fbpx
HotRecensioniRecensioni VideogiochiVideogiochi

La recensione di Ratchet & Clank Rift Apart: che ritorno!

Ratchet & Clank Rift Apart è il nuovo capitolo di una delle saghe che ha segnato la storia dei videogiochi, e anche la mia. La serie di Insomniac Games mi fa – e ci fa – compagnia dal 2002, da quando il tizio con le orecchie pelose e la piccola lattina che abita sulla sua schiena sono sbarcati su PlayStation dando vita all’allora insolito mix tra platform e sparatutto. Dopo anni passati in compagnia di Super Mario e Crash, Sony proponeva un titolo che aveva l’aspetto tenero e giocoso dei rivali ma le sequenze adrenaliche degli shooter. Insomma, un gioco per bambini cresciuti ma non troppo.
Questa miscela esplosiva la ritroviamo anche oggi nel nuovo capitolo della saga di Insomniac Games, in arrivo su PlayStation 5 l’11 giugno. Dopo 20 anni il rischio di dare vita ad un prodotto noioso e ripetitivo era alta ma, a mio avviso, la software house americana se l’è cavata egregiamente. Ne parliamo in questa recensione di Ratchet & Clank Rift Apart.

Ratchet & Clank Rift Apart: la recensione

Ratchet & Clank Rift Apart recensone

Ratchet and Clank Rift Apart vi catapulterà in un guazzabuglio dimensionale, un vero e proprio cataclisma che metterà a repentaglio gli universi. Eh sì, uno non bastava. Il nuovo capitolo della serie vi costringerà così a viaggiare parecchio ma no, niente mezzi di trasporto tradizionale. Qui si parla di varchi dimensionali che vi permetteranno, tra le altre cose, di conoscere un nuovo inedito personaggio, Rivet, una lombax che aiuterà Ratchet a sconfiggere il malvagio di turno e a frenare le sue ambiziose mire espansionistiche. Qualcuno ha forse nominato Dottor Nefarious?

Fin qui nulla di stravolgente. Sembra tutto molto simile al passato. Le anomalie dimensionali però non sono un mero espediente narrativo bensì un escamotage per aggiungere delle novità al gameplay. Fanno così la loro comparsa le “sacche dimensionali”, luoghi che ospitano preziosi elementi necessari a comporre armature più potenti per i nostri lombax di fiducia.
Le anomalie dimensionali inseriscono inoltre dei piccoli – ma mai troppo ostici – puzzle game a cura di Clank. Attraverso il lancio di sfere con funzionalità differenti il nostro robottino di latta dovrà condurre i suoi cloni alla meta. Il fine? Riparare le anomalie.

Un arsenale variegato

Tutte queste novità consolidano un gameplay già rodato nel corso degli anni. Le armi matte, mattissime, continuano ad esserci e a divertire grandi e piccini, complice anche l’approccio totalmente arcade: niente rinculo, niente peso e niente traiettore complesse.
Ma quale bocca di fuoco scegliere? Ad aiutarvi ci pensa la ruota delle armi che, oltre a permettervi di selezionare quella perfetta per lo strampalato cattivone di turno, vi fa prendere un po’ di fiato durante i combattimenti che, vi assicuro, sono davvero concitati.
Non pensate però di cambiare arma ad ogni salto. Per proseguire nel gioco è fondamentale potenziare il vostro arsenale e per farlo dovrete seguire due step: usare il più possibile le armi per farle aumentare di livello e “spendere” il rarithanium raccolto nelle fasi esplorative per potenziare le singole skill. Non fate i furbi: dovrete imbracciare anche le armi che vi piacciono di meno, altrimenti la vostra vita diventerà alquanto complicata.

Tecnicamente ineccepibile

Il comparto grafico e artistico sono uno degli elementi di forza di Ratcht & Clank Rift Apart, capaci di mettere di fronte ai nostri occhi mondi coloratissimi e nuovi universi. Il livello di dettaglio raggiunto è davvero impressionante, basti pensare al manto villoso di Ratchet che sembra talmente reale che vi verrà voglia di accarezzarlo.

Il salto qualitativo rispetto ai capitoli precedenti è a dir poco evidente: i giochi di luce, le particelle, ma anche la gamma dinamica offerta dall’HDR rendono questo titolo un capolavoro di animazione che vi farà sgranare gli occhi fin dai primi minuti.

Tutto questo è reso possibile dalle potenzialtà di PS5: optando per la modalità Prestazioni si può godere dei 60 fps stabili senza mai nessun tipo di esitazione a schermo. La fluidità è estrema anche con centinaia di cattivi in campo e milioni di proiettili sparati all’impazzata. I caricamenti tra cutscenes e momenti di gioco sono praticamente annullati grazie all’SSD interno di PS5. Tecnicamente è impeccabile, pur avendo giocato senza la patch del Day One.

Se aggiungiamo anche la piacevole sensazione offerta dal controller Dual Sense, abbiamo fatto bingo. I grilletti si adattano a ogni singola arma e il feedback aptico vi farà percepire delle mini vibrazioni ogni volta che verrete colpiti o che sparerete un colpo. Insomma, il controller di PlayStation 5 è davvero un oggetto raffinato, congegnato ad arte.

Noia? Non c’è nel dizionario di Ratchet & Clank

Ratchet & Clank Rift Apart recensone

Di Ratchet & Clank Rift Apart ho apprezzato molto anche la longevità: ho giocato circa 18 ore per completare la storia principale con una percentuale di completamento dell’82%. Ce ne vorranno altre dieci per arrivare davvero al 100%. Niente male per un platform colossale come questo.

Le ore in compagnia del Lombax e del suo fedele compagno sono volate. Non ho avuto il tempo di annoiarmi: le mappe non sono mai troppo guidate o troppo piccole e le fasi di gameplay, puzzle, esplorazione e sparatorie sono sempre ben bilanciate e alternate.

Ratchet & Clank Rift Apart recensione: un gioco imperdibile

Ratchet & Clank Rift Apart è, a mio avviso, un gioco imperdibile. Un titolo da non farsi sfuggire se siete riusciti ad accaparrarvi una PlayStation 5. Forse mi sarei aspettata qualche novità in più per quanto riguarda il gameplay. Capisco che “squadra che vince non si cambia” ma proprio perché ha sempre funzionato in passato, avrei apprezzato uno sforzo creativo in più.
Detto questo però, il titolo di Insomniac Games diverte, intrattiene e appassiona. E no, questo non vale solo per i fan della prima ora come la sottoscritta: se non avete mai giocato a uno dei titoli della saga, potrete comunque godere appieno di Ratchet and Clank Rift Apart senza nessuna difficoltà. Anzi, probabilmente rimarrete ancor più a bocca aperta da ciò che gli sviluppatori sono stat in grado di tirare fuori dal cilindro.

Ratchet & Clank: Rift Apart - PlayStation 5
  • Gli avventurieri intergalattici sono tornati per una nuova fantastica avventura in Ratchet & Clank: Rift Apart, ultimo...
  • In questa ultima avventura, gli eroi affronteranno un imperatore robotico vuole conquistare i mondi interdimensionali....
  • Il gioco si svolgerà in diverse dimensioni con ambientazioni completamente nuove ed ingaggianti.

Fjona Cakalli

Amo la tecnologia, adoro guidare auto/camion/trattori, non lasciatemi senza videogiochi e libri. Volete rendermi felice? Mandatemi del cibo :)

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button