122 CV. Un motore decisamente antiquato e assetato, che però riceve in Italia l’aggiunta del GPL firmato Landi Renzo.

Il tiro di un diesel a volte manca, certo, ma i costi di gestione sono abbattuti e la trazione integrale intelligente si comporta molto bene. Peccato per il cambio a sole 5 marce, aiutato però dalla presenza di serie delle ridotte. Nonostante i pregiudizi, poi, Steed 6 è rifinito con sufficiente cura ed è molto robusto, sia a livello di interni che di carrozzeria. A listino è poi disponibile sia una versione Work, spartana e “cruda”, sia una versione Premium, dotato di cruise control e sedili in pelle.

Migliori-pick-up-great-wall-steed-interni

Noi però consigliamo la via di mezzo Business. Il prezzo IVA inclusa è di 23.700 euro, e rispetto alla versione Work di quasi 4.000 euro più economica offre il differenziale autobloccante posteriore, utilissimo su strada ma soprattutto in offroad.

Mitsubishi L200

Chiudiamo la lista dei migliori pick-up per il lavoro con un mezzo volutamente “borderline”. Mitsubishi L200 infatti è quasi sprecato per l’utilizzo lavorativo, ma rispetto agli altri rivali della categoria “lifestyle” il giapponese è quello meno rifinito e più capace fuoristrada, nonchè più spartano e “duro”.

Mitsubishi L200

L200 è un pick-up dalla storia quasi cinquantennale, da sempre apprezzato per robustezza e praticità. Facilissimo da guidare rispetto ad altri pick-up in lista, offre una grande possibilità di scelta. Per chi necessita di spazio e ha bisogno di un mezzo esclusivamente per lavorare la scelta cade sulla versione Club Cab, dotata di 2 porte, 4 posti e di un cassone da 185 cm di lunghezza. La trazione è poi integrale su tutte le versioni, inseribile sulle versioni meno accessoriate e permanente sulle più ricche.

Migliori pick-up Mitsubishi L200 cassone

Il motore 2.3 turbodiesel ha “solo” 150 CV, ma rilancia con 400 Nm di coppia e offre tanta spinta fin dai bassi regimi. Le ridotte poi sono sempre di serie, sia con cambio manuale che automatico. Un motore che è in grado di tenere anche i consumi bassi, senza mai far mancare motricità sia su strada che fuori.

E fuori strada è dove L200 compete ad armi pari con i rivali più sofisticati. La capacità di guado è di ben 60 cm, mentre la motricità fuoristrada è ottima con il sistema di trazione integrale di serie, ma diventa eccellente con il sistema Super Select 4WD, fiore all’occhiello di Mitsubishi.

Migliori pick-up Mitsubishi L200 interni

Le versioni più accessoriate sono dotate di tutti i confort derivati dalle auto Mistubishi, compresa la connettività con gli smartphone. In generale però L200 è spartano e bada al sodo, ma è comunque realizzato con cura e puntando alla massima robustezza. Il prezzo però è il più alto di questa “sub-lista”. Si parte da 32.000 euro IVA inclusa per la Club Cab in versione base Inform, e si arriva a oltre 41.000 per la top di gamma Diamond con trazione integrale SuperSelect e Doppia Cabina.

I 5 migliori pick-up per la vita di tutti i giorni e il tempo libero

I cinque pick-up che abbiamo visto sono dedicati a chi vuole il massimo nel contesto lavorativo. Ma se voleste un cassonato per la famiglia e per i vostri hobby? Ecco allora i 5 migliori pick-up per il tempo libero e la vita di tutti i giorni. Tra potenze ragguardevoli, affidabilità a prova di bomba e anche un pick-up sportivo, ci sarà sicuramente pane per i vostri denti.

SsangYong Rexton Sports

Partiamo dalla proposta sicuramente meno convenzionale ma anche più votata al confort e alla vita di tutti i giorni: SsangYong Rexton Sports. Il nome da poco spazio agli equivoci: è infatti la versione pick-up del SUV Rexton, uno dei più sorprendenti sul mercato.

ssangyong rexton sports

In un mondo dove i SUV sono sempre più simili alle auto, Rexton è più simile ad un fuoristrada vecchia scuola. Il SUV coreano infatti è l’unico rimasto insieme ai tosti Jeep Wrangler e Mercedes G a poggiare ancora su un telaio a longheroni. Questo significa che il telaio è separato dalla carrozzeria, e che quindi la carrozzeria può essere modificata senza problemi. E questo ha portato SsangYong a proporre una versione anticonvenzionale del suo già anticonvenzionale SUV.

