RecensioniTech

Recensione Honor 9 Lite, il medio di gamma premium con 4 fotocamere

Honor 9 Lite è un interessante medio di gamma, ben costruito e con prestazioni interessanti. La sue killer feature dovrebbe stare nella presenza di quattro fotocamere, ma non credo sia proprio così.

Estetica e display

Honor riesce quasi sempre a concepire smartphone interessanti in questa fascia di prezzo e questo device lo ha confermato. A livello estetico, il back panel è in vetro esattamente come la protezione del display. Invece, le cornici sono totalmente in alluminio. Le sue dimensioni sono di 151×71.9×7.6 millimetri per un peso complessivo di 149 grammi.

Il display è un IPS LCD con risoluzione Full HD+, buona visibilità in tutte le condizioni di luminosità ed una buona resa dei colori. Il rapporto d'aspetto 18:9 permette di inserire uno schermo da 5,65" all'interno di un device dalle dimensioni piuttosto contenute.

Addirittura, sarete in grado di svolgere qualche operazione utilizzando una sola mano. Insomma, un display molto interessante e dalle impostazioni potrete inoltre tarare la temperatura del colore e personalizzare altre feature.

Hardware e software

L'hardware di Honor 9 Lite è da buon medio di gamma. Al suo interno, un pocessore octa core di casa Huawei e sufficiente RAM:

  • Soc: Kirin 659;
  • RAM: 3GB;
  • Memoria interna: 32GB con possibilità di espansione tramite microSD;
  • Batteria 3000 mAh;
  • Supporto dual Sim dual stand-by.

L'hardware è sufficiente per un utilizzo quotidiano con qualche picco intenso in determinati momenti. Il sistema operativo su questo medio di gamma è Android Oreo sotto interfaccia utente EMUI 8.0. L'ottimizzazione hardware/software ha ancora bisogno di qualche miglioramento, ma in generale l'esperienza utente è buona.

L'autonomia energetica è sufficiente, ho coperto più di una giornata (una e mezzo per la precisione) utilizzandolo come secondo device. Se lo acquisterete come primo dispositivo, a fine giornata potreste aver bisogno di attaccare Honor 9 Lite ad un power bank o al suo caricabatterie. Il ciclo di ricarica dall'0% al 100% dura circa un'oretta e mezzo perché non è disponibile la ricarica rapida. Purtroppo, lo standard utilizzato è ancora il microUSB. Ovviamente, sono presenti tutte le forme di risparmio energetico del caso.

La GPU riesce a reggere anche il gaming. Non ho avuto problemi a testare il solito Dead Trigger 2 giocando con una buona fluidità.

LEGGI ANCHE: recensione Honor 7X

Multimedialità: audio e fotocamere

Come anticipato, la killer feature di Honor 9 Lite dovrebbe essere proprio la presenza di quattro fotocamere, due sul posteriore ed altrettante sul frontale. Per tutti la combinazione è 13+2MP.

La camera principale, con flash LED e messa a fuoco a rilevamento di fase, offre scatti accettabili purché le condizioni di luminosità siano complici. Non è certamente un camera phone e lo si nota immediatamente. Il sensore da 2MP è responsabile di garantire la corretta profondità di campo e, dunque, il sospirato effetto Bokeh. Tuttavia, non ho rilevato qualità particolari. La stessa cosa vale per i video, girati con la massima risoluzione Full HD.

La camera frontale è invece una novità. Un doppio sensore pronto ad offrire selfie con sfondo sfocato. Ho fatto diverse prove fotografiche ed in diverse condizioni. Secondo me, Honor 9 Lite – con il suo comparto fotografico frontale – non supera tutti i dispositivi top di gamma muniti di "una sola" camera, ma riesce sicuramente a fare meglio di parecchi competitor della stessa fascia e qualche top di gamma (come Honor 9 stesso). Anche qui, il segreto per dei buoni selfie risiede nelle condizioni di luminosità. Se saranno scarse, il rumore degli scatti sarà abbastanza elevato.

L'audio proviene da uno speaker audio mono purtroppo un po' deludente. Gli alti non sono il massimo ed i bassi non abbastanza profondi, spesso avrete l'istinto di premere il bilanciere del volume verso l'alto, per cercare di alzare un po' il volume.

Connettività e sensori

La massima forma di connettività, relativa ai dati mobili, è l'LTE. La ricezione è nella media, non ho avuto problemi. Non manca il supporto al dual SIM dual stand-by.

Presente anche il Wifi (purtroppo non dual band), il Bluetooth 4.2, il GPS (con A-GPS e Glonass). Inoltre, una chicca per i medio di gamma Honor, è presente l'NFC.

La suite dei sensori è abbastanza completa: luminosità/prossimità, accelerometro, bussola ed anche il sospirato giroscopio (spesso assente su questa fascia di device). Infine, il buon lettore d'impronte digitali – posizionato sul posteriore – è veloce ed abbastanza preciso.

LEGGI ANCHE: recensione Honor 9

Pro e contro di Honor 9 Lite

Lo comprerei? Si. Lo sceglierei per questi motivi:

  • Ottimo equilibrio fra qualità e prezzo;
  • Buone prestazioni hardware e software;
  • Display ampio con rapporto d'aspetto 18:9;
  • estetica accattivante.
Tuttavia, ci sono dei piccoli compromessi ai quali scendere se deciderete di acquistare Honor 9 Lite. Nulla di inammissibile, ma sicuramente si tratta di dettagli che avrebbero potuto renderlo ancora più completo:

  • Assenza di Wifi dual Band;
  • Ingresso microUSB ormai obsoleto, anche gli entry level più economici iniziano ad adottare il type-C;
  • Speaker audio un po' troppo debole.

Insomma, Honor 9 Lite è promosso con un paio di "ma". Del resto, nessun device è perfetto ed il suo prezzo (229€ di listino) invita a soprassedere sulle pecche del dispositivo.

Tags
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker