fbpx
FeaturedRecensioniRecensioni TechTech

Aegis Ti5: recensione – Il Transformers con la RTX 3080 è pronto

Il pre-assemblato Aegis Ti5 di MSI è una vera bomba dal punto di vista delle prestazioni

Finalmente, dopo tutto questo tempo, siamo riusciti a mettere mano sulla richiestissima NVIDIA GeForce RTX 3080. Lo abbiamo fatto grazie a MSI e, in particolare, grazie a uno dei suoi pre-assemblati più potenti. Siamo qui, infatti, a discuterne nella recensione di Aegis Ti5 un pre-assemblato all’ennesima potenza. Parliamo di una macchina potentissima, equipaggiata con un processore Intel i9 10900K, RTX 3080 MSI Ventus, 128 GB di RAM e due SSD NVMe da 1TB.

Pronti a scoprire come si è comportata questa macchina da guerra? Scendiamo in ogni piccolo dettaglio del nuovo MSI Aegis Ti5. MSI Aegis Ti5 recensione

Recensione Aegis Ti5: il supercomputer MSI secondo Tech Princess

Un look spaziale, non da tutti e non per tutti

La prima cosa che salta agli occhi è certamente il look di questo computer che pare arrivare dal futuro. Nella nostra recensione di Aegis Ti5 non poteva certo mancare una prima impressione estetica. È da qui, infatti, che vogliamo partire a raccontarvi le nostre sensazioni.

La parte estetica è una componente molto importante, soprattutto nell’acquisto di un pre-assemblato. Spesso, infatti, si discrimina un desktop anziché un altro, proprio per un fattore di forma. L’Aegis Ti5, con questo look che sembra uscire da un film di Terminator, fa molto parlare di sé. A noi, questo computer piace molto: è ingombrante, forse anche “tamarro”, eppure non siamo riusciti a trovare un difetto dal puro punto di vista dell’immagine. I gusti, però, non si discutono, e siamo certi che non si tratti di un computer per tutti. MSI Aegis Ti5 vista

Da punto di vista oggettivo, troviamo un midtower abbastanza ingombrante, ricco di colori LED RGB. La base è costituita da un cilindro illuminato che non permette alcun movimento. Si tratta di pura e semplice estetica. Nella parte superiore troviamo un pannello in plastica semitrasparente che consente di ammirare la RTX 3080 in tutta la sua bellezza. La parte frontale, invece, oltre a essere sede del logo e di due strisce completamente illuminate, comprende anche una simpatica manovella. Questa presenta un piccolo schermo con sfondo animato che consente di gestire alcune funzioni, come Mystic Light e le funzioni multimediali.

Si poteva far di più con i materiali

Purtroppo, una cosa che, invece, non ci ha particolarmente colpito, è stata la scelta dei materiali. Durante la recensione di Aegis Ti5, ci siamo soffermati un po’ su questo punto. Lo abbiamo fatto fatto perchè non si tratta di un PC economico, bensì di una macchina da più di 4000€. Sebbene la struttura sembri solida e robusta (e anche parecchio pesante), la maggior parte di essa è realizzata in plastica. Lo sono i pannelli laterali e lo sono le “alette porta cuffie”. Così come lo sono tutte le parti lucide e trasparenti. Non abbiamo metalli particolari o vetri temperati. Se dovessimo imputare un difetto a MSI, sarebbe certamente questo: un computer con un costo così elevato dovrebbe avere materiali un po’ più “corposi”. MSI Aegis Ti5 drago lucky

Aegis Ti5: com’è fatto?

Un piccolo sguardo va dato anche all’interno del nostro Aegis Ti5 di casa MSI. Il computer presenta una scheda madre Z490 Micro ATX montata “sottosopra”. Aprendo i pannelli laterali, infatti, troveremo il processore nella parte bassa e la scheda video in quella superiore, con le ventole rivolte verso l’alto.

La CPU è raffreddata da un dissipatore a liquido da 240 mm che è fissato nella parte destra della struttura. Per poter accedere alle parti più interne è necessario, infatti, rimuovere completamente il radiatore. Una volta estratto, troveremo le nostre 4 RAM, prive di una copertura e il blocco CPU del dissipatore.

Rimuovendo l’altro pannello, invece, troviamo una copertura metallica su cui è fissata la scheda madre, una piccola ventola per il raffreddamento della zona dietro al processore e un connettore HUB per le ventole. Fate attenzione durante la rimozione dei pannelli laterali che sono collegati con un cavo alla motherboard.

Connettività

Per quanto concerne la connettività, il computer di casa MSI propone, nella parte frontale, due porte USB 3.2 Gen 1 Type-A (5 Gbps), una porta USB 3.2 Gen 2 Type-C (10 Gbps) e jack per cuffie e microfono.

La motherboard, invece, è sede di quattro porte USB 3.2 Gen 2 (tre di tipo A e una di tipo C), una porta Thunderbolt 3, USB 2.0 legacy e una porta PS/2. Presenti poi ingressi per l’audio, tra cui un jack surround, line-in, line-out, microfono e uscita audio digitale S/PDIF. La porta HDMI è disabilitata, viene sostituita dalla HDMI della GeForce RTX 3080 e delle tre uscite video DisplayPort.

Per finire abbiamo il jack Ethernet da 1 Gbps e 2,5 Gbps per la rete cablata, mentre una scheda Intel AX201 integrata fornisce Wi-Fi 6 e Bluetooth 5 wireless.

