fbpx
Renault Mègane E-TECH copertina

Renault Megane Sporter E-TECH, l’ibrida per famiglie e business
Renault Megane Sporter E-TECH è la nuova station wagon ibrida plug-in


Ormai sembrava che le station wagon fossero destinate ad essere sempre meno considerate ed apprezzate, soprattutto quelle di Segmento C.
Le familiari basate sulle berline medie ormai sembravano aver lasciato spazio agli equivalenti SUV e Crossover, più cool e con una posizione di guida alta, come va di moda oggi.
Alcuni però credono ancora nelle care vecchie wagon, come Renault.
La casa transalpina ha infatti presentato in questi giorni Renault Mègane Sporter E-TECH, la prima wagon ibrida plug-in della Casa della Losanga.

Sulla già ottima base della quarta generazione di Mègane, da poco rinnovata dopo 4 anni di carriera, Renault lancia un modello al passo con i tempi, capace di percorrere tanti km in modalità elettrica, ma anche di offrire spazio e praticità… “rasoterra”.
Scopriamola insieme vedendo tutto quello che ha da offrire la nuova Station Wagon della Règie.

Il mercato di Segmento C e Plug-In: uno scende, l’altro sale

Come detto, il mondo ormai si muove verso più alti e meno aerodinamici SUV, ma le Segmento C tengono ancora botta, come si suol dire.
Il mercato dell’auto apprezza ancora il segmento C, grazie alle sue dimensioni compatte ma in grado di regalare generoso spazio per occupanti e bagagli.
Non per niente, infatti, il Segmento C pesa in Italia per quasi il 30% delle vendite totali di automobili.
Nonostante questa bella fetta di mercato, però, la tendenza di questo tipo di vetture come di tutti i segmenti è negativa: -33% dall’anno scorso.

C’è solo un tipo di auto che hanno segnato il segno più nelle statistiche di vendita di questo anomalo 2020: le auto elettrificate.
Se le ibride classiche hanno segnato un +95% e le Elettriche pure sono arrivate ad un +159%, la tipologia “elettrificata” che ha raggiunto i numeri più alti è senza dubbio quella delle ibride Plug-In.
Le PHEV infatti hanno fatto segnare un fortissimo +261%, stabilendosi come trend del momento.
per molti le Plug-In Hybrid sono la perfetta transizione alla mobilità 100% elettrica senza i disagi creati dalle infrastrutture ancora in via di sviluppo.
La nascita di una Segmento C Plug-In, soprattutto nel campo delle Wagon, ha senso.

Le auto con portellone stanno si subendo una flessione nelle vendite, ma per molti sono ancora la tipologia di auto da scegliere.
Spaziose e pratiche, hanno una guida più coinvolgente e meno compromessa dei SUV, sui quali vincono anche sul campo dei consumi grazie all’aerodinamica superiore.
Quindi Renault crede nelle Wagon, anche per il loro valore in campo Business.
Per liberi professionisti, rappresentanti e flotte aziendali sono ancora uno dei tipi di carrozzeria preferiti.

I cambiamenti di Renault Mègane “Phase 2”: estetica ringiovanita e tanta tecnologia

Renault Mègane Sporter E-TECH Plug-In quindi fa incontrare il mondo florido delle Plug-In con quello tradizionale delle station wagon medie.
Nel farlo però eredita anche le novità apportate a Mègane di base, che proprio quest’anno ha beneficiato di un bel restyling, da sempre chiamato da Renault “Fase”.

Renault Mègane Phase 2 appunto arriva dopo quattro anni dal lancio della quarta generazione di Mègane, un modello storico per la Casa della Losanga.
Dal 1995 ad oggi nelle 4 generazioni che si sono succedute Renault ha venduto 7 milioni di esemplari della sua compatta. Mègane poi è il terzo modello più venduto della gamma Renault, dopo Clio e Captur.
Da sempre poi offre la fortunata variante Station Wagon, da questa generazione denominata Sporter.

Le modifiche si allargano a tutta la gamma Mègane, composta dalla classica Hatchback, la berlina a due volumi, alla nostra Sporter ed alle due versioni sportive di Mègane, RS ed RS Trophy.
Si rinnova lo stile, anche se in modo molto leggero. Le linee di questa quarta generazione hanno colpito molto fin dal lancio, quindi non siamo in territorio di stravolgimenti.
C’è una nuova griglia per la calandra frontale, nuovi paraurti anterori e posteriori, nuovi fari Full LED.
I Fari sono rinnovati sia davanti, dove conservano la loro classica forma a C e la tecnologia Full LED migliora del 50% le performance al buio del proiettore, sia dietro, dove arriva un nuovo faro con effetto 3D e con indicatore di direzione dinamico.

