fbpx
CulturaNews

10 libri classici della letteratura “proibiti”

Per le vostre letture estive vi consigliamo 10 libri classici, famosi e rinomati che hanno subito censura (non troppo tempo fa)

Al giorno d’oggi la libertà di stampa la diamo per scontata. Forse non le sapete ma tanti libri classici e famosi sono stati proibiti, o lo sono ancora. Nonostante questo diritto fondamentale dovrebbe essere riconosciuto e tutelato a livello globale, non è sempre stato così. In alcuni casi, ancora si fatica a rispettare questa libertà.

Breve storia della Libertà di Stampa

La libertà di stampa è un diritto che ogni Stato di diritto, assieme agli organi d’informazione (giornali, radio, televisioni, provider internet) dovrebbe garantire ai cittadini ed alle loro associazioni, per assicurare l’esistenza della libertà di parola e di espressione. In Italia la libertà di stampa è sancita dall’Art. 21 della Costituzione.

Rispetto all’accesso alle informazioni, un qualsiasi governo può decidere, in base alla costituzione ed alle leggi, di non permettere la pubblica conoscenza di alcuni documenti. Questo è possibile solo se i dati protetti potrebbero compromettere la protezione dell’interesse e della sicurezza nazionale. É il Paese stesso a definire i criteri e le prerogative del concetto di “interesse nazionale”.

Questa premessa è necessaria per capire come a volte avviene o è avvenuta la censura. É successo che i criteri che proibivano la libera circolazione dei documenti fossero… un po’ deboli.

libri famosi

Alcuni libri classici “proibiti”

Nel corso dei secoli i libri e i giornali che subirono feroci attacchi dai vari governi sono una cifra innumerabile. Voi penserete che si tratta di fatti successi centinaia di anni fa, ai tempi della caccia alle streghe o di qualche rivoluzione. Mi spiace dirvi che ci sono esempi di capolavori della letteratura che hanno subito censura e suscitato scalpore anche in epoca recente. Siete curiosi di scoprire di quali libri sto parlando?

1 La fattoria degli animali – George Orwell

libri famosi orwell

Il famoso libro La fattoria degli animali di George Orwell è tra i romanzi politici più importanti della storia, infatti ha ricevuto censure e divieti di pubblicazione un po’ in tutto il mondo. Dall’Unione Sovietica nell’anno della sua pubblicazione, il 1945, al Kenya nel 1991, a molti altri paesi come la Corea del Nord, la Cina e Cuba. Sembra che il paragone tra animali (i maiali) e politici in un ambiente dittatoriale non sia stato accolto nel migliore dei modi. Forse non lo sapete ma è stato censurato anche Emirati Arabi nel 2002, a causa dei protagonisti della storia: dei maiali parlanti.

Offerta

Per scoprire come acquistare libri, e-book e molto altro in offerta iscrivetevi al canale Telegram.

2 Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll

alice nel paese delle maraviglie

Uno dei libri più famosi tra i bambini e gli amanti della Disney. La storia di Alice nel paese delle meraviglie è piena di personaggi fantastici che accompagnano la bambina nella storia. Purtroppo il libro di Carroll ha subito la censura in Cina, nel 1931. Il governatore cinese Ho Chien, della provincia di Hunan, ritenne che gli animali presenti nella storia avessero troppe caratteristiche simili all’essere umano, soprattutto per quanto riguardava il linguaggio. Mettere sullo stesso piano un animale e l’uomo, a suo avviso, significava portare i bambini a pensieri pericolosi e fuorvianti.

Offerta
Alice nel paese delle meraviglie
  • Carroll, Lewis (Author)

3 I libri classici di Arthur Conan-Doyle

sherlock holmes

Non solo i romanzi dell’investigatore più amato di sempre, Sherlock Holmes, ma tutto il repertorio dell’autore Arthur Conan-Doyle, ha subito una grave censura. All’interno dell’URSS, infatti, erano state vietate le sue opere poiché credente dell’occultismo. Un autore tanto amato nel mondo, quanto proibito nell’ Unione Sovietica.

Offerta

4 Il meraviglioso mago di Oz di L. Frank Baum

libri ibs

Nonostante oggi appaia una fiaba inoffensiva e divertente, Il meraviglioso mago di Oz, questo libro fu censurato e proibito in molte biblioteche e scuole degli Stati Uniti agli inizi degli anni Trenta e negli anni Cinquanta. A quanto pare la colpa di questo romanzo era promuovere valori malsani a causa della protagonista femminile giudicata troppo indipendente e ai personaggi empi come streghe e scimmie volanti.

