fbpx
FeaturedTech

Aggiorniamo il Mac a Big Sur

Big Sur porta con sé tante novità: alcune si vedono al primo avvio, altre sono nascoste sotto al cofano, ma migliorano notevolmente l'esperienza utente

Big Sur, la nuova versione di macOS, è disponibile al download da un po’ di giorni. Nelle ultime settimane abbiamo avuto modo di provarlo e assaporare tutti i cambiamenti avvenuti con l’ultimo aggiornamento. Ma quali sono le novità di Big Sur? Vale la pena aggiornare il proprio Mac al nuovo sistema operativo?

macOS Big Sur, la nuova era di Apple

Big Sur è la versione 11 di macOS: un numero che alla maggior parte di voi potrebbe sembrare poco importante, ma è una vera e propria rivoluzione. Infatti macOS abbandona il numero 10, che è durato dalla primissima versione del 2001, segnando quindi una nuova era. Questo cambiamento va a braccetto anche con l’uscita dei nuovi prodotti della mela morsicata con a bordo il processore proprietario di Apple, lanciati insieme a Big Sur.

Ma macOS Big Sur non è dedicato solo ai nuovi Mac con il chip M1, infatti è compatibile con:

  • MacBook: 2015 o più recente
  • MacBook Air: 2013 o più recente
  • iMac: 2014 o più recente
  • MacBook Pro: fine 2013 o più recente
  • Mac mini: 2014 o più recente
  • Mac Pro: 2013 o più recente
  • iMac Pro: qualsiasi modello

Le novità che rendono grande Big Sur

Ma cosa è davvero cambiato in macOS Big Sur?

macOS 11 è pieno di nuove funzionalità, ma aggiornando il vostro Mac noterete come prima cosa un grande lavoro di ridesign da parte di Apple. Un’interfaccia completamente ridisegnata, con una scrivania formata da una Dock sospesa e trasparente, insieme ad una barra superiore completamente nuova, anch’essa trasparente. Anche le icone delle applicazioni sono cambiate, assumendo uno stile molto simile ad iOS, sintomo di una voglia di uniformità da parte di Apple. Un ecosistema degno di tale nome. Cosa che viene confermata anche dal fatto che i nuovi Mac con Apple Silicon saranno in grado di far girare anche le applicazioni di iOS.

macos big sur novità design

Anche le finestre del Finder, che permette di navigare tra i documenti e i propri file, sono state aggiornate, con un design molto più leggero dagli angoli ancora più smussati. Le impostazioni di visualizzazione dei file e altri parametri sono diventati molto meno evidenti e più eleganti, inoltre la barra laterale ora è trasparente. La cosa che si nota è una grande coerenza grafica, che prima a volte mancava. I simboli sono stati infatti ridisegnati e ora, ad esempio, il simbolo della casella delle mail all’interno dell’app “Mail” è lo stesso che troviamo nell’app “Calendario”. Sono tutti piccoli cambiamenti che rendono complessivamente più gradevole l’aspetto della propria area di lavoro.

Nuovi sfondi e nuovi suoni

nuovi sfondi big sur

Sono stati aggiunti molti nuovi sfondi a tema Big Sur. Questi comprendono immagini statiche, immagini che cambiano in base alla modalità chiara o scura e immagine dinamiche che seguono le ore della giornata. Per quanto riguarda le piccole novità, sono stati aggiornati anche gli effetti sonori del sistema operativo. VI avvisiamo: se siete utenti macOS di lunga data, ci metterete un po’ ad abituarvi ai nuovi suoni, ad esempio a quello riprodotto quando si svuota il cestino.

Il Centro di Controllo

big sur novità centro di controllo

Ed eccoci arrivati ad una delle novità principali di Big Sur: il Centro di Controllo. Si trova all’interno della barra dei menu, e come la versione per iOS, permette di controllare le impostazioni del dispositivo. Questo comprende quindi la luminosità dello schermo, quella della tastiera, il volume, le connessioni Wi-Fi e Bluetooth e molto altro. L’uso del Centro di Controllo è a discrezione dell’utente: può infatti scegliere se visualizzare le singole icone sulla barra dei menu come per le versioni precedenti.

Anche il Centro Notifiche cambia look: ora le notifiche sono raggruppate in base all’applicazione e nella stessa schermata sono presenti anche i widget. Questi sono disponibili in tre dimensioni diverse e richiamano molto quelli presenti su iOS 14.

big sur centro notifiche

Offerta
Magic Mouse 2 - Space Grey
  • Magic Mouse 2 è completamente ricaricabile: le batterie tradizionali non ti servono più.
  • Ha meno componenti perché la batteria è integrata e la parte inferiore del guscio è formata da un unico pezzo.
  • Il risultato è un mouse più leggero e con una base d’appoggio ancora più stabile: ha meno attrito e scivola alla...

