NewsVideogiochi

Red Bull Factions: i team che si affronteranno alla Milan Games Week

Conclusa la fase di qualificazione online, è ormai tutto pronto per il noto torneo di League of Legends

Il Red Bull Factions, torneo italiano di League of Legends giunto ormai alla sua terza edizione, è ufficialmente entrato nel vivo con la conclusione della seconda fase di qualificazione online, avvenuta qualche giorno fa. Nell’ultima partita, che si è tenuta il 7 settembre, il team iDomina Esports ha portato a casa la vittoria, anche grazie alle performance dei nuovi membri Deidara e Dragane

I numeri del Red Bull Factions

Alla terza edizione del Red Bull Factions hanno preso parte ben 45 squadre tra i Qualifier di luglio e quelli di settembre. Team di ogni tipo e livello hanno partecipato all’evento, dagli esordienti alla prima esperienza ufficiale ai nomi più importanti della scena competitiva italiana. A emergere vincitori dalle due fasi di qualificazione sono stati gli Outplayed e, come riportato sopra, gli iDomina Esports.

Il prossimo passo è quindi la finalissima del torneo, prevista per il 7 ottobre nell’arena PG Esports della Milan Games Week 2018, davanti ai tanti appassionati che accorreranno per assistere alla sfida. A supporto della competizione ci sarà anche Predator, brand di Acer dedicato ai gamer, impegnato insieme a Red Bull per la creazione di un solido panorama esport italiano. L’incontro vedrà affrontarsi, oltre ai vincitori delle qualificazioni online, anche il Team MOBA, invitato direttamente da Red Bull, e ovviamente il Team Forge, campioni in carica sin dalla prima edizione del Red Bull Factions. Riusciranno a mantenere il titolo anche quest’anno? Staremo a vedere!

Tags

Mattia Chiappani

Ama il cinema in ogni sua forma e cova in segreto il sogno di vincere un Premio Oscar per la Miglior Sceneggiatura. Nel frattempo assaggia ogni pietanza disponibile sulla grande tavolata dell'intrattenimento dalle serie TV ai fumetti, passando per musica e libri. Un riflesso condizionato lo porta a scattare un selfie ogni volta che ha una fotocamera per le mani. Gli scienziati stanno ancora cercando una spiegazione a questo fenomeno.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker