fbpx
NewsTech

Motus Operandi: la startup dal cuore italiano che rivoluziona l’industria

Le tecnologie di Motus Operandi hanno già attratto veri e propri colossi del settore industriale

Motus Operandi è una startup che si pone come esempio di “genio italiano” che varca i confini nazionali per arrivare fino alla Cina e creare un team internazionale che punta a rivoluzionare il mondo industriale. Il team italiano di Motus Operandi, guidato dall’ingegnere Vincenzo Cartelli a Catania, ha sviluppato una tecnologia che grazie all’IA pilota i robot nelle fabbriche di mezzo mondo. Il CEO della startup è Marco Maritati, siciliano, mentre in Cina opera il COO Kiel DiGiovanni, americano di seconda generazione ma di chiare origini italiane.

Le parole del CEO di Motus Operandi

Marco Maritati, CEO di Motus Operandi, chiarisce le attività della startup: “In Motus Operandi, ci concentriamo sul movimento intelligente dei bracci robotici nelle industrie manifatturiere. Noi ottimizziamo il consumo energetico e la produttività, aumentando in questo modo la redditività delle applicazioni robotiche riducendo sensibilmente il costo delle operazioni. Siamo orgogliosi che la nostra tecnologia abbia anche un grande impatto ecologico, meno consumo vuol dire infatti ridurre le emissioni globali di CO2“.

Ottimizzazione anche dal punto di vista energetico

Le fabbriche moderne riescono ad automatizzare al massimo la produzione ma consumano ogni anno miliardi di euro di energia elettrica. L’ingegnere Vincenzo Cartelli chiarisce il punto centrale dell’operato della startup. I robot delle fabbriche moderne sono programmati per svolgere un determinato lavoro il più rapidamente possibile.

Sottolinea Cartelli: “Queste macchine non sono programmate per ottimizzare le proprie prestazioni, con conseguenti costi operativi molto elevati. Fino ad oggi, non esisteva alcuno strumento di progettazione per aiutare gli ingegneri a generare percorsi perfetti. Motus Operandi risolve per la prima volta nel mondo questo problema.

La tecnologia Smart Robot Motion di Motus Operandi è in grado di massimizzare l’automatizzazione andando ad ottimizzare il funzionamento. Tale tecnologia permette di evitare potenziali collisioni, individuando il percorso migliore da seguire per il robot.

La tecnologia della startup ha già attratto l’interesse di diversi colossi del settore industriale come Daimler, Schneider Electrics e GM e di recente è stato firmato un contratto di fornitura con Coca Cola.

Il manuale di coding e robotica: da zero ad infinito
  • Pietropaoli, Elisa ed Emanuela (Author)

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button