Safari

Ovviamente non poteva non cambiare anche Safari. Ora è possibile impostare un’immagine di sfondo per la pagina iniziale, che ora è pienamente personalizzabile: si può infatti decidere se inserire i propri preferiti, i suggerimenti di Siri oppure le schede aperte su altri dispositivi dell’ecosistema e molto altro. Ora è possibile guardare i video con qualità fino ad 8K su YouTube, fermi a 1080p con Catalina, e supporta anche i contenuti HDR.

macos big sur novità safari homepage

Ma le novità di Big Sur su Safari non finiscono qui. Ora in automatico comparirà sulla scheda l’icona del sito che si sta frequentando, rendendo molto più semplice la selezione della scheda desiderata. Inoltre, aprendo molte schede all’interno di Safari, il titolo del sito sparirà mostrando solo l’icona. Selezionare la scheda giusta diventa ancora più semplice grazie alla nuova funzionalità che permette di passare il mouse sopra il titolo di una scheda per visualizzare l’anteprima del sito e quindi selezionare quella giusta.

safari anteprima scheda
In alto a destra si può vedere l’anteprima della scheda “Amazon”.

Safari permette di avviare una traduzione in tempo reale dell’intera pagina web, con un solo clic. Ma questa funzionalità è disponibile solo in sette lingue: cinese, inglese, spagnolo, portoghese, russo, tedesco e francese.

Il browser ora è incentrato ancora di più sulla privacy. Infatti Safari comunica se le password salvate sono state compromesse in una violazione di dati e chiede all’utente di cambiarle. Inoltre mette anche a disposizione un resoconto sulla privacy: grazie ad un sistema anti-tracciamento intelligente impedisce che vengano tracciate le varie attività sul web e il resoconto mostra tutti i tracker bloccati nei vari siti. Dalla pagina iniziale poi è disponibile un resoconto settimanale sulla privacy.

Messaggi

L’applicazione di messaggistica di Apple ora permette di fissare in alto una o più conversazioni (fino ad un massimo di nove), per trovarle sempre, proprio come si può fare su iOS 14. Ora è possibile anche condividere il proprio nome e la propria foto in modo tale che appaiano quando si scrive a qualcuno. È possibile scegliere se mostrare queste informazioni a tutti oppure solo ai propri contatti.

Sono state aggiunte le risposte dirette all’interno dei gruppi, che permettono di avviare un nuovo thread sotto il messaggio originale. È possibile anche menzionare le persone all’interno dei gruppi e il proprio nome viene evidenziato quando qualcuno vi menziona. Sempre parlando di gruppi, ora è possibile impostare un’immagine per la chat di gruppo, scegliendo una foto, una Memoji oppure un’emoji.

messaggi big sur

La funzionalità #images permette di cercare rapidamente immagini e gif da mandare all’interno della conversazione e sono anche stati aggiunti gli effetti per i messaggi, presenti da svarianti anni sull’applicazione per iOS. Invece quella “Memoji” permette di inviare le Memoji in formato sticker.

Tutte le altre piccole novità

Tra le altre novità abbiamo l’applicazione Mappe, che introduce nuove funzionalità come le Guide che mostrano informazioni su una determinata destinazione, come i ristoranti, negozi e i luoghi più interessanti. Inoltre ora è possibile avere un percorso dedicato alla bicicletta e sono state aggiunte le mappe interne dei principali aeroporti e centri commerciali.

big sur mappe indoor

L’App Store mostra in modo molto chiaro come verranno trattati i propri dati e di quale autorizzazione avrà bisogno una determinata applicazione. Sono state apportate modifiche anche all’applicazione Foto, HomeKit e Apple Music. E ora è possibile anche cambiare in modo automatico il dispositivo per gli AirPods, che individuano al volo la fonte da cui riprodurre l’audio.

Vale la pena aggiornare il proprio Mac a Big Sur?

Le novità introdotte da Big Sur sono davvero molte. Non è stato solo il design, ma sono state introdotte molte funzionalità importanti. Inoltre durante il nostro utilizzo abbiamo notato molte migliorie in termini di prestazioni, ad esempio Safari è molto più performante e consuma meno energia, grazie ad un lavoro di ottimizzazione da parte di Apple. E in generale tutte le applicazioni proprietarie della mela morsicata sono state migliorate, per un’esperienza utente sempre più di maggiore qualità. Il nostro consiglio è quindi di aggiornare a Big Sur, ovviamente informandovi se i programmi che utilizzate maggiormente sono compatibili con il nuovo sistema operativo.

Offerta
2020 Apple MacBook Air (13", Processore Intel Core i5...
  • Spettacolare display Retina da 13,3" con tecnologia True Tone
  • Magic Keyboard retroilluminata e Touch ID
  • Processore Intel Core i5 di decima generazione

Sara Grigolin

Amo le serie tv, i libri, la musica e sono malata di tecnologia. Soprattutto se è dotata di led RGB.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button