fbpx
News

Museo Nazionale: l’estate è digitale

Tanti gli eventi promossi sul web dall'ente

Il programma per l’estate 2020 al Museo Nazionale Scienza e Tecnologia Leonardo da Vinci si presenta in formato digitale. Presenta un’offerta culturale che spazia dalle visite guidate individuali, fruibili direttamente attraverso il proprio smartphone, alle applicazioni per scoprire le parti principali del Padiglione Ferroviario e del sottomarino Enrico Toti.

Museo Nazionale

La sezione di podcast del Museo si arricchisce infatti di una nuova proposta che va ad aggiungersi ai 32 contenuti dedicati alle Gallerie Leonardo: La scoperta del cielo, il podcast che parla di temi legati ad Astronomia e Spazio. Il curatore Luca Reduzzi, nel corso dei 16 contenuti, condurrà l’ascoltatore alla scoperta dell’esplorazione spaziale partendo dalle collezioni del Museo e arrivando alle profondità dell’Universo. Contestualmente, primi audio saranno già disponibili dalla prima settimana di agosto sulle piattaforme Spotify, Apple Podcasts, Google Podcasts, iHeartRadio, Deezer, Soudcloud, Spreaker, Castbox, Podcast Addict, Podchaser, JioSaavn. Proseguiranno con la continua pubblicazione per tutto il mese. Tuttavia, non mancano poi le esperienze in realtà aumentata con l’app Train Stories , grazie alla quale poter entrare nel vagone ristorante dello storico convoglio La Valigia delle Indie, e quelle in realtà virtuale con l’App Toti Submarine Virtual Experience per immergersi nei dei segreti del celebre sottomarino.

Attività nel lockdown

Durante il lockdown, tuttavia, il Museo ha continuato il dialogo con il suo pubblico attraverso il progetto #storieaportechiuse. È un racconto fatto di ben 150 storie originali e 50 storie flash, pubblicate ogni giorno per 4 mesi, per un totale di 226 post su Facebook, 202 su Instagram e 126 video su YouTube, che hanno virtualmente accompagnato all’interno del Museo attraverso pillole-video, immagini e documenti inediti su temi di scienza, tecnologia, attualità, dietro le quinte ed educazione. Oggi tutte le storie sono disponibili nella sezione dedicata sul sito ufficiale del Museo, dove si potranno recuperare le informazioni pubblicate nei mesi scorsi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button