Migliori pick-up ssangyong rexton cassone

Fino al montante posteriore, Rexton Sports è identico alla sua controparte automobilistica. Le linee sono massicce ma molto curate ed eleganti. Gli interni sono realizzati con grande cura e con ottimi materiali, e la tecnologia di bordo è ottima. Lo spazio e il confort per tutti i passeggeri sono da riferimento, mentre sotto al cofano c’è un motore europeo. Si tratta infatti di un 2.2 turbodiesel di origine Mercedes-Benz, dotato di 181 CV e accoppiato ad un cambio manuale a 6 marce o ad un automatico sempre a 6 marce, dotati entrambi di ridotte.

Migliori pick-up ssangyong rexton interni

Su strada non è il più agile e maneggevole, anche a causa delle dimensioni importanti. Il confort è però da SUV lussuoso, così come la dotazione di serie per le versioni più accessoriate. Chi cerca solo un mezzo da lavoro può puntare sulla versione Work, nuda e cruda. Il suo target di riferimento però si trova con le versioni più lussuose, che consentono di avere un’auto comoda, spaziosa e molto versatile. Il cassone non è enorme con i suoi 130×157 cm, ma se non vi dovessero bastare c’è la versione XL. Più lunga di 31 cm, raggiunge i 541 cm di lunghezza e il cassone arriva a ben 161 cm.

Il prezzo infine non è poi così alto. La versione Work con cambio manuale è offerta a 31.700 euro con IVA, mentre la top di gamma Icon con cambio automatico arriva a 41.700 euro, imposte incluse.

Volkswagen Amarok

Se si parla dei migliori pick-up lussuosi non possiamo non nominare il più automobilistico e lussuoso di tutti, Volkswagen Amarok. Il primo pick-up di grandi dimensioni della Casa tedesca ha ormai 10 anni, ma è davvero il punto di riferimento per chi cerca un’auto travestita da pick-up.

vw amarok

Nella nostra lista infatti questo pick-up tedesco costruito in Messico è l’unico che rinuncia ad un motore a 4 cilindri. Sotto al cofano di Amarok c’è l’apprezzatissimo 3.0 V6 turbodiesel del Gruppo Volkswagen, offerto con 204 o ben 258 CV. La coppia nella versione più potente raggiunge i 580 Nm. Questo significa una capacità di traino che raggiunge i 3500 kg: per chi deve trainare, ad esempio, un’auto da corsa è perfetto.

vw amarok cassone

Dove però batte tutti i rivali è nella raffinatezza degli interni. Non fosse per l’altezza da terra, sembrerebbe di viaggiare su una Passat. È curato, realizzato con cura e include tutte le tecnologie delle Volkswagen “rasoterra”, ed è anche molto silenzioso. Il motore V6 poi è un vero portento: consuma il giusto, e accoppiato al cambio automatico a 8 marce ha delle prestazioni eccellenti. Lo 0-100 km/h è coperto in 9,1 secondi per la versione da 204 CV e in soli 8 secondi per la 258 CV, più veloce della up! GTI!

Migliori pick-up vw amarok interni

Non è la migliore in offroad, ma la “primina” del cambio a 8 marce aiuta sui fondi viscidi, e la trazione integrale è ben realizzata. Il cassone poi è leggermente più lungo dei pari lunghezza con 156 cm, ma è il più largo della categoria: 162 cm. Il prezzo però è monstre: si parla, con IVA, di un prezzo di partenza di 40.250 euro per la versione Confortline, e si sforano i 60 mila per la versione Aventura da 258 CV.

Torniamo sulla terra con Nissan Navara. Il pick-up giapponese ha una storia molto particolare. È stato realizzato infatti in collaborazione con Mercedes e Renault, che hanno offerto per diverso tempo la loro versione di questo progetto, rispettivamente Classe X e Alaskan.

Ad oggi però entrambe le proposte Mercedes e Renault sono fuori produzione, ed è rimasto solo il Navara. Un modello che ha una storia davvero importante in Europa e non solo, e che ha catalizzato l’attenzione su se stesso rispetto ai “fratellastri”.

Navara infatti è sempre stato un mezzo “borderline” come L200, ma con la terza generazione si è smarcato dall’utilizzo prettamente professionale per offrirsi come mezzo pratico e curato per tutti i giorni. Gli interni infatti sono ispirati alla precedente serie di Qashqai e X-Trail, e punta tutto su un confort automobilistico. La dotazione di serie comprende infatti diversi sistemi di sicurezza, cruise control, cerchi in lega e clima (non disponibili questi ultimi per la versione “base” Visia). Il cassone poi è nella media con 156×158 cm nella versione a doppia cabina. Se necessitate di più spazio, puntate sulla King Cab, che offre due porte, 4 posti e un cassone da 180 cm.

Per le versioni più accessoriate ci sono anche fari Full LED, sensori di parcheggio e retrocamera e sedili in pelle, nonchè una versione più potente del suo 2.3 turbodiesel. Il motore a gasolio montato su Navara è biturbo ed è disponibile in due livelli di potenza, 163 e 190 CV. Spinge forte ed è molto silenzioso per il segmento, offrendo consumi decisamente ragionevoli. Su strada Navara si comporta molto bene, con un’ottima trazione e stabilità su tutti i terreni e una guida molto poco “furgonesca”.

In fuoristrada però è uno dei meno capaci, nonostante sia dotato sia di ridotte che di trazione integrale di serie. Non è fuori dal suo elemento, intendiamoci, ma rispetto ai rivali se la cava meglio su strada. Chiudiamo con il prezzo che lo lancia tra i più costosi della lista. Si parte da 32.200 euro IVA inclusa per il King Cab in versione Visia, mentre la N-Guard con motore da 190 CV, top di gamma, arriva a lambire i 50.000 euro.

Ford Ranger

Il penultimo pick-up è uno dei più amati del panorama europeo: Ford Ranger. Questo pick-up ormai storico, presente da oltre 20 anni sul mercato europeo, è stato sviluppato in Australia, dove sappiamo che di pick-up se nei intendono.

migliori pick-up ford ranger Raptor

Il Ranger ha un’ottima capacità di carico e tanto spazio, mentre la cabina è ciò che ci si aspetta da una Ford d’Oltreoceano. I materiali non sono quindi eccelsi, ma gli assemblaggi sono davvero ottimi: zero apparenza, tutta sostanza.  All’interno offre il sistema Sync 3 sulle versioni più accessoriate, così come sensori di parcheggio e retrocamera. Non è il pick-up più rifinito, e quando si alzano le velocità si alza anche il rumore di rotolamento degli pneumatici e del motore 2.0 EcoBlue.

migliori pick-up ford ranger interni

Ford Ranger però, come da tradizione Ford, si guida davvero bene, ed ha tre diverse anime. L’anima “tranquilla” delle versione XL, XLT e Limited, che offre spazio, praticità e pochi fronzoli. L’anima off-road e rugged delle versioni WildTrak e Thunder, dedicate all’off-road e ai lavori più gravosi. Infine non manca la folle versione sportiva Raptor.

Sportiva, ispirata ai Raptor americani come F-150, Ranger Raptor offre una guida sorprendentemente veloce e divertente su strada ma prende vita se guidato su sterrati veloci o in fuoristrada. Raptor è semplicemente inarrestabile, con un’accelerazione sorprendente per i “soli” 213 CV del suo 2.0 biturbodiesel (10,5 s nello 0-100 km/h), e ottenibile su tutti i terreni. La capacità di carico di tutte le tre “anime” è poi decisamente generosa, con un cassone da 156×155 cm, e offre 5 posti molto comodi.

ford ranger Raptor

Il prezzo? Si parte da 35.700 euro (IVA inclusa) per la versione base XL con cambio manuale a 6 marce+ridotte. Le versioni “fuoristrada” partono da 44.000 euro per la WildTrak da 170 CV con cambio automatico a 10 marce, che salgono a 45.800 per i 213 CV. Se volete invece il Raptor, il prezzo è salato: 65.090 euro.

