fbpx
FeaturedRecensioniVideogiochi

The Elder Scrolls Online: Dragonhold recensione, gli ultimi draghi

Abbiamo giocato alla nuova espansione di The Elder Scrolls Online intitolata Dragonhold, ecco cosa ne pensiamo

il 2019 è stato per The Elder Scrolls Online l’anno della Stagione del Drago iniziata con l’espansione che ha introdotto nel gioco la terra di Elsweyr. Dopo tanti contenuti, avvincenti battaglie con i draghi e necromanti, la stagione arriva alla sua conclusione con il nuovo DLC Dragonhold.

The Elder Scrolls Online: Dragonhold recensione

L’invasione dei draghi nella terra dei Khajiit è ancora lontana dalla sua fine e nuovi pericoli incombono su questa terra. Dopo aver sconfitto le nuove minacce introdotte da Scalebreaker, il nostro personaggio verrà convocato, nel sud di Elsweyr, per combattere altri draghi che minacciano la popolazione locale. Saremo chiamati da Sai Sahan, maestro di spada ed ex capitano delle Dragonguard, nella nuova area di Elsweyr conosciuta come Pellitine. Qui si trova Sanchal, la città più grande della regione, costantemente in lotta contro corruzioni, ladri e pirati. A peggiorare la situazione ci pensano, ancora una volta, i draghi che minano la sicurezza degli abitanti.

Il pericolo proviene da una vicina isola che è stata scelta da un feroce drago come nido. Sai Sahan e i suoi alleati sono convinti che la creatura stia studiando le difese della città per attaccare in qualsiasi momento. Pertanto, dopo esserci procurati una nave e una ciurma, salpiamo verso l’isola per sconfiggere il minaccioso drago solo per scoprire che la minaccia in agguato è molto più temibile del previsto. Il nostro eroe non può affrontare i nuovi nemici da solo e l’unica soluzione possibile è quella di rifondare le Dragonguard e liberare Elsweyr dai draghi una volta per tutte.

La fine della stagione del drago

Dragonhold, la ventiquattresima espansione di The Elder Scrolls Online, conclude degnamente la Stagione del Drago. Le novità introdotte da questo DLC sono molto poche ma supportate da una trama interessante. La nuova area è piccola ma ben caratterizzata in tre biomi differenti che si allontanano dalle ambientazioni aride di Elsweyr. Qui sono presenti folte foreste, montagne rocciose e bellissime spiagge che fanno da scenario ad una storia ben realizzata. Sebbene l’espansione introduca poco più di 2 ore di gioco, la trama e i vari colpi di scena rendono queste due ore piacevoli.

Dragonhold introduce anche tante missioni secondarie e giornaliere (nessuna degna di nota) e gli eventi Dragon Hunt. Questi eventi vanno affrontanti insieme agli altri giocatori, molti altri giocatori! Le battaglie con i draghi non sono più statiche come nei capitoli precedenti ma diventano più dinamiche e avvincenti. I draghi, infatti, possono volare via anche durante la battaglia iniziando un feroce inseguimento.

Non mancano ovviamente nuove armi e set unici. Durante le avventure con Sai e i suoi alleati, sarà infatti  possibile ricevere numerose ricompense ed equipaggiamenti particolari. Inoltre, sarà possibile sbloccare migliorie e nuovi oggetti nella base operativa dei Dragonguard. La base segreta, chiamata Dragonguard Sanctum,  potrà essere esplorata e potenziata man mano che si portano a termine le missioni della storia.

The Elder Scrolls Online: Dragonhold Recensione, parere finale

Se, come noi, avete apprezzato la Stagione del Drago di quest’anno, Dragonhold è la conclusione che non potete assolutamente perdervi. Il DLC pone fine alle storie dei Khajiit e alla minaccia del grande drago Kaalgrontiid nel migliore dei modi. Si tratta di un’altra dimostrazione dell’intento di Zenimax e Bethesda di non abbandonare The Elder Scrolls Online ma di continuare ad arricchirlo con storie e novità sempre fresche e interessanti.

Insiem all’espansione, infatti, è stato anche rilasciato un Major update che risolve tantissimi bug e glitch del gioco. Tutti questi elementi ci fanno capire che Tamriel ha ancora molto da raccontare e non vediamo l’ora di scoprire cosa.

The Elder Scrolls Online: Dragonhold è ora disponibile su PC. La versione su PlayStation 4 e Xbox One sarà invece disponibile a partire dal 5 novembre.

The Elder Scrolls Online: Dragonhold

  • Degna conclusione della Stagione del Drago
  • Splendide ambientazione di South Elsweyr
  • Nessuna innovazione introdotta
  • Scarsa longevità
Tags

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker