fbpx
LifestyleNews

Immagini e video sono ancora i contenuti preferiti per social e chat

Un sondaggio di Wiko dimostra come, nonostante il successo dell'esperienza audio stile Clubhouse, gli utenti prediligano immagini e video

Il fenomeno Clubhouse ha letteralmente stravolto il mondo dei social, rendendo la voce la vera protagonista delle esperienze moderne. Nonostante questo, immagini e video continuano ad essere i contenuti più utilizzati per raccontarsi su social media e chat. A confermarlo è anche l’ultimo sondaggio condotto da Wiko, il noto brand di telefonia, all’interno della sua Instagram Community. Andiamo a scoprire i risultati più nel dettaglio.

Social media e chat: le immagini e i video sono ancora i contenuti preferiti degli utenti

Di recente un sondaggio condotto da Wiko ha dimostrato come immagini e video siano ancora i contenuti che gli utenti prediligono per raccontarsi sui social e in chat. Ben il 76% degli intervistati, infatti, ha dichiarato di condividere più volentieri semplici immagini rispetto a Stories o video con musiche e dialoghi. Nonostante questo, è impossibile non notare l’incredibile successo dell’esperienza audio lanciata da Clubhouse. E questo è abbastanza evidente anche dai risultati del sondaggio di Wiko.

Il 42% degli utenti, infatti, sostiene che la voce abbia più potere delle immagini. E questo non sarebbe legato soltanto alla tendenza del momenti, ma si tratterebbe anzi un fenomeno che lascerà il segno, cambiando totalmente il nostro modo di produrre e fruire contenuti. Ci troveremmo quindi di fronte ad una vera e propria trasformazione cross-generazionale che, secondo il 67% degli utenti intervistati, coinvolgerà sia la Generazione Z sia i Baby Boomer.

A quanto pare, il vero successo dell’esperienza audio potrebbe dipendere dal fatto che comunicare e socializzare con la voce è effettivamente più inclusivo: così dichiarano il 66% degli intervistati. E questo ben spiega il successo dei podcast e dei social media in stile Clubhouse. Ben il 35% degli utenti, infatti, ha dichiarato di ascoltare podcast regolarmente, soprattutto per quanto riguarda i contenuti di intrattenimento. E, come potete immaginare, più della metà degli intervistati ha ammesso di utilizzare uno smartphone per l’ascolto. Insomma, la voce sta tornando di moda, ma per il momento immagini e video hanno ancora la meglio.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button