fbpx

Babbo Natale esiste davvero?
Babbo Natale è realtà o finzione? E dove finiscono tutte le lettere che abbiamo inviato in questi anni?


Fermatevi un momento, e chiedetevi cos’è che vi rende felici da moltissimi anni il giorno del 25 Dicembre. Non le luci che riempiono le città, i maglioni con le renne dei vostri familiari o l’albero super decorato del salotto. Che ci crediate o no, è Babbo Natale a permettere a questo giorno di essere tanto speciale. E non importa quale sia la vostra età anagrafica, perchè credere che qualcuno pensi a noi per 364 giorni all’anno, per poi regalarci quello che desideriamo in una sola notte, è una vera e propria cura per l’anima.

Questo omone in completo rosso, dalla soffice barba bianca e dallo sguardo tenero, si prende cura di ognuno di noi da centinaia di anni. Conosce i nostri desideri – anche se siamo noi stessi a rivelarglieli – e controlla attentamente come ci comportiamo. E questo vale tanto per i più piccoli quanto per gli adulti. Soltanto una somma di buone azioni, infatti, ci permette di trovare sotto l’albero il regalo che desideriamo. E non sappiamo dirvi se Babbo Natale esiste davvero, oppure sia la più bella storia che ci abbiamo mai raccontato, perchè quello che conta è come ci fa sentire avere quello che vogliamo con tutti noi stessi. Basta scrivergli una lettera per farglielo sapere, e la sua squadra di Elfi penserà a rendere il nostro desiderio realtà.

Fortunatamente, la tecnologia ci viene in aiuto anche in questo, senza minimamente snaturare la magia del Natale. Oggigiorno è possibile inviare una lettera, un’email e persino un Tweet al Polo Nord. Oppure partecipare ad una videochiamata con Babbo Natale in persona, con il suo team di Elfi o persino con una delle sue renne – ammesso che riusciate a parlare la loro lingua -. E così, quasi per magia, ecco l’omone dalla barba bianca calare nella nostra realtà.

Babbo Natale

325 S. Santa Claus Lane, Polo Nord: ecco dove vengono recapitate le lettere

Ricordate quando eravate bambini e la vostra sola preoccupazione per il mese di Dicembre era scrivere la vostra lettera a Babbo Natale? Noi ce lo ricordiamo molto bene. In genere compilavamo due, tre, quattro fogli di quaderno a righe per chiedere tutto quello che avremmo voluto trovare sotto l’albero la mattina del 25 Dicembre. Anche se mamma e papà continuavano a ripeterci che forse la slitta non sarebbe mai riuscita a portare a destinazione tutto quello che avevamo richiesto. In fondo, non eravamo mica gli unici bambini al mondo.

Al di là di questo, scrivere la lettera da inviare al Polo Nord è sempre un’esperienza bellissima. Fatta eccezione per la preoccupazione che arrivi davvero a destinazione. Ecco perchè Poste Italiane ha pensato ad un servizio che permette ai bambini da 1 a 20 anni – sì, avete letto bene! Proprio fino ai 20 anni – di recapitare la propria lettera all’indirizzo 325 S. Santa Claus Lane – North Pole – AK 99705, oppure ina una delle caselle postali utilizzate come punti di raccolta in tutto il mondo. Il servizio prende il nome di “La Posta di Babbo Natale” e garantisce l’arrivo di tutte le lettere al destinatario più celebre del mondo.

Anzi, sul sito dell’iniziativa troverete addirittura un kit di scrittura per la vostra lettera. Vi basterà scaricarlo e cominciare il lungo elenco di cose che desirate ricevere, ricordandovi che non sarete certo gli unici a cui la slitta recapiterà regali. Oppure, se preferite utilizzare un sistema più rapido, potete inviare direttamente un’email all’indirizzo [email protected] Siamo abbastanza certi che ci sia un team di Elfi pronti a leggere qualunque messaggio in arrivo.

Polo Nord Portatile, un’App per entrare in contatto con Babbo Natale

Babbo Natale esiste davvero? È una domanda che ci siamo fatti decine, centinaia, migliaia di volte. Non esiste una risposta certa, e forse sta proprio in questo la magia del Natale. Credere in qualcuno che potrebbe non essere reale, ma che comunque ci dà la dimostrazione di esistere. E che ora possiamo anche vedere o sentire. Grazie all’applicazione “Polo Nord Portatile“, infatti, abbiamo la possibilità di ricevere una videochiamata o un messaggio di auguri personalizzato direttamente da Santa Claus o da uno dei suoi Elfi più fidati.

Ma l’App, prodotta dall’azienda canadese UGroup Media Inc nel 2008, è molto più di questo. Si tratta di una vera e propria esperienza interattiva nel magico Villaggio di Babbo Natale, che vi dimostrerà quanto sia reale la storia a cui tutti crediamo da anni. E dato l’anno estremamente particolare, in cui le norme del distanziamento sociale ci tengono lontani anche il 25 Dicembre, l’applicazione permette di creare messaggi di auguri multi-device. Se vi sta squillando il telefono in questo momento, vi suggeriamo di rispondere, perchè potrebbe essere proprio Santa Claus in persona a volervi augurare uno splendido Natale. Strano, ma splendido.

In fondo, questo potrebbe davvero essere quello di cui abbiamo bisogno in questo 2020 così difficile. Dopo mesi di lockdown, zone rosse e indici di contagio che seguono un andamento altalenante, non è assolutamente semplice che le cose andranno meglio. Ed è proprio per questo che credere che qualcuno possa renderci felici nella giornata di oggi è importante. Poco conta se Babbo Natale esiste davvero o meno, quello che oggi importa è che ci regala un sorriso in un momento di grande tensione e difficoltà.


Chiara Crescenzi

Editor compulsiva, amante delle serie tv e del cibo spazzatura. Condivido la mia vita con un Bulldog Inglese, fonte di ispirazione delle cose che scrivo.