fbpx
CulturaNewsTech

WeChat cancella gli account degli studenti LGBT

Scopriamo insieme per quale motivo sono stati cancellati

La piattaforma di social media WeChat del gigante tecnologico cinese Tencent ha cancellato decine di account LGBT gestiti da studenti universitari, dicendo che alcuni avevano violato le regole sulle informazioni di internet. Questo evento ha scatenando disordine e paura da parte degli studenti. Ecco tutti i dettagli.

WeChat cancella gli account degli studenti LGBT

LGBT wechat

I membri di diversi gruppi LGBT hanno detto a Reuters che l’accesso ai loro account è stato bloccato martedì sera. In seguito hanno scoperto che qualcuno aveva cancellato tutti i loro contenuti.

“Molti di noi hanno sofferto”, ha detto l’account manager di un gruppo che ha rifiutato di essere identificato a causa della sensibilità della questione. “Ci hanno censurato senza alcun preavviso. Ci hanno spazzati via“.

Quando Reuters ha tentato di accedere ad alcuni degli account bloccati, WeChat ha riportato il seguente messaggio: “I gruppi hanno violato le norme sulla gestione degli account che offrono un servizio di informazione pubblica su internet cinese”.

Altri account, invece, non sono nemmeno apparsi nei risultati di ricerca.

L’omosessualità era considerata un disturbo mentale in Cina: dal 2001, poi, è diventata legale. Tuttavia quest’anno un tribunale ha affermato, parlando di un’università, che l’omosessualità è un “disturbo psicologico”.

Nel corso degli anni la censura ha colpito più volte la comunità LGBT. L’amministrazione del cyberspazio cinese ha recentemente promesso di ripulire internet per proteggere i minori e reprimere i gruppi di social media considerati una “cattiva influenza”.

“Le autorità hanno ristretto lo spazio disponibile per l’advocacy LGBT e la società civile in generale”, ha detto Darius Longarino, un Senior Fellow al Paul Tsai’s China Center della Yale Law School, che si concentra sui diritti LGBT e sull’uguaglianza di genere.

La lealtà dei gruppi universitari LGBT al governo e al partito comunista è stata discussa in un incontro a maggio tra gruppi di studenti e rappresentanti universitari della Lega della Gioventù Comunista, secondo alcune fonti. Tuttavia le fonti non hanno voluto dire in quali università si sono tenuti tali incontri.

Nonostante non siano vietati, i gruppi studenteschi LGBT non ricevono sostegno delle autorità universitarie nel loro lavoro di sensibilizzazione della comunità. Al momento il social cinese non ha ancora risposto, quindi non ci resta che attendere ulteriori informazioni al riguardo.

Source
Reuters

Veronica Ronnie Lorenzini

Videogiochi, serie tv ad ogni ora del giorno, film e una tazza di thé caldo: ripetere, se necessario.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button