fbpx
Twingo Z.E.

Renault Twingo Z.E., la city car si converte all’elettrico


La Renault Twingo , si converte in completamente in elettrica aggiungendo al nome la sigla ZE per identificarla dal resto della gamma. Chi temeva che la Twingo Z.E. ereditasse in toto le tecnologia proposte dalla Smart Forfour EQ  ha tirato un sospiro di sollievo. Infatti, come ben si sa, la Smart percorre a malapena più di 100 km con un ricarica.  Questo è il motivo per cui Renault ha rivisto molte delle tecnologie adottate in Smart per offrire alla sua Twingo EZ un’autonomia più decente.

Batteria arricchita

Se Renault non rinnova il motore da 60 kW (circa 82 CV) della Smart, la capacità della batteria aumenta le sue ambizioni, mostrando con orgoglio 22 kW, contro i 18 kW della sua cugina assemblata a Mosella. Pertanto, la nuova Renault Twingo Z.E. promette 180 km di autonomia, secondo lo standard WLTP, e fino a 250 km in uso esclusivamente urbano. Derivata dalla Zoe, il suo background tecnico migliora anche la gestione termica, grazie al raffreddamento del sistema ad acqua. Una novità nella gamma Z.E. di Losange. Inoltre, Twingo annuncia un tempo di ricarica quattro volte più veloce rispetto alla concorrenza, con in particolare 80 km recuperati in mezz’ora, tramite una stazione di ricarica pubblica, fino a 22 kW.

E inoltre, la Renault Twingo Z.E. può anche essere ricaricata da una presa domestica ma ci vorrà un po’ più di tempo: dalle 4 alle 8 ore su una Wallbox installata in una casa privata. Bisogna tenere presente in ogni caso che l’adattamento di questa tecnologia elettrica, al posto del blocco termico, non ha avuto alcun impatto sull’abitabilità o sulla modularità. Lo spazio del bagagliaio rimane invariato, con 219 litri , e il sedile posteriore è ancora pieghevole.

 Twingo Z.E. uguale alle Twingo

Ciò che non cambia, è l’aspetto di Twingo Z.E. Infatti è difficile distinguere la ZE dalle sue sorelle con motore termico. Qua e là, notiamo alcuni tocchi di blu elettrico, che identificano la sua appartenenza alla gamma ZE, mentre i badge ZE Electric sono inseriti sul portellone posteriore e sul montante centrale. E, a differenza della Zoe, che nasconde la presa di ricarica sotto il muso, la Renault Twingo ZE la racchiude al posto del coperchio del serbatoio del carburante.

Twingo Z.E.A bordo troviamo  un abitacolo quasi invariato. Non aspettarti di battere i record di velocità durante la guida. Twingo garantisce il minimo per adattarsi in autostrada con 135 km/h di velocità massima. L’importante è brillare in termini di accelerazioni, con uno scatto da 0 a 50 km / h in 4 secondi , ma ci vorranno più di 12 secondi per raggiungere i 100 km/h.

Stazioni di ricarica a portata di mano

Il sistema Easy Link, incarnato dal suo schermo multimediale da 7 pollici , consente di programmare la ricarica per sfruttare le ore non di punta. Una volta sulla strada, una mappa mostra il raggio di azione dell’auto in tempo reale, con aggiornamenti sulla disponibilità delle vicine stazioni di ricarica pubbliche.

La Twingo ZE arriverà nella gamma Renault alla fine del 2020 , e permetterà alla casa di Losange di offrire un modello elettrico al 100% a un costo appetibile di circa 26.000 euro.


Carlo Moiraghi

                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link