Le prestazioni si vedono in campo

Superato lo scalino del design, che ribadiamo essere per noi un pro (ma i gusti non si discutono), è tempo di scendere più nel dettaglio. Perché, per quanto maestoso possa sembrare, è sul campo che si discute la potenza di un computer. Nella nostra recensione di Aegis Ti5 equipaggiato con una RTX 3080, abbiamo deciso di spingere un po’ sull’acceleratore, testando il pre-assemblato al meglio e confrontandolo con la nostra usuale configurazione.

Ricordiamo che, il computer, monta un processore i9 10900K, una scheda video NVIDIA GeForce MSI RTX 3080 Ventus, 128 GB di RAM (@2933 MHz). Il tutto montato su una scheda madre MSI Z490 Micro ATX. Le sue performance sono state confrontate in maniera diretta con la nostra usuale configurazione composta da: i7 8700K, MSI RTX 2060 Super, 32 GB di RAM (3200 MHz).

Unico software interno di casa MSI è il Dragon Center, con il quale è possibile mettere mano a diverse funzionalità, tra cui illuminazione LED e performance.

Prima di addentrarci all’interno dei più classici videogiochi, abbiamo fatto qualche prova su Superposition. Con uno shader a 4K Ottimizzato (risoluzione 3840 x 2160), abbiamo ottenuto un punteggio di 14369; la media degli FPS è stata di 107, con un picco massimo a 129 FPS e un minimo a 89 FPS. In 8K ottimizzato, siamo scesi a 6239, con una media di 46 FPS. Nel 1080p, abbiamo ottenuto un punteggio di 10721 con sharder Extreme; qui la media è stata di 80 FPS, con picchi massimi a 100 FPS e minimi a 61 FPS. In 1080p High abbiamo ottenuto un punteggio di 23122, con una media di 173 FPS. Il massimo è stato di 237 FPS e il minimo a 120 FPS. La massima temperatura registrata a fine benchmark è stata di 80 °C.

Aegis Ti5 è un mostro nei videogiochi

Un piccolo assaggio nei benchmark ci ha fatto capire quanto questo MSI Aegis Ti5 potesse essere promettente, ma quei test non erano sufficienti. Proseguiamo, dunque, la nostra recensione con l’analisi delle sue potenzialità in game, provando alcuni degli ultimi titoli. I risultati sono stati eccezionali.

Siamo partiti subito con il nuovissimo Watch Dogs Legion, attraverso il quale abbiamo avuto modo di testare le potenzialità del Ray Tracing. Con RTX ON, tutto ultra, in Full HD, abbiamo ottenuto una media di 88 FPS, con minimi a 40 e massimi a 124 FPS. Stessi shader, ma con RTX OFF, il risultato è stato di 113 FPS medi, con massimi a 167 FPS.

È stato, poi, il turno di Assassin’s Creed Valhalla e Odyssey. Per quanto concerne il primo, in FHD, tutto al massimo, abbiamo ottenuto una media di 94 FPS (massimi a 153 FPS e minimi a 43 FPS). Su Assassin’s Creed Odyssey, con le stesse impostazioni, siamo saliti a una media di 100 FPS (minimi a 49 e massimi a 175 FPS). Abbiamo provato con una risoluzione al 200%, ottenendo una media di 64 FPS, minimi di 43 FPS e massimi di 112 FPS.

Non poteva mancare Tomb Raider, in cui abbiamo ottenuto 150 FPS medi, FHD, tutto al massimo e antialiasing SMAA4x e una media di 166 FPS, con le stesse condizioni, ma antialiasing TAA.

Risultati eccellenti anche su The Division 2, dove la media è stata di 133 FPS. Media di 137 su Far Cry 5 e di 348 FPS (250FPS durante una partita online) su Rainbow Six Siege.

MSI Aegis Ti5: ci è piaciuto?

Il pre-assemblato MSI Aegis Ti5 è davvero fenomenale. Le prestazioni si sono dimostrate eccellenti su tutti i fronti. Perfette dal lato del gaming, ottime in rendering e editing. Si tratta di una macchina dalle ottime qualità, in grado di portare a casa risultati eccezionali.

L’aspetto è ricercato e, ovviamente, non è per tutti. Si tratta di un design futuristico, ingombrante, non adatto a tutte le postazioni, ma di sicuro non anonimo. A noi è piaciuto molto. L’univa vera pecca, visto il prezzo (più di 4000€), è la qualità costruttiva. Non fraintendeteci, il computer è solido e stabile, ma ci saremmo aspettati qualcosa in più, qualche materiale premium. Troviamo, invece, molta plastica e un peso non indifferente. Se dobbiamo trovare un lato negativo, questo è da sottolineare.

Nel complesso, però, abbiamo avuto tra le mani un prodotto eccellente che si è sempre comportato molto bene. Ha reagito perfettamente a nostri stress test, non mostrando segni di cedimento. Tutto sommato, anche l’air-flow non è stato così malvagio e, anzi, il computer ha mantenuto temperature nella media.

Giulia Garassino

Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metal Slug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare platform, hack & slash e GDR. Il mio titolo preferito? Nier Automata. Il gioco su cui ho speso più ore? Battlefield, che domande! Eppure, una grandissima fetta del mio cuore è occupata da Fable, amore di vecchia data. Dimenticavo, ho provato così tante tastiere che, ad occhi chiusi, potrei dirvi che switch montano!

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button