fbpx
CulturaNews

27 gennaio: Sky Italia e la Giornata della Memoria

Sky dedica un'intera settimana al ricordo delle vittime della Shoah

Si rinnova anche quest’anno la lista di preziosi appuntamenti su Sky in occasione della Giornata della Memoria, annuale commemorazione internazionale delle vittime della Shoah. Ancora una volta si sottolinea l’importanza di tener vivo il ricordo di una simile atrocità.sky-proporra-presto-unofferta-senza-parabola-passera-internet-media-0

L’inziativa e la programmazione

Questa volta Sky ha pensato ad una particolare iniziativa: un’intera Settimana della Memoria. Dal 21 al 27 gennaio Sky Cinema Hits (canale 304) dedica la programmazione serale ad alcuni dei più famosi titoli cinematografici dedicati alla persecuzione e al genocidio perpetrati dai nazisti, durante la Seconda guerra mondiale, ai danni della popolazione ebraica.

Lunedì 21 gennaio sarà dedicato alla prima visione del film “La signora dello zoo di Varsavia”, alle 21:15 su Sky Cinema Uno e  alle 21:45 su Sky Cinema Hits: si narra la storia eroica, ma poco nota, di una donna interpretata da Jessica Chastain. Sulle macerie dello zoo distrutto dalla guerra riuscirà ad accudire le poche specie rimaste e a nascondere allo stesso tempo tutte le persone fortunatamente fuggite dal ghetto di Varsavia.Prosegue la programmazione con il ben noto “Il bambino con il pigiama a righe” e “Corri ragazzo corri”, entrambi in onda la sera del 22 gennaio.

Si susseguiranno titoli blasonati e prime visioni esclusive, da “Bye Bye Germany”, a “La tregua” tratto dal romanzo di Primo Levi, passando per il capolavoro di Vittorio De SicaIl giardino dei finzi contini”, fino ad arrivare al classico per eccellenza nel giorno della commemorazione: il meraviglioso e struggente “Schindler’s list- La Lista di Schindler“, film diretto da Steven Spielberg nel 1993 e vincitore di due premi Oscar® per il miglior film e la miglior regia.

Allo stesso modo Sky Arte( canali 120 e 400 di Sky)  dedica l’intera serata di domenica 27 gennaio alla trasmissione di numerosi documentari, pregni di storia e testimonianze. History ( esclusiva Sky al canale 407) racconta con punti di vista differenti una delle pagine più nere della Seconda guerra mondiale, offrendo la visione di due documentari: “1938: quando scoprimmo di non essere più Italiani” e “Sachsenhausen-Le due facce di un campo.

Interessanti i contributi di Sky Sport e Sky Tg24

Finanche  Sky Sport e Sky Sport Uno ( canale 201 di Sky e 372/382 del digitale terrestre) dedicano la serata di sabato 26 gennaio a questa fondamentale ricorrenza: assisteremo alla trasmissione del documentario “1938- Lo sport italiano contro gli Ebrei” e de “Federico Buffa racconta Arpad Weisz,  storia del famoso allenatore di calcio deportato ed ucciso ad Auschwitz nel gennaio del 1944.

Come di consueto Sky TG24 (canali 100 e 500 di Sky e canale 50 del digitale terrestre)  si dedicherà alla giornata non soltanto attraverso il racconto puntuale delle commemorazioni e del “Viaggio della Memoria”, pellegrinaggio che ogni anno porta ad Auschwitz-Birkenau tantissimi giovani studenti italiani, ma anche attraverso approfondimenti e  servizi speciali.

Infatti all’interno di quella che sarà un’edizione speciale del tg delle 19:30 , saranno riportate le testimonianze di alcuni ragazzi, parenti dei pochi sopravvissuti all’Olocausto: nel significativo alternarsi dei racconti di anziani e giovani attraverso il passaggio delle generazioni, si ripercorrerà l’esperienza di chi si è ritrovato a vivere quel terribile calvario. Alle 23:00 lo speciale “Memoria Infinita” che si occuperà di sollevare il problema della diffusione continua ed eterna di ciò che è stato, adesso sicuramente più gravoso dato che molti degli ultimissimi testimoni sono ormai scomparsi.

Sky sottolinea l’importanza della totalità delle sue iniziative, utili ad inculcare la necessità che la comunità ha di  non perdere mai il contatto lucido, ma profondamente distaccato, con ciò che è stato e che mai più dovrà ripetersi.

Valeria Schifano

Passo le mie giornate a leggere e scrivere. Vivo in costante simbiosi col mio smartphone, o meglio con quello di turno: è a tutti gli effetti un'appendice del mio corpo. Nulla sfugge all'occhio attento della mia fotocamera: amo scattare. Sì, specialmente il cibo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button