fbpx
musei virtuali

I musei virtuali: visitare i luoghi d’arte in Italia con i migliori tour online
Le più belle iniziative dei luoghi d'arte in Italia che rendono accessibili i loro spazi e le loro opere grazie ai musei virtuali


A causa della recrudescenza della pandemia, le mostre e i servizi di apertura al pubblico dei musei e delle aree archeologiche sono state sospese.  La cultura è uno dei beni più preziosi dell’Italia, la cultura è materia viva. L’idea di creare visite virtuali e attività on line nasce da qui, dal desiderio dei più famosi musei italiani di rendere accessibile il patrimonio artistico, tra spazi d’arte, cineteche, teatri e biblioteche.

Per tutti gli appassionati di arte l’apertura dei musei virtuali è un’occasione imperdibile per poter andare alla scoperta di cataloghi, collezioni, approfondimenti di opere attraverso visite on line e virtual tour.  In attesa di poter riprendere a visitare l’immenso patrimonio culturale italiano, i musei italiani e le aree archeologiche offrono la possibilità di esplorare opere, autori e percorsi tematici comodamente da casa attraverso uno smartphone o un PC. Tra siti internet e account social, vi consigliamo alcuni musei e luoghi d’arte italiani da visitare online con i migliori virtual tour.

musei virtuali

Musei Vaticani

I Musei Vaticani mettono a disposizione del pubblico alcuni tour virtuali gratuiti, fra cui quello della celeberrima Cappella Sistina. Le varie stanze sono esplorabili attraverso notevoli immagini a 360°, che costituiscono un accettabile compromesso per questo periodo di assenza forzata dai musei.

Il Museo Egizio di Torino

Fra i luoghi di cultura costretti a chiudere i battenti al pubblico c’è anche il Museo Egizio di Torino, che tuttavia ha messo a disposizione gratuitamente numerosi contenuti. Due volte a settimana sono caricate sul canale YouTube del museo Le Passeggiate del Direttore, visite virtuali condotte dal Direttore Christian Greco. Possiamo inoltre visitare virtualmente la mostra temporanea Archeologia Invisibile e la sezione Istantanee dalla collezione, video in cui i curatori raccontano alcuni degli oggetti più curiosi del museo. Infine, possiamo accedere online al database della collezione, ricco di immagini e informazioni, e a quello specifico della collezione papiri.

musei virtuali

La pinacoteca di Brera

Anche la Pinacoteca di Brera mette a disposizione del pubblico un tour virtuale gratuito, allestito appositamente in maniera tale da migliorare la fruizione delle varie opere attraverso la stragrande maggioranza dei browser Internet.

I musei virtuali: la Galleria degli Uffizi

Non poteva mancare nel nostro excursus sui musei virtuali uno dei luoghi d’arte più conosciuti e amati del mondo, la Galleria degli Uffizi. In attesa di poter tornare a Firenze per una visita dal vivo, possiamo fare un tour virtuale in 3D di 10 sale del museo, fra cui quelle dedicate a Tiziano e Tintoretto.

Le scuderie del Quirinale

Anche le scuderie del Quirinale si sono adeguate alle chiusure, mettendo gratuitamente a disposizione del pubblico Raffaello oltre la mostra, una serie di video-racconti, approfondimenti e backstage della mostra Raffaello.1520-1483, costretta a un interruzione per i motivi che già sappiamo.

Duomo di Milano

Fra i musei virtuali a disposizione del pubblico, non poteva di certo mancare il Duomo di Milano. In questo periodo di chiusura forzata, possiamo comunque ammirare l’abbagliante bellezza del Duomo in una serie di fotografie panoramiche, che spaziano dall’interno della Cattedrale alla Terrazze, comprendendo anche il Grande Museo.

Fondazione Prada

Fondazione Prada ripensa la propria comunicazione digitale e, in questo momento di emergenza, trasforma questa crisi in un’opportunità di studio e approfondimento. Per questo l’istituzione ha trasformato il suo sito e i canali social, a partire da Instagram, Facebook, Twitter, Vimeo e Youtube, in una proposta culturale e in strumenti per sperimentare nuovi format e visite virtuali alle mostre. Un laboratorio di idee come Virtual Reality, un progetto che permette di visitare gli spazi, le mostre e le iniziative e le collezioni di Prada, che ci regala una vera immersione nell’universo della maison di Miuccia Prada e Patrizio Bertelli.

musei virtuali

Basilica di San Marco

Fra le meraviglie dell’arte chiuse temporaneamente al pubblico c’è anche la Basilica di San Marco a Venezia, una delle più suggestive location in tutto il mondo. Per rimediare alla temporanea impossibilità di visitare questo luogo, sono disponibili per i turisti tre tour virtuali: uno per l’interno della Basilica, che comprende il Tesoro e Santuario di San Marco, uno per l’esterno e uno per la Piazzetta San Marco.

MAXXI

Fra i musei virtuali che è possibile visitare in questo periodo di restrizioni c’è anche il MAXXi di Roma. Grazie alla collaborazione con il Google Art Project, a questo indirizzo è possibile visitare una selezione di 55 opere delle collezioni di Arte, Architettura e Fotografi, e conoscerne tutte le informazioni.

Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali

Anche i Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali offrono al pubblico una visita virtuale delle varie sale, sviluppata con la tecnologia della Realtà Virtuale Immersiva e realizzata mediante tecniche di elaborazione e montaggio fotografico. Il tour è disponibile gratuitamente a questo indirizzo e richiede l’installazione di Flash player.

Colosseo

Fra i musei virtuali e i luoghi d’arte che possiamo visitare in questo periodo c’è anche il leggendario Colosseo di Roma, che già prima della pandemia aveva messo a disposizione dei propri visitatori un virtual walking tour in 4K, lungo un’ora. Potete ammirare il filmato direttamente qui sotto.

I musei virtuali: Ara Pacis

Un’altra possibilità a nostra disposizione in questo periodo di forzata assenza dai luoghi di cultura è il tour virtuale del Museo dell’Ara Pacis,  uno dei luoghi più suggestivi e ammirati di tutta Roma. Anche per questo tour, totalmente gratuito, è necessaria l’installazione di Flash player.

 


Lucia Tedesco

Giornalista. Collaboro con diverse testate digitali, occupandomi di società, cultura digitale e cinema. Ho fondato un portale cinematografico, Lost in Cinema.