Toyota Hilux

Non possiamo che chiudere con il vero re della categoria, Toyota Hilux. Nato nel 1968, l’Hilux in questi 53 anni si è creato la nomea di “Invincible“, l’invincibile. Non a caso è il nome dell’allestimento top di gamma introdotto con l’ultimo restyling del 2020.

Toyota Hilux migliori pick-up

Questo modello infatti è conosciuto anche da chi non è un grande appassionato di pick-up. La sua robustezza è infatti stata portata all’estremo dalla prima serie fino all’attuale ottava generazione, con utilizzi nelle più inospitali zone del mondo. Hilux è infatti molto diffuso in Africa, in Sud America, persino in Islanda dove viene usato anche per le escursioni sui ghiacciai o sui vulcani attivi.

Migliori pick-up toyota hilux top gear

La sua popolarità è poi stata aumentata a dismisura dai nostri illustri colleghi di Top Gear. Qui sopra potete vedere una foto dell’Hilux del 1988 con oltre 300.000 km che è stato incidentato, preso a martellate, colpito da una palla da demolizione, risucchiato dalla marea e infine lanciato da un palazzo in demolizione. E lui? È sempre ripartito con l’aiuto di utensili elementari e pochissima manutenzione. Incredibile.

Ma Hilux è molto più che robusto. È un pick-up davvero spazioso e versatile, capace di offrire un’alternativa a chi lavora così come offrire grandi capacità off-road, con trazione integrale di serie su tutte le versioni e motori turbodiesel moderni e parchi. Il 2.4 da 150 può già andare bene, ma le vere soddisfazioni arrivano dal nuovo 2.8 da 204 CV, potente e vigoroso. All’interno poi è costruito con cura, con materiali di qualità e le stesse dotazioni delle auto della Casa giapponese come Rav-4 o CH-R. Su strada è sorprendentemente comodo e rifinito, e permette di fare anche lunghi viaggi senza desiderare di aver investito in una normale berlina. La capacità del cassone è poi nella media nel doppia cabina, ma ottima sull’Extra Cab con 2 porte e 4 posti, capace di offrire 184×154 cm.

Migliori pick-up toyota hilux invincible

Il prezzo è da vera invincibile: si parte da 32.500 euro IVA inclusa per la versione base con cabina singola, mentre la versione Invincible top di gamma dotata di un’estetica davvero cattiva e tutti gli optional disponibili supera i 50.000 euro.

Ecco secondo noi i migliori pick-up in circolazione: qual è il tuo preferito?

Ed anche oggi siamo arrivati alla fine di un’altra puntata di Auto For Dummies, e con lei si chiude il nostro viaggio nel mondo dei pick-up. Questi 10 secondo noi sono i migliori pick-up in circolazione, tra uso lavorativo e quotidiano. E secondo voi? Qual è il vostro preferito? Avreste modificato qualcosa? Fatecelo sapere sui nostri canali social! Noi ci vediamo sempre qui su Auto for Dummies venerdì prossimo. Ciaoo!

Anelli Di Ancoraggio, 8 Ganci Ad Anello a D, Con Un...
  • Antiruggine Materiale Di Qualità - Fatto di acciaio inossidabile, questi gancio anello a forma di V durevole, lunga...
  • Facile Da Installare - Viti o bulloni attraverso i fori nel clip di fissaggio (diametro 12mm / 0.47 pollici), e è...
  • Capacità Di Carico Solido - Spessore di 7 mm, pesante, D-anello di ancoraggio durevole, ciascuna ancora in grado di...
Rete bagagliaio auto,Rete da carico per bagagliaio di auto...
  • Materiale Del Prodotto ======= Adotta la corda a maglia elastica ad alta resistenza, forte elasticità, semplice...
  • Misura Unica ====== modelli tutte le auto, camper, autobus, autobus, SUV
  • Installazione Facilitata ===== Le istruzioni di istallazione sono incluse nella confezione. Per installarlo ci vorrà...

Non perderti le altre puntate di Auto for Dummies!

Lo sapevi? È nato il canale di Telegram di Tech Princess con le migliori offerte della giornata. Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button