fbpx
MobileNewsTech

Tutto quello che sappiamo su Pixel 6

Il prossimo smartphone di Google promette di essere una rivoluzione nel mondo Android

Google ha di recente confermato alcuni dettagli interessanti su Pixel 6 e Pixel 6 Pro, la nuova linea di smartphone che l’azienda propone per sfruttare al massimo Android 12. Fotocamere più potenti, design originali e soprattutto un processore progettato direttamente a Mountain View dal team di ingegneri di Google. Ecco tutti i dettagli, le caratteristiche e le novità in arrivo sui Google Pixel 6 e 6 Pro.

Google Pixel 6 e 6 Pro: le caratteristiche del nuovo top di gamma Android

Pochi giorni fa la compagnia ha annunciato di voler continuare la linea di smartphone Pixel, arrivata alla sesta generazione. Ma quest’anno ha intenzione anche di introdurre una variante Pro, che avrà delle caratteristiche premium extra. Stiamo parlando soprattutto di schermo e fotocamera, mentre sembra che il cuore computazione sia lo stesso: un nuovo processore chiamato Tensor. Ma andiamo con calma mentre esploriamo le varie caratteristiche dei nuovi due modelli di Pixel 6.

Un design originale

google-pixel-6-pro-design-caratteristiche-min

Oltre ad aver annunciato il nome della nuova linea, che continua con le convenzioni, Google ha anche mostrato le prime immagini ufficiali. Che invece mostrano un design nuovo per la serie. L’elemento più evidente è quello fotografico, disposto in orizzontale con un bump a fascia davvero interessante. Il rialzo rispetto al corpo del telefono sembra molto pronunciato, anche coprire il telefono con una cover potrebbe mitigare l’effetto. Ma per lo meno il design orizzontale dovrebbe garantire un po’ di stabilità in più quando appoggiate lo smartphone sulla scrivania.

Google ha inoltre confermato che la versione Pro avrà una scocca raffinata in alluminio attorno alla fotocamera, il che fa pensare che il retro del telefono sia in vetro (a giudicare dalle foto). Il Pixel 6 classico invece dovrebbe avere un design in alluminio opaco.

L’azienda ha confermato che avrà un buco centrale per la fotocamera frontale. Il modello Pro dovrebbe avere lo schermo che curva sui lati, mentre il modello base avrà un design piatto. Infine, tante le varianti di colore, con il corpo diverso dal top. Per il modello base:

  • Arancione con il top pesca
  • Blu con il top lime
  • Grigio con il top argento

Mentre per il Pro:

  • Giallo con il top arancio
  • Bianco con il top grigio
  • Grigio con il top argento

Le caratteristiche di Pixel 6: il chip Tensor

La novità più attesa riguarda il primo processore sviluppato in casa da Google, il chip Tensor. Noto fino a qualche giorno fa come “Progetto WhiteChapel”, è un SoC (System on Chip) creato apposta per sfruttare al massimo il nuovo software Android.

google-tensor-chip-pixel-6-pro-min

Google non ha fornito molti dettagli sul processore. Non sappiamo quali siano le sue componenti, anche se negli ultimi mesi si è vociferato di una collaborazione con Samsung per utilizzare le GPU Mali come i top di gamma coreani. Sappiamo per certo solo che il CEO di Google Sundar Pichai ha detto che: “L’AI è il futuro del nostro lavoro innovativo, ma il problema in cui siamo incappati sono le limitazioni computazionali che ci hanno impedito di raggiungere i nostri obiettivi. Quindi abbiamo costruito una piattaforma tecnologica per il mobile capace di portare la nostra rivoluzionaria AI e machine learning (ML) ai nostri utenti Pixel. Ci siamo prefissati di costruire il nostro System on Chip (SoC) per dare potenza a Pixel 6. E ora, anni dopo, ci siamo quasi”.

L’intelligenza artificiale dovrebbe migliorare le capacità fotografiche e nel registrare video. Ma anche aiutare a comprendere il linguaggio umano meglio: ottima cosa per traduzioni simultanee, dettatura del testo e soprattutto per utilizzare al massimo l’Assistente Google.

La potenza di questo chip quindi non sarebbe tanto nelle prestazioni migliorate (anche se Google promette velocità ottime) quanto nelle nuove funzionalità. Che per ora Google non ha intenzione di rivelare. Ma di cui siamo certi che parleremo molto presto.

