fbpx
CulturaNewsVideogiochi

Babbel per Lucca Comics and Games: ecco il vocabolario nerd per l’evento

Volete prepararvi al meglio per affrontare il Lucca Comics and Games? Ecco tutti i termini da sapere per farlo!

Babbel lucca comics

Prepararsi al meglio per affrontare il Lucca Comics and Games non è facile: per questo Babbel ha voluto aiutare tutti i visitatori alle prime armi, fornendo loro una piccola guida dei termini “nerd” più utilizzati.

Tutti i termini “nerd” suggeriti da Babbel

A partire dal 30 ottobre le mura di Lucca andranno ad ospitare il Lucca Comics and Games, evento tra i più importanti a livello europeo nell’ambito dei fumetti, dell’animazione, dei giochi di ruolo e da tavolo, dei videogiochi e del fantasy.

Andarci per la prima volta o prepararsi in modo adeguato alla manifestazione può non essere facile, per questo l’app leader per l’apprendimento di lingue Babbel ha voluto fornire agli appassionati una piccola guida di termini “nerd”!

All’interno di quest’ultima rientrano:

  • Combo: termine del mondo dei videogiochi, scelto per rappresentare una particolare sequenza di tasti da premere con il controller per generare mosse speciali e ottenere punteggi elevati;
  • Crossover: termine nato nel mondo dei fumetti, usato per indicare l’incontro di personaggi di
    serie differenti in avventure parallele legate alla storia e alle serie d’origine. Oggi il termine è esteso anche ad altri ambiti, come videogiochi e cinema;
  • Dungeon Master: coniato nel gioco cult Dungeons & Dragons, è riferito a colui/colei che gestisce il gioco di ruolo;
  • Easter Egg: “uovo di Pasqua”, questo termine indica tutti quei contenuti segreti che progettisti o sviluppatori nascondono all’interno di un gioco;
  • F2P: abbreviazione di Free-to-play, sfruttata per denominare tutti i giochi online a cui è possibile giocare gratuitamente, a patto di accettare i contenuti pubblicitari;
  • Glitch: il termine indica dei veri e propri “errori strutturali” di un gioco che portano ad un vantaggio per chi li usa;
  • Noob: parola scelta per indicare i “novellini”, ovvero i giocatori alle prime armi;
  • MMORPG: acronimo di Massive Multiplayer Online Role-Playing Game, ovvero “Gioco di ruolo in rete multi-giocatore di massa”;
  • Tankobon: dietro la sua origine giapponese, il termine indica il volume in cui cui sono raccolti i manga.
Tags

Maria Elena Sirio

Videogiocatrice dall'infanzia, innamorata del fantasy e dell'avventura (ma, soprattutto, di Nathan Drake), con una passione per il disegno, il cinema e le serie tv, che tenta di conciliare tutti questi interessi con la facoltà di Biotecnologie.
Next Article
Close

Adblock Rilevato

Considera di supportarci disabilitando il tuo adblocker