fbpx
Videogiochi

Pokémon GO festeggia il quinto anniversario: la storia del suo successo

Pokémon GO ha compiuto il suo quinto anno di età proprio questa estate. Da quanto è uscito, nel 2016, il gioco di Niantic ha saputo farsi strada nei cuori degli appassionati delle creaturine tascabili, anche grazie ad una lunga serie di aggiornamenti che hanno aggiunto nuove modalità di gioco, oltre che a mostriciattoli inediti da catturare. Ripercorriamo quindi la storia di Pokémon GO, dal suo lancio fino al suo quinto anniversario.

Pokémon GO: una storia iniziata nel 2016

Pokémon GO nasce, come abbiamo già detto, nel 2016, più precisamente il 15 luglio in Italia, dopo un’interessante campagna marketing incentrata sulla magia dell’incontrare i Pokémon durante le nostre passeggiate in giro per le città che abitiamo. Quando il gioco uscì fu un successo senza precedenti e, durante i mesi successivi al lancio sembrava di essere tornati negli anni ’90, momento nel quale imperversava la Pokémon Mania.

L’esplosione iniziale del fenomeno GO ebbe però, in un certo senso, vita breve. Appena finiti i mesi estivi l’utenza andò progressivamente scemando, anche perché al lancio le attività che si potevano svolgere nel gioco erano davvero poche. Si potevano catturare i Pokémon, ma soltanto quelli di prima generazione, Leggendari non inclusi; mentre le sole lotte Pokémon erano relegate alla conquista delle palestre, una meccanica che rischiava di venire a noi molto presto.

Pokémon Go anniversario

Tuttavia, come forse saprete, Niantic è stata in grado nel tempo di cambiare totalmente le carte in tavola, al punto che Pokémon Go ha un trend di crescita salutare che continua dal giorno in cui è stato lanciato e che nemmeno la pandemia è stata in grado di arrestare.

Secondo ai dati di Sensor Tower il gioco ha generato circa 5 miliardi di fatturato nei suoi primi 5 anni di vita, e il 2021 potrebbe portare a Niantic ancora più introiti, dato soltanto nei primi 6 mesi di quest’anno la compagnia ha già certificato il raggiungimento di 646 milioni di ricavi. Andiamo ad analizzare come Niantic è riuscita a rendere Pokémon Go un’applicazione così tanto apprezzata.

Raid, missioni e PvP

La prima meccanica degna di nota introdotta in Pokémon GO è quella relativa ai Raid, i quali approdano in game nel 2017. I Raid non sono altro che bossfight in puro stile MMO contro Pokémon estremamente forti e resistenti che possono apparire nelle varie palestre per un periodo limitato di tempo. Insieme ai Raid Niantic ha cominciato ad introdurre nel gioco il concetto di Pokémon Leggendario, ottenibile soltanto previa sconfitta nelle bossfight.

Dato che i Raid sono attività pensate per essere svolta da gruppi nutriti di giocatori, l’ovvio effetto che hanno avuto è stato quello di creare dei piccoli nuclei di appassionati in praticamente ogni luogo del mondo. Pensate che c’è stato un periodo dove praticamente ogni città, anche in Italia, aveva la sua nicchia di appassionati che si organizzava tramite app di messaggistica per andare ad affrontare il Pokémon Leggendario del caso.

Pokémon Go anniversario

I Raid sono ancora una delle attività più apprezzate del gioco, in parte perché sono quelle che fanno più leva sulla sua componente sociale e in parte perché catturare i Pokémon Leggendari dopo averli affrontati in lunghe battaglie in compagnia è un’esperienza davvero gratificante.

Più recentemente poi, nel 2020, Niantic ha aggiunto le Lotte GO, una vera e proprio modalità PvP in cui gli allenatori possono affrontarsi e mettere in mostra le abilità dei loro Pokémon migliori. Sebbene le ricompense delle lotte siano a volte davvero ottime, questa è sicuramente una delle componenti più deboli di GO, dato che si basa principalmente sulla fortuna.

Ovviamente tutte queste aggiunte sono arrivate mentre il team aggiungeva progressivamente le creature delle generazioni più recenti. Al momento siamo arrivati alla sesta generazione e stanno circolando rumor sull’imminente arrivo della settima.

Il quinto anniversario di Pokémon GO

Oggi, in questa estate del 2021, Pokémon Go arriva al suo quinto anniversario in una forma completamente diversa e nettamente più evoluta rispetto a quella in cui era partito. Non solo il gioco ha saputo cambiare nel tempo aggiungendo tutte le componenti di cui abbiamo parlato fino a questo momento, Niantic è stata anche costretta a rivedere alcune meccaniche di gioco per far fronte all’emergenza sanitaria da Covid-19.

Giusto per fare l’esempio più emblematico di tutti, la compagnia ha introdotto la possibilità di effettuare i Raid da remoto e su invito, tramite l’utilizzo di uno speciale biglietto creato proprio con la pandemia in mente. Questo ha permesso ai giocatori di partecipare ai raid anche da casa (prima da effettuare rigorosamente in presenza) e di mantenere attive le community.

Pokémon Go anniversario

Contemporaneamente sono aggiunte anche le mega evoluzioni, che necessitano di una particolare energia ottenibile proprio tramite raid. Una meccanica che, neanche a dirlo, non ha mancato di revitalizzare la community anche in tempi di Covid.

Questa scelta sembra aver giovato molto a Niantic dato che, commercialmente parlando, il 2020 è stato uno degli anni migliori di GO. Ora il gioco sembra avere la strada spianata verso il futuro e i fan stanno già aspettando che arrivi in game Mega Mewtwo, comparso nella key art promozionale del quinto anniversario.

MOPEI New Version Phone Swing Device Hatching Eggs or Buddy...
  • This phone shaker device can achieve your weekly fitness goal without efforts, unlocking rewards at distances in Pokemon...
  • The phone walker is ideal for those people who are doing corporate steps challenges to get rewards with freebies for...
  • The step counter device features three kinds of working modes, running mode(fast speed), jogging mode(medium speed) and...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button