fbpx
AutoElettricoMotoriNews

Renault Mégane E-TECH, dopo 25 anni è diventata elettrica e (quasi) Crossover

Per tutti arriva nella vita il momento di cambiare, a volte in modo leggero, altre invece in maniera più radicale. Quel momento per Renault Mégane arriva adesso: addio alla compatta a due volumi da oltre 25 anni sul mercato, è il momento per evolversi in qualcosa di diverso. Quel qualcosa si chiama Renault Megane E-TECH, il 2022 sarà l’anno di lancio e della vecchia Mégane conserverà solo il nome. Sotto queste linee audaci e (quasi) da crossover si nasconde una vettura esclusivamente elettrica, con una meccanica interessante e tanti contenuti. Quali? Scopriamolo insieme.

Da fuori, cambia tutto: Renault Megane E-TECH è originale, quasi un crossover, e più corta di prima

Partiamo subito dall’estetica di questa nuova Renault Megane E-TECH, che dal 2022 cambierà la percezione che si è avuto di questo nome. Nonostante infatti in Renault ci tengano a definirla ancora come una classica compatta, la verità è che le proporzioni e l’aspetto sono da Crossover, come va di moda ormai oggi. In più, l‘eleganza pacata della precedente Mégane termica, presente sul mercato ininterrottamente dal 1995, lascerà spazio ad un’automobile originale e sicura di sè, che riprende alcuni stilemi del brand ma portandoli ad una nuova dimensione.

E a proposito di dimensioni, già qui c’è il primo, grande cambiamento. Rispetto ai 4,36 metri della Mégane termica, infatti, la nuova Renault Mégane E-TECH misura solo 4,21 metri. Ben 15 centimetri in meno, che cambiano completamente la percezione dell’automobile, ora più corta e dall’aspetto più alto e massiccio. Questo cambio nella lunghezza dell’auto, insieme alla presenza di una carrozzeria con linea di cintura molto alta e finestrini piuttosto stretti vanno a dare un’impressione di maggiore altezza di quanto poi sia in realtà. La nuova Mégane E-TECH elettrica è infatti 7 cm più alta della precedente raggiungendo 1,50 m. Tanti, ma non abbastanza da farla diventare un crossover in piena regola.

L’estetica è quindi quello che rende Mégane E-TECH molto più crossover che berlina tradizionale. Il frontale è alto, massiccio e dominato dalla grande Losanga ridisegnata. Manca ovviamente una classica mascherina, visto che non c’è nessun motore che necessita di raffreddamento. Il frontale però non manca di personalità, con il cofano piuttosto lungo e scolpito, e dei fari full LED molto sottili e taglienti. A completare il look frontale è la firma luminosa che ricorda un becco di un rapace, e nella forma richiamano la precedente Mégane termica, che per prima lanciò nel brand Renault le luci diurne a C.

Lateralmente, Renault Mégane E-TECH sfoggia una linea molto massiccia, messa ancora più in risalto dagli enormi cerchi da 21 pollici. Come detto, poi, linea di cintura alta e finestrini sottili le danno un look ancora più SUV-veggiante, mentre sia le portiere anteriori che quelle posteriori hanno maniglie nascoste, a scomparsa quelle anteriori e “annegate” nel taglio dei finestrini come su Clio per quelle posteriori.

Chiudiamo ovviamente con la coda, che ribadisce il taglio più massiccio e importante dell’estetica di quest’auto. Grazie alla piattaforma elettrica di nuova concezione, il passo è molto generoso, da 2,70 m, e questo si riflette anche in uno sbalzo posteriore davvero minimo. La coda poi ha un tetto leggermente discendente, disponibile anche con verniciatura a contrasto, e il portellone è massiccio e maschio. Il diffusore posteriore e la modanatura in plastica e con un profilo dal colore personalizzabile (in oro, in questo caso) aiutano ad alleggerire la parte bassa, mentre spiccano i fari posteriori, anch’essi full LED.

Questi fari corrono verso il logo Renault centrale, andando a citare nuovamente la precedente Mégane termica. In più, la parte luminosa dei fari è formata da una serie di sottilissimi filamenti di luce tagliati a laser, che regalano una firma al buio a dir poco unica. Nel complesso, Renault Megane E-TECH porta nel 2022 un’estetica massiccia, personale e molto originale, che si discosta parecchio dalla precedente Mégane termica ma ne porta avanti alcuni dettagli, modernizzandoli.