Google Pixel 6 e 6 Pro: tutte le altre caratteristiche confermate

Se il processore è la novità più significativa, le altre caratteristiche confermano le intenzioni dell’azienda. Pixel 6 sarà un dispositivo della categoria emergente dei “top di gamma economici”, quegli smartphone che hanno le prestazioni dei migliori ma hanno qualche caratteristica in meno. Pixel 6 Pro invece sarà un flagship senza se e senza ma, uno smartphone con le migliori caratteristiche sul mercato. Per la prima volta Google si mette direttamente contro prodotti come gli iPhone Pro e i Galaxy Ultra.

google-pixel-6-pro-caratteristiche fotocamera-min

Il Pixel 6 avrà uno schermo da 6,4 pollici con risoluzione FHD+ (1080p) e un refresh rate da 90Hz. Viceversa, il Pro sarà più grande (6,7 pollici) e avrà una risoluzione QHD+ (1440p) e un refresh rate da 120Hz, in linea con i migliori smartphone Android sul mercato (anche Apple dovrebbe debuttare il suo primo schermo da 120Hz quest’anno). Entrambi avranno un sensore per le impronte nello schermo. E tutti e due utilizzeranno al massimo Android 12, il nuovo sistema operativo sviluppato in casa Google.

Al momento Google non ha rivelato dettagli sulle batterie Ma ci aspettiamo che siano vicini ai top di gamma anche in questo campo. Le voci di corridoio parlano di 4.614mAh per il base e 5.000mAh per il Pro. Il modello base dovrebbe 8GB di RAM, mentre il Pro né avrà presumibilmente 12GB. Entrambi dovrebbero avere i tagli da 128 e 256GB per la memoria, con il Pro che arriva fino a 512GB. Ma i dettagli in quest’ultimo paragrafo non sono confermati da Google, a differenza dei dettagli sugli schermi.

Fotocamere

Per il momento Google ha solo confermato che il Pixel 6 avrà due fotocamere, una principale e un’ultra-wide. Mentre il top di gamma avrà anche un telefoto 4X ottico, per zoom di livello. Il sensore principale dovrebbe essere da 50MP, facendo un grande salto di qualità, visto che l’ultima volta che Google ha cambiato il sensore è stato per il Pixel 3.

L’ultra-wide dovrebbe invece essere da 8MP, quanto serve per sfruttare l’incredibile software fotografico che abbiamo conosciuto nei Pixel in questi anni. Il teleobiettivo sul Pro dovrebbe permette di zoomare fino a 4X senza nessuna perdita di qualità. Ma sappiamo che Google ha fatto un grande lavoro anche per lo zoom ibrido, quindi può darsi che vedremo anche altri livelli di zoom sul dispositivo.

La fotocamere per i selfie dovrebbe essere una sola, da 8MP per il modello base e da 12Mp per il Pro.

Pixel 6 e 6 Pro: prezzi e disponibilità dello smartphone Google

La prima notizia da dare potrebbe essere negativa. Per il momento l’uscita di Pixel 6 e del suo fratello maggiore è confermata solo in: Australia, Canada, Francia, Germania, Giappone, Taiwan, UK e USA. Ma questo non significa che non arriverà in Italia: sembra che Google voglia accertarsi di avere abbastanza dispositivi prima di confermare l’uscita, cosa complicata dalla carenza di chip di quest’ultimo anno. Forse Pixel 6 potrebbe ritardare a scavalcare le Alpi, ma sembra certo che arrivi anche nel nostro Paese.+

AGGIORNAMENTO 01/08/21: sembra confermato che l’annuncio del nuovo smartphone dovrebbe arrivare il 19 ottobre (insieme ai pre-ordini), con l’arrivo negli Store previsto per il 28 dello stesso mese.

Per il prezzo, non ci sono certezze. Il Pixel 5 costava 629 euro all’uscita e resta probabile che la versione di base possa partire sotto le 700 euro, con un lieve rincaro. Ma la versione Pro potrebbe per la prima superare la soglia dei 1.000 euro. Un top di gamma non solo nelle caratteristiche ma anche nel prezzo, Pixel 6 Pro coprirà la stessa fetta di mercato di iPhone Pro Max e tutti gli altri flagship.

Per conoscere da vicino questi nuovi smartphone e testarli per una recensione, dovremo aspettare con ogni probabilità la fine di settembre o anche l’inizio di ottobre. Ma prima di quella data potremo conoscere molti altri dettagli: vi terremo informati.

Bestseller No. 1
Google Pixel 5 5G (2020) GTT9Q 128GB Factory Unlocked...
  • 6.0" Inch, OLED Capacitive Touchscreen, 16M Colors, 1080 X 2340 Pixels, Corning Gorilla Glass 6
  • 2G : GSM 850 / 900 / 1800 / 1900 and/or 3G : UMTS/HSPA+/HSDPA 800(B6) / 800(B19) / 850(B5) / 900(B8) / 1700|2100(B4) /...
  • 128GB Storage, 8GB RAM
Source
Android Authority

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button