fbpx
NewsTech

In India è possibile prenotare le corse Uber via WhatsApp

Gli utenti indiani potranno usare la chat di WhatsApp per prenotare le corse Uber

Buone nuove per gli utenti Uber in India. La società statunitense, infatti, ha annunciato che a breve lancerà una nuova funzione che consentirà agli utenti di prenotare le corse tramite il servizio di messaggistica di WhatsApp. Una mossa assolutamente strategica. Questo, infatti, potrebbe aiutare la piattaforma ad attingere alla base di oltre 500 milioni di utenti di WhatsApp di proprietà di Meta Platforms in India.

Uber: in India sarà possibile prenotare le corse tramite WhatsApp

A partire da questa settimana, stiamo lanciando un nuovo servizio che offre alle persone la possibilità di prenotare un viaggio con Uber tramite un chatbot ufficiale WhatsApp di Uber“, così ha annunciato la società in queste ultime ore. D’altronde, in India Uber è oramai attivo da 8 anni, con un servizio offerto in ben 70 città diverse. Non c’è da stupirsi, quindi, che la piattaforma stia cercando di ottimizzare al massimo la sua proposta. “Gli utenti non dovranno più scaricare o utilizzare l’App Uber. Tutto, dalla registrazione dell’utente alla prenotazione di una corsa e all’ottenimento di una ricevuta di viaggio, sarà gestito nell’interfaccia della chat di WhatsApp“.

Questo significa che gli utenti indiani avranno la possibilità di prenotare una corsa tramite messaggi all’account business di Uber, oppure attraverso la scansione di un codice. Oppure ancora cliccando su un collegamento che consentirà di aprire una chat direttamente sull’App di WhatsApp. In questo caso, gli utenti avranno le stesse protezioni assicurative di coloro che prenotano utilizzano la piattaforma di Uber. Anzi, tramite la chat gli utenti potranno ricevere informazioni sulle linee guida di sicurezza del servizio, incluso come contattare Uber in caso di emergenza. Per il momento, la funzione sarà lanciata a Lucknow, la capitale dello stato più popoloso dell’India, l’Uttar Pradesh, e poi estesa ad altre località entro il prossimo anno. Per ora solo Uber India offrirà questa opzione, ma chissà se potremmo vederla anche in Italia prima o poi.

Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button