E dentro? Dal 2022 Renault Megane E-TECH rivoluzionerà gli interni della Casa: minimal e tecnologici

E il tema della modernizzazione degli stilemi della precedente Mégane non finisce fuori. All’interno, anzi, questa cifra stilistica trova ancora di più la sua concretizzazione. L’impostazione degli interni infatti è piuttosto simile, con il volante sportivo e piacevole da guardare, il quadro strumenti digitale e il grosso schermo dell’infotainment centrale posto in verticale. Sembra tutto come prima, eccetto che nulla, all’atto pratico, è come prima sulla nuova Mégane E-TECH.

Per cominciare, ad esempio, sono spariti i comandi del clima, prima parzialmente fisici, così come il classico tunnel centrale con leva del cambio. La leva ora è posta dietro il volante, e al centro c’è spazio per portaoggetti, portabicchieri e più spazio abitabile. Al centro poi troviamo la grande rivoluzione di Renault Mégane E-TECH, che nel 2022 porterà al debutto il sistema OpenR Link. Si tratta di un nuovo sistema operativo che richiama nella grafica l’EasyLink che abbiamo conosciuto sulle ultime Renault ma è in realtà basato su una piattaforma totalmente differente: Android Automotive. Questa base, ormai sempre più diffusa, permette di sfruttare le mappe di Google, l’Assistente Google e persino il Google Play Store, da cui scaricare app per mappe, musica e tempo libero.

Il grande vantaggio, però, è quello di avere un software fluido, funzionale e sempre aggiornato. Ma oltre a quello che c’è sotto la scocca è totalmente nuova anche la forma con il quale il sistema di infotainment si propone al conducente. Abbiamo infatti uno schermo ad L, che ingloba al suo interno lo schermo per il quadro strumenti digitale, quello dell’infotainment e, a sorpresa, le bocchette per l’aria condizionata. Il quadro strumenti digitale, che ha un pannello con risoluzione HD, misura ben 12,3 pollici. Quello centrale, invece, sulle versioni entry level può contare su una diagonale da 9 pollici, mentre sulle top di gamma si arriva a 12 pollici. La qualità del pannello più grande, poi, è QHD, al top della categoria.

Il resto della plancia e degli interni sfoggia materiali riciclati ovunque possibile, tanti vani portaoggetti e linee curate ed eleganti. La plancia, ad esempio, è rivestita in tessuto sulle versioni d’accesso e medie, mentre sulle top di gamma sfoggia l’ecopelle. L’impianto audio, sulle versioni top, è sviluppato da Harman-Kardon, mentre è possibile optare per rivestimenti in Alcantara o addirittura in legno, molto eleganti. Lo spazio a disposizione è, secondo Renault, buono sia davanti che dietro, con un bagagliaio capiente ma di cui non è ancora stata ufficializzata la capienza. Non mancano poi comandi soft-touch sul volante, di cui siamo fan dal punto di vista estetico, ma non funzionale. Su Mégane E-TECH vediamo poi il debutto su un’automobile Renault delle palette al volante per regolare l’intensità della frenata rigenerativa.

La meccanica di Renault Megane E-TECH: dal 2022 due batterie, due motorizzazioni e una piattaforma tutta nuova

Visto che abbiamo accennato alla rigenerazione delle batterie, vediamo allora cosa nasconde sotto linee audaci e interni tecnologici questa Renault Mégane elettrica. Guardando alla scheda tecnica, si vede come dietro un nome apparentemente familiare ci siano una marea di tecnologie innovative e al debutto per il brand Renault. Un esempio? La batteria extra-sottile: misura infatti solo 11 cm, il 40% in meno di quelle di Zoe. Per ottenere questo risultato, in Renault si sono avvalsi di una nuova chimica per le celle sviluppata da LG. Queste ora sono infatti delle celle NMC (Nichel Manganese Cobalto), capaci di avere una maggiore densità energetica e quindi di immagazzinare la stessa quantità di energia in uno spazio più piccolo.

Questo scarso ingombro verticale ha permesso all’auto di essere più bassa, rimanendo entro il metro e 50 d’altezza e lasciando ancora più spazio all’interno. In più, il peso delle batterie (piuttosto leggere, da 395 kg massimi) è collocato ancora più in basso, massimizzando il piacere di guida. A questo proposito, sarà proprio Renault Megane E-TECH a portare al debutto nel 2022 la nuova piattaforma CMF-EV, dedicata esclusivamente a vetture elettriche di medie dimensioni.

Questa piattaforma integra al suo interno le batterie, permettendo così di risparmiare peso, massimizzare la rigidità torsionale e gli ingombri. Il peso dell’auto è infatti piuttosto contenuto, con la più pesante 60kWh che non supera i 1600 kg a vuoto. La posizione all’interno del telaio delle batterie migliora anche la sicurezza, che come è lecito aspettarsi è ai massimi livelli. Sia la sicurezza passiva che quella attiva, con tutti i sistemi di guida autonoma capaci di garantire una guida autonoma di Livello 2+, sono ai vertici della categoria. E le prestazioni di auto e batterie? Renault Megane E-TECH Electric sarà disponibile dal 2022 con due tagli di batteria e due motorizzazioni.

I motori, entrambi anteriori con trazione anteriore, saranno rispettivamente da 130 e 218 CV, mentre i tagli di batteria saranno da 40 e 60 kWh. L’autonomia dichiarata per la versione EV40, con batteria da appunto 40 kWh e disponibile con il solo motore da 130 CV, sarà di circa 300 km in ciclo misto WLTP. La versione EV60 con motore solo da 218 CV, invece, arriverà a circa 470 km in ciclo misto. Le prestazioni invece saranno decisamente brillanti, con uno 0-100 km/h dichiarato coperto in 7,4 secondi per entrambe le versioni (anche se crediamo sia il risultato della sola versione da 218 CV). La velocità massima è autolimitata a 160 km/h, mentre la ricarica arriva ad un massimo di 22 kW in corrente alternata, e fino a 130 kW in corrente continua.

Da marzo 2022 Renault Megane E-TECH arriverà nelle concessionarie. E che fine farà la vecchia Megane termica?

Ora che conosciamo i dettagli della nuova, rinnovata e rivoluzionaria Mégane E-TECH, non ci resta che conoscerne prezzo e arrivo sul mercato. Per quanto riguarda il listino, Renault è rimasta ancora piuttosto abbottonata e non si è sbilanciata in previsioni. Sappiamo però che ci saranno tre inediti livelli di allestimento: Equilibre, Techno e Iconic. A livello di tempistiche, invece, i clienti interessati potranno ordinare Renault Megane E-TECH da febbraio 2022. L’arrivo nelle concessionarie, infine, è atteso per il mese di marzo.

Chiudiamo però con una domanda che ci siamo posti appena vista la nuova Mégane E-TECH: e quella termica? Verrà sostituita in toto? La risposta è, a sorpresa, no. Renault infatti ha pensato di rendere più cauta e graduale la transizione verso la mobilità 100% elettrica. Perciò, l’attuale Mégane con motorizzazioni benzina, diesel e ibride rimarrà ancora per un po’ affiancata alla nuova Renault Megane E-TECH, almeno per tutto il 2022. In futuro, però, non ci sarà più una nuova serie di Mégane termica: rimarrà solo l’elettrica.

Le caratteristiche tecniche, estetiche e tecnologiche di questa nuova Renault Megane E-TECH sono decisamente interessanti. Arrivo nel 2022, tanta tecnologia di bordo e di sicurezza, un look originale e riconoscibile e un’autonomia più che buona per la versione da 60 kWh. Noi non vediamo l’ora di poterla conoscere meglio e provare su strada, per rispondere ad una semplice domanda: quale ruolo ricoprirà Renault nell’assalto delle elettriche al Segmento C? Riuscirà a diventare protagonista con questa Mégane come ha fatto con Zoe tra le piccole? Ora però siamo curiosi di sapere cosa ne pensate voi. Vi piace questa nuova Mégane E-TECH? O preferite qualche rivale elettrica tedesca, francese o americana? Fatecelo sapere qui sotto nei commenti: è il vostro momento.

Renault Sport – Renault F1 Team – Formula 1...
  • Scoprite la replica ufficiale della Formula 1 R.S.#27 della scocca Renault F1 Team stagione 2019 guidata da Nico...
  • Progettata con i piani originali forniti dalla scocca: pilotate la miniatura esatta in scala 1/43 del monoposto R.S. #3...
  • Replica esatta in scala 1/43 Formula Radiocomandata - Frequenza 2,4 GHz - Lunga portata - Ricaricabile tramite...

Non perderti il nostro articolo sul futuro Renault, e la prova dell’ultima auto della Losanga provata, Captur E-TECH Hybrid!

Lo sapevi? È nato il canale di Telegram di Tech Princess con le migliori offerte della giornata. Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button