fbpx
FeaturedTech

Bitsa: come funziona la carta prepagata con le criptovalute

Bitsa è la nuova carta prepagata in grado di convertire le criptovalute in euro, ecco cos'è e come funziona!

Avrete sicuramente sentito parlare di Bitsa, la carta prepagata con criptovaluta. Ma come funziona esattamente? Le carte di questo tipo sono una valida soluzione per il loro effettivo utilizzo all’interno dei sistemi di pagamento tradizionale. In questo modo è possibile vendere e cambiare bitcoin e altre criptovalute in euro in maniera sicura, facile e veloce.

Bitsa è la nuova carta prepagata che consente di acquistare online o in qualsiasi negozio anche tramite criptovaluta. Scopriamo nel dettaglio cos’è e come funziona.

Bitsa: che cos’è e come funziona

Dalla nascita dei Bitcoin, le criptovalute hanno subito una rapida e costante evoluzione e diffusione a livello globale. Nonostante ciò, il problema dell’utilizzo delle monete virtuali è ancora realtà. Sebbene un numero sempre maggiore di attività accettino pagamenti in criptovaluta occorre infatti un sistema che permetta di scambiarla con moneta a corso legale, opzione ancora non prevista dalle banche.

La carta prepagata Bitsa, oltre alle normali operazioni di prelievo e pagamento elettronico, permette di disporre del valore delle criptovalute e trasformarle nella moneta a corso legale (euro). Oltre a ciò, con Bitsa è possibile:

  • Acquistare online e in negozi fisici in tutto il mondo in modo istantaneo e sicuro, grazie alla tecnologia Contactless e Secure Payment Verified by Visa.
  • Ricevere e inviare denaro da qualsiasi parte del mondo
  • Prelevare in tutti gli ATM
  • Realizzare bonifici Sepa. È possibile effettuare qualsiasi tipo di pagamento a qualsiasi istituto finanziario appartenente all’area del mercato unico europeo, con la stessa facilità e sicurezza dei pagamenti nazionali
  • Effettuare pagamenti e versamenti tra carte

Richiedere la propria carta Bitsa è facile e veloce e non è legato alla propria posizione creditizia. Per avere una Bitsa, infatti, non è necessario avere un conto corrente, basterà scaricare l’app ufficiale, disponibile sia per iOS e Android, e avviare una richiesta. La carta prepagata vi verrà inviata direttamente a casa. È anche possibile utilizzare gratuitamente una carta virtuale e pagare in tutti i negozi e-commerce che accettano pagamenti con VISA.

Ricaricare Bitsa con la criptovaluta

Bitsa

Una volta entrati in possesso della vostra carta prepagata Bitsa sarà possibile ricaricarla, tra le altre opzioni che vedremo in seguito, con le criptovalute. La procedura avviene attraverso l’utilizzo dell’App: una volta selezionata l’opzione “Criptovaluta” nel menù Ricarica, basterà selezionare la crypto che si desidera convertire in euro. Al momento è possibile convertire in euro solo le seguenti criptovalute: BTC, BCH, LTC, DASH, XLM, XRP, ZEC. Ulteriori criptovalute verranno implementate nel corso dei prossimi mesi.

Una volta selezionato l’importo sarà possibile scegliere tra le seguenti opzioni di ricarica:

  • Pagare con il wallet installato nel tuo dispositivo mobile e sfruttare i fondi crypto custoditi in esse
  • Pagare manualmente. In questo caso è possibile condividere il codice QR o l’indirizzo del wallet con la persona a cui si desidera richiedere o effettuare la ricarica

Una volta confermata l’operazione, i fondi di criptovaluta verranno inviati e convertiti in euro sulla tua carta Bitsa all’istante.  È importate avere nel wallet la cifra esatta che si desidera trasferire in Bitsa e che non si invii né più né meno denaro per non incappare in un ritardo del processo di ricarica.

[amazon_link asins=’1795288485,8891629480,1547592575′ template=’ProductCarousel’ store=’gamspri02-21′ marketplace=’IT’ link_id=’027e7c1f-1f43-4c20-bccb-397573772deb’]

Altri metodi di ricarica

Bitsa

Nel caso in cui non si voglia o non si possa caricare tramite criptovaluta, Bitsa offre altre modalità più semplici e alla portata di tutti. Una di queste è il classico trasferimento tra due carte prepagate Bitsa e non. Per inviare denaro da una carta Bitsa ad un’altra basterà utilizzare l’app e ricaricare il denaro utilizzando l’ID della carta, virtuale o fisica, da ricaricare. È anche possibile ricaricare la propria Bitsa da altre carte di debito o credito sia del circuito Visa che Mastercard che hanno abilitato il sistema 3D Secure.

Un altro modo di ricaricare la propria prepagata è attraverso i voucher Bitsa. I voucher possono essere ottenuti sul sito Sixcontinent.com sotto forma di gift cards o acquistate in uno dei punti vendita associati. Una volta acquistato un voucher di ricarica, basterà inserire i dati richiesti direttamente sullapp Bitsa o utilizzare il QR Code. Anche in questo caso la ricezione del trasferimento avviene in maniera sicura e immediata. Il team di Bitsa è in costante lavoro per attivare il maggior numero possibile di negozi partner in Europa per dare la possibilità agli utenti di acquistare un voucher fisico anche in contanti.

Quella dei voucher e delle gift card sono solo alcune delle iniziative che l’azienda si prospetta di intraprendere per fornire a tutti un accesso gratuito ai servizi finanziari in modo che non siano più una prerogativa esclusiva delle banche.

Bitsa è una soluzione efficace, veloce e sopratutto sicura per sfruttare al meglio le potenzialità del blockchain e delle criptovalute. La carta prepagata riesce ad unire la praticità della “moneta virtuale” alle esigenze della vita di tutti i giorni.

Daniele Cicarelli

Indigente giramondo con la grande passione per i videogiochi, l'Arte e tutte le storie Fantasy e Sci-Fi che parlano di mondi alternativi senza zanzare. Fermo sostenitore dell'innovazione, del progresso tecnologico e della superiorità del Tipo Erba. Dalla parte dei Villains dal 1991.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button