All’interno troviamo nuovi materiali e finiture migliorate, l’approdo del sistema di infotainment EasyLink da 9,2 pollici che abbiamo già conosciuto su Clio e Captur, e un nuovo quadro strumenti digitale da 10,2 pollici.
Non dimentichiamo poi lo specchietto retrovisore senza bordi e le nuove luci d’ambiente, oggi con nuovi colori.

Anche dal punto di vista della sicurezza Renault Mègane fa un bel salto in avanti.
Oggi ci sono ben 16 dispositivi di assistenza alla guida.
Ben 5 di questi dispositivi ADAS sono nuovi, tra cui il Cruise Control Adattivo con funzione Highway e Traffic Jam Companion, in grado quindi di guidare per voi in coda o in situazioni di traffico intenso, la frenata d’emergenza automatica, il rilevatore di stanchezza e di veicoli pericolosi in retromarcia, oltre che all’utilissimo sensore dell’angolo cieco.

Per quanto riguarda la versione E-TECH invece le modifiche estetiche sono pochissime.
Ci sono badge E-TECH sul montante della portiera, sul portellone posteriore e alla base della leva del cambio.
Il quadro strumenti digitale ha delle schermate dedicate come l’autonomia residua, i flussi di energia e così via.
Infine anche il MultiSense, il selettore delle modalità di guida in gergo Renault, offre una modalità Pure, per la guida in 100% elettrico.

La meccanica di Renault Mègane Sporter E-TECH Plug-in: 160 CV, 3 motori e quattro marce

Per quanto riguarda la meccanica, non ci sono grandi differenze da Renault Clio e Captur, che già abbiamo imparato a conoscere.
Abbiamo quindi il sistema E-TECH gioiello di casa Renault, o come lo chiama il CEO Luca De Meo una “pepita tecnologica”.
Il progetto è nato nel 2014 e prende spunto dall’esperienza in Formula 1 con la realizzazione della power unit ibrida con motore 1.6 V6 e parte elettrica, e dall’esperienza di Renault nel mondo del pure electric.

Renault Mègane E-TECH motore

Abbiamo quindi un motore termico molto efficiente, un 1.6 aspirato 4 cilindri da 91 CV, accoppiato a due motori elettrici.
Il più grande da 66 CV da il moto alle ruote insieme al motore termico, o anche da solo in modalità full electric.
Il secondo motore elettrico da circa 25 CV invece fa da generatore e motorino di avviamento per il motore termico.

Non solo: è anche fondamentale per il funzionamento del particolarissimo cambio automatico MultiMode senza frizioni né sincronizzatori, d’ispirazione F1. Questo originale cambio ha 4 marce, ma disponibili sia per il motore termico che per quello elettrico.
Per saperne di più sul funzionamento di questo particolare sistema, vi rimando alla nostra prova di Renault Clio Hybrid, dove siamo scesi maggiormente nei dettagli.

Le prestazioni di Renault Mègane E-TECH: tre motori e tanta fluidità

La differenza con la piccola Clio qui sta nell’utilizzo di una diversa tecnologia: full Hybrid per Clio, Plug-In per Mègane (e Captur).
La potenza quindi sale di 20 CV raggiungendo una potenza complessiva di 160 CV, e la batteria cresce a 9,8 kWh, prodotta dalla LG Chem.
La sua carica permette a Renault Mègane E-TECH di percorrere fino a 65 km di autonomia in modalità totalmente elettrica, fino ad una velocità massima di 135 km/h.
I consumi di carburante omologati nel ciclo WLTP sono di 1,3 l/100 km, ovvero oltre 75 km/l, e le emissioni nell’ordine dei 28 g/km di CO2.
Sono cifre piuttosto inferiori a Captur con cui condivide lo stesso powertrain, che si ferma a 1,5 l/100 km e 32 g/km di CO2, grazie alla migliore aerodinamica.

Per quanto riguarda la ricarica invece siamo nell’ordine delle 5 ore da presa domestica, 3 ore con colonnina o Wallbox da 3,7 kW e sempre 3 ore dalle colonnine da 7,4 kW.
Questo perché per preservare la vita della batteria (garantita 8 anni) Renault ha deciso di limitare la potenza di ricarica proprio a 3,7 kW.

Per il resto, Renault Mègane E-TECH abbandona la semplice sospensione posteriore a ruote interconnesse per abbracciare un più sofisticato e valido sistema Multilink, necessario per sostenere il peso in più portato dal sistema ibrido. Sono infatti 160 i kg in più rispetto ad una Mègane Sporter “tradizionale”, ben dissimulati però dalla posizione bassa della batteria, che anzi abbassa il baricentro e aiuta in stabilità e trazione.

Le prestazioni del resto ci sono: l’accelerazione 0-100 km/h è coperta in 9,8 s, ma sono altri i numeri interessanti. Grazie alla generosa coppia del motore elettrico presente fin da fermi, infatti, Mègane E-TECH scatta da 0 a 50 km/h in 4,1 secondi, con una ripresa da 80 a 120 km/h in soli 6,6 secondi: davvero niente male.