Offerta
Potete acquistare tutti questi libri su Amazon o IBS con il Bonus Cultura 18app. Volete sapere come funziona? Ve lo spieghiamo in questo articolo.

5 Lolita di Vladimir Nabokov, tra i libri classici più discussi

libri ibs lolita

Il romanzo di Nabokov rappresenta in effetti una storia controversa ma ognuno ha il diritto di leggerla e decidere da sè se questa urta o meno la propria sensibilità. Ma niente, il libro fu rifiutato da ben quattro case editrici prima di essere pubblicato. Ma dopo appena un anno dalla sua pubblicazione, nel 1955, fu messo al bando in Francia, Inghilterra, Argentina, Nuova Zelanda e Sud Africa. Al tempo, fu tacciato di essere «disgustoso», «rivoltante», e «corrotto».

Lolita
  • Nabokov, Vladimir (Author)

6 Il diario di Anne Frank

il diario di anne frank

Una storia vera e drammatica, scritta da un’adolescente tedesca che raccontava la sua vita mentre tentava di nascondersi dai nazisti e successivamente nel campo di concentramento di Bergen-Belsen. Il diario di Anne Frank è stato tradotto in 60 lingue e ha venduto più di 30 milioni di copie nel mondo sin dalla sua pubblicazione nel 1952. Il libro è ancora proibito in Libano perché offre un ritratto positivo degli ebrei.

Offerta
Diario. Con Segnalibro
  • Frank, Anne (Author)

7 Tra i libri classici proibiti l’Ulisse di James Joyce

libri classici

La prima pubblicazione di Ulisse di Joyce è datata 1918. In America, però, uscì solo nel 1933 perché, in un processo nel 1921, fu dichiarato osceno e capace di ispirare pensieri impuri e lussuriosi. Fun fact: l’opera di Joyce era già circolata negli Stati Uniti, pubblicata a puntate sulla rivista letteraria The Little Review.

8 Tra i libri famosi proibiti anche le Operette Morali di Giacomo Leopardi

libri ibs

Le Operette Morali di Leopardi raccolgono i temi cari al poeta: il rapporto dell’uomo con la storia, con i suoi simili e in con la Natura. Proprio a causa della sua visione filosofia della Natura il testo leopardiano finì subito nell’Index librorum prohibitorum e vi rimase fino al 1966, anno in cui la Chiesa chiuse questo catalogo.

9 Cigni selvatici. Tre figlie dalla Cina di Jung Chang

libri classici

La storia vera di tre donne: l’autrice di Jung Chang, sua madre e sua nonna. Un racconto della vita in un tempo di rivoluzioni e tragedie che, ha offerto ai lettori occidentali una visione della Cina sotto il dominio del Partito comunista. Cigni Selvatici. Tre figlie dalla Cina, ha venduto oltre 13 milioni e si guadagnato il titolo di saggio più venduto di tutti i tempi, anche se in Cina risulta ancora proibito fin dalla sua pubblicazione nel 1991.

Offerta

10 Il dottor Zivago Boris Pasternak

libri classici

Il famoso romanzo di Boris Pasternak fu più volte rifiutato e respinto dalle case editrici russe perché il regime comunista non permetteva di pubblicare testi che raccontassero i lati più oscuri della Rivoluzione d’ottobre. Fino a che Feltrinelli venne a conoscenza di questo libro e nel 1957 lo pubblicò in italiano e in prima edizione assoluta. Solo col governo Gorbaciov degli anni 90 Il dottor Zivago fu riabilitato e finalmente pubblicato anche in Russia. Bhe, nel mentre il romanzo si è aggiudicato un Nobel per la letteratura.

Offerta
Il senso di colpa del dottor Zivago
  • Battista, Pierluigi (Author)

Quanti di questi libri classici avete già letto? Lo sapevate che erano stati proibiti? A noi sembra assurdo oggi, ma purtroppo spesso il potere dei libri fa paura. Se ancora non li avete letti vi consigliamo di recuperare, si tratta di capolavori che meritano ogni singolo minuto che gli dedicherete.

Martina Ferri

Laureata in filosofia, gattara, vegetariana e vesto sempre di nero. Ora che vi ho elencato i motivi per cui potrei sembrare noiosa, posso dirvi che amo la musica, i libri, la fotografia, la pizza, accamparmi in tenda vicino al main stage di qualche festival! Che dite, ho recuperato?

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button