fbpx
CulturaNews

La piattaforma di lancio di SpaceX è in costruzione

Elon Musk ha annunciato la costruzione di uno spazioporto per SpaceX

Proprio in queste ore Elon Musk, CEO di Tesla e SpaceX, ha annunciato la costruzione di uno spazioporto galleggiante al largo della costa del Texas. L’obiettivo è quello di realizzare una base di lancio e atterraggio per i lanci dell’agenzia, che possa essere poi riutilizzata nelle missioni future. Tra queste potrebbero esserci progetti simili al Falcon 9, che ha già messo in orbita centinaia di satelliti della costellazione Starlink.

Per la costruzione dello spazioporto, la compagnia ha acquisito due piattaforme petrolifere al prezzo di circa 3.5 miliardi di dollari, rinominandole “Deimos” e “Phobos“. Due nomi ispirati alle Lune di Marte. D’altronde, il Pianeta Rosso è tra gli obiettivi principali dell’agenzia spaziale. E non è detto che questo non rientri tra le mete delle missioni future, che potrebbero partire proprio da qui.

SpaceX: al via la costruzione dello spazioporto Deimos

Come annunciato da Elon Musk, la costruzione dello spazioporto per SpaceX è in fase di avvio. Anzi, le piattaforme di lancio “Deimos” e “Phobos” dovrebbero diventare operative entro la fine del 2021. In questo modo, utilizzando i veicoli spaziali della serie Starship, sarà possibile organizzare missioni con equipaggio per raggiungere Marte prima del previsto. Di recente, il razzo Starship SN15 è atterrato in sicurezza su una piattaforma, mostrando risultati molto promettenti per i viaggi con equipaggio. Questo finisce che forse sarà possibile raggiungere il Pianeta Rosso entro il 2024.

In questi ultimi giorni, infatti, in Texas SpaceX ha eseguito un test di volo per portare l’astronave ad un’altitudine di 10 chilometri, per poi ruotare la navicella in orizzontale. A quel punto sono stati attivati i razzi per riportarla in verticale e consentire così l’atterraggio in sicurezza. Il risultato è stato ottimale, il che fa ben sperare sulle missioni future. Soprattutto dopo i “fallimenti” dei prototipi SN4, SN8, SN10 e S11, che hanno però permesso di migliorare le performance dello Starshio SN15. Se aggiungiamo questa notizia all’annuncio dello spazioporto Deimos, è abbastanza chiaro che l’obiettivo di SpaceX è sempre più vicino: raggiungere il Pianeta Rosso.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button