Parlando di aspetti più pragmatici, il bagagliaio non risente troppo della presenza sotto di esso del pacco batterie. I litri di capacità del vano infatti si attestano ad un ottimo valore di 447 litri, ampliabile a 1408 con i sedili posteriori ripiegati.
Per chi poi non avesse bisogno di tutto questo spazio, arriverà molto presto la versione E-TECH anche sulla berlina a 5 porte, più agile e sportiveggiante.

L’offerta di Renault Mègane Sporter: una versione business, una per i privati

A proposito di sportività, Renault per Mègane Sporter E-TECH (e non solo) ha deciso una strategia di mercato interessante.
Le vendite della versione Sporter si dividono quasi perfettamente tra utenti business (60%) ed utenti privati (40%). La Casa della Losanga quindi ha scelto un listino di soli due allestimenti.
Uno è il Business, più pragmatico e votato alla praticità, dedicato agli utenti business o più attenti al rapporto qualità-prezzo.

Renault Mègane E-TECH RS line

Per i clienti privati, invece, Renault ha pensato alla sportiva versione R.S. Line.
Ispirata alle sportivissime Mègane R.S. ed R.S. Trophy, aggiunge cerchi dedicati, dettagli grigio satinato, paraurti più sportivi, interni con cielo nero, sedili con poggiatesta integrati, impunture rosse ed inserti in carbonio.
La R.S. Line quindi è dedicata al cliente privato, più attento allo stile, mentre la Business per flotte o utenti più attenti al lato pragmatico.

Le altre motorizzazioni disponibili per Renault Mègane

Renault Mègane e Mègane Sporter non saranno però disponibili solo come ibride plug-in.
Non mancano infatti nell’offerta Mègane motorizzazioni benzina e diesel.
Sul fronte benzina, non manca l’ormai classico e apprezzatissimo 1.3 TCe turbobenzina, disponibile in tre livelli di potenza: 115, 140 e 160 CV, con il meno potente non disponibile al lancio per la Sporter.
Dotato di filtro antiparticolato, questo motore realizzato in collaborazione con Mercedes-Benz consuma poco ed offre un bel caratterino, ed è offerto sia con cambio manuale a 6 marce che con cambio automatico doppia frizione EDC a 7 rapporti.

Renault Mègane E-TECH frontale

Non manca poi il1.5 BlueDCi, uno dei motori diesel più longevi e amati del mondo.
Dotato di 116 CV e 260 Nm di coppia, è affiancato come il 1.3 benzina o dal cambio manuale a 6 marce o dall’EDC a 7 marce.
Ultima ma non per importanza, la parte sportiva di Mègane, le due R.S.: R.S. “normale” e Trophy.
Sono dotate dello stesso motore 1.8 TCe turbobenzina da 300 CV e del cambio automatico a doppia frizione EDC a 6 marce. Le due “Renault Sport” si differenziano per una taratura di telaio, sospensioni e sterzo ancora più estremi sulla Trophy, con differenziale autobloccante Torsen.
Entrambe poi hanno il sistema 4Control a quattro ruote sterzanti, per massimizzare l’agilità. Le prestazioni del resto sono da urlo: 0-100 km/h in 5,7 secondi, e velocità massima di 260 km/h.

Prezzi e disponibilità di Renault Mègane Sporter E-TECH

Abbiamo lasciato per ultima l’analisi del prezzo di Renault Mègane Sporter, E-TECH Plug-In e “normale”.
La nostra wagon francese parte da 27.350 euro per la versione Business con il motore 1.3 TCe da 140 CV e cambio manuale.
La versione E-TECH invece parte da un listino di 36.950 euro per la Business e di 39.950 per la RS Line.
Grazie ad incentivi statali, sconti Renault ed altre agevolazioni, il delta di prezzo tra la versione termica equivalente e la ibrida si abbassa di soli 1000 euro.

L’offerta di lancio poi abbassa ulteriormente il prezzo a 27.300 euro tramite finanziamento.
Sfruttando questa promozione, a fronte di una permuta ed un anticipo di 5.850 euro, Mègane Sporter E-TECH è offerta a 249 euro al mese per 36 mesi.
Un prezzo davvero interessante per un’auto che sdogana l’ibrido Plug-In anche sulle auto “tradizionali”.
Renault Mègane Sporter E-TECH è un’auto al passo con i tempi, che però con la sua carrozzeria station wagon offre più praticità, una guida molto più piacevole e consumi inferiori ai soliti SUV.
Il tutto sfruttando una linea riuscita e d’impatto, grande tecnologia e un sistema ibrido da riferimento.
Sarà in grado di fare breccia nel cuore delle famiglie? Noi speriamo di provarla presto e raccontarvi come va.

No products found.


Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!