fbpx
NewsVideogiochi

Call of Duty Warzone: l’influencer Pow3r lancia l’hashtag #FIXWARZONEita

Il content creator è stato vittima di un attacco cheater

Call of Duty Warzone è uno dei titoli battle royale free to play più in vista del momento e, così come altri suoi cugini all’interno dello stesso genere, ha un grosso problema per quanto riguarda i cheater, gli utenti disonesti che utilizzano strumenti esterni per ottenere vantaggi ingiusti nel gioco. L’ultima vittima di questi gruppi organizzati su Call of Duty Warzone è l’influencer Pow3r, streamer e atleta di eSports presso Fnatic.

Pow3r vittima dei cheater su Call of Duty Warzone

La storia risale alla giornata del 10 maggio, quando lo streamer ha pubblicato un lungo video sul suo canale YouTube in cui spiega quanto successo in una live qualche giorno prima, in cui stava giocando alla modalità “Solo” di Call of Duty Warzone. Quello di cui è stato effettivamente vittima il content creatore è la pratica dello “stream sniping” da parte di un gruppo di giocatori, un’attività in cui si sfrutta il vantaggio di conoscere la posizione di chi gioca in streaming su Twitch che, naturalmente, diventa intrinsecamente più facile da individuare ed eliminare.

Questa pratica, sebbene non possa essere considerata cheating in senso stretto è comunque molto pesante, e può risultare davvero frustrante, soprattutto se usata in occasione di tornei o partite classificate, come quelle a cui stava partecipando Pow3r.

Call of Duty Warzone pow3r

Ma ovviamente non finisce qui. Il gruppo di giocatori incriminato ha interagito direttamente con lo streamer, dimostrandosi convintissimo che quest’ultimo facesse uso di cheat per avvantaggiarsi nel gioco in solo di Call of Duty Warzone. Il collettivo ha anche minacciato Pow3r, dichiarando che finché non avesse dimostrato di essere davvero bravo nel gioco avrebbero continuato con lo stream sniping.

Lo streamer però non ha ceduto, al contrario ha lanciato l’ashtag #FIXWARZONEita, nella speranza di attirare l’attenzione di Activision sull’argomento. Attualmente l’ashtag ha raggiunto i 13,8 mila retweet, dando la misura di quanto effettivamente sia sentito il problema all’interno della community.

havit Mouse da gioco RGB 6 pulsanti del mouse gaming...
  • 【7 modalità di retroilluminazione RGB esclusive】 Fino a 7 effetti di illuminazione RGB preimpostati con...
  • 【6 DPI regolabili】 800-1600-2400-3200-4000-4800 DPI, può guidare a 6400 DPI, con un'eccellente sensibilità e una...
  • 【6 I pulsanti programmabili】 Le impostazioni macro e il colore dell'indicatore possono essere personalizzati tramite...

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button