fbpx
AutoAuto for DummiesMotoriRubriche

7 consigli per viaggiare con il proprio cane | Auto for Dummies

L’estate è il periodo dell’anno dove i cani, che tanto ci tengono compagnia durante l’anno, spesso vengono lasciati dalla famiglia, nelle pensioni o imperdonabilmente abbandonati per poter fare le vacanze estive. Viaggiare con il proprio cane in auto però non solo è possibile, ma se si seguono piccoli accorgimenti può essere un’esperienza meravigliosa, per voi e per il vostro amico a quattro zampe. Come potare il cane in auto? Ve lo spieghiamo noi oggi ad Auto for Dummies, la rubrica che racconta i segreti del mondo dell’auto in maniera semplice. Pronti? Bau!

Come trasportare il cane in auto in sicurezza? Cintura di sicurezza, kennel o rete divisoria

Il primo punto da considerare è, senza alcun dubbio, il modo di tenerlo al sicuro all’interno della nostra auto. Non è infatti sufficiente farlo salire in auto e chi s’è visto s’è visto, ma ci sono delle normative che regolano il trasporto di cani in automobile, nello specifico l’articolo 169 del Codice della Strada. Questo recita che “Sui veicoli diversi da quelli autorizzati a norma dell’art. 38 del decreto del Presidente della Repubblica 8 febbraio 1954, n. 320, è consentito il trasporto di un animale domestico in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida.”

È altresì consentito il trasporto di soli animali domestici, anche in numero superiore, purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio competente del Dipartimento per i trasporti terrestri.” Cosa significa all’atto pratico? Che è possibile portare uno, due o più cani e gatti in automobile, ma solo se messi in condizioni di non disturbare il conducente alla guida. Il Codice della Strada riconosce infatti quattro metodi principali per trasportare animali domestici. Il primo è il “classico” trasporto nel bagagliaio. Questo è l’unico luogo dove è legalmente possibile trasportare più di un animale, e ci sono due modi distinti di farlo.

cani in auto kennel

Si può scegliere il metodo classico, con la separazione del vano dall’abitacolo con una classica rete o griglia divisoria. Questa soluzione permette al cane di non disturbare dagli occupanti “umani”, ed è stata per lungo tempo la soluzione più utilizzata. Per maggiore sicurezza, però, oggi si può utlizzare il cosiddetto kennel. Che cos’è? Si tratta di una gabbia di plastica o metallo di medie dimensioni che dona al cane il suo spazio per muoversi ma circoscrivendolo all’interno di uno spazio chiuso, con diverse aperture per respirare e vedere il mondo.

Se poi avete due o più cani e volete separarli senza l’acquisto di due kennel singoli, potete installare una “grata” di separazione tra i due cani, in modo da dividere il bagagliaio in due scomparti separati. Per legge, infatti, i due cani non possono interagire troppo per evitare giochi, litigi o comunque situazioni di distrazione. In questo modo, otterrete anche dello spazio per dei bagagli, per non rinunciare del tutto alla praticità. Se invece viaggiate in due e non volete rinunciare ai bagagli, con un solo cane potete far viaggiare il vostro amico sui sedili posteriori. Per viaggiare con il vostro amico a quattro zampe sul divano posteriore, ci sono tre metodi legali.

Il primo è l’utilizzo del kennel, montato però sui sedili posteriori e ancorato in posizione. In questo modo, il cane non scorrazzerà per l’auto, ma potrete ancora usare il vano bagagli. Il secondo metodo, più classico, è quello di installare una rete o una paratia divisoria tra i sedili anteriori e quelli posteriori, o tra sedili posteriori e bagagliaio, simile a quella usata nel bagagliaio. Che sia di tela, di corda, di metallo, estraibile o permanente, con quella sarete sicuramente in regola. Il cane avrà tutta la libertà che desidera, con lo spazio e la luminosità che gli fa comodo per essere sempre a suo agio.

cani in auto cintura

Il terzo metodo è l’utilizzo di una cintura di sicurezza per cani, metodo che uso abitualmente con il mio cane, Ariel, un simil-bracco tedesco di 20 kg che vedete qui in foto. Questa soluzione però non è adatta ai cani più grandi: è consentito solo per cani di piccola e media stazza, con peso fino a 35/40 kg. Si tratta di una semplice cintura di sicurezza con un attacco a moschettone identico a quello dei guinzagli. Si inserisce la parte “di cintura” nell’ancoraggio classico, mentre il moschettone si aggancia al collare o alla pettorina. Questo regala un certo movimento al cane, libero di scorrazzare per i sedili posteriori, ma sempre in maniera sicura e controllata. Così anche in caso di frenate o incidenti è ancorato all’auto. Un sistema che fa stare tranquilli anche quando si arriva, evitando che il cane possa svignarsela una volta aperta la portiera.

In ogni caso, il kennel è il sistema più ingombrante e costoso, con i modelli più piccoli che partono da 50/60 euro, mentre per quelli per i cani più voluminosi servono almeno 100 euro. Più economica la rete divisoria, con prezzi che partono da 15 euro per quelle in corda, per arrivare ai 40-50 euro di quelle in metallo da bagagliaio e di quelle più accessoriate. Infine, la cintura è la più abbordabile, per un costo medio di 8 euro a cintura.

Far abituare il cane all’auto poco alla volta

Una volta trovato il modo che fa per voi, il vero trucco per insegnare al vostro cane a viaggiare in auto senza problemi è la gradualità. Se infatti non è mai stato in auto prima che con voi, il metodo più sbagliato è prendere, metterlo in auto e partire.

I cani infatti non sono abituati a muoversi in macchina, e per questo possono essere parecchio spaesati. Gli spazi stretti, l’impossibilità di correre e giocare, i rumori, i movimenti laterali e longitudinali, l’accelerazione e la frenata. Sono tutte cose che un cane non ha mai provato, e che mettono a disagio gran parte dei cuccioli e adulti. Certo, come ci sono persone che soffrono il mal d’auto, ci sono anche cani che avranno sempre difficoltà a viaggiare in macchina: ma lo si può comunque abituare a piccoli tratti, a volte indispensabili. In ogni caso, all’inizio è fondamentale essere graduali.

cani in auto prima

Cominciate portando il cane al parco vicino casa in auto, a buttare la spazzatura o a fare un semplice giro dell’isolato. Un primo viaggio molto tranquillo, per far abituare il cane all’automobile, di un paio di minuti al massimo. Poi, gradualmente, aumentate la distanza. Prima 5 minuti, poi 10, poi 30. Se il vostro amico a quattro zampe sarà ancora in forze e si sarà abituato, allora, non ci saranno più problemi di nausea o malessere, e potrete cominciare a pianificare dei viaggi più lunghi. Per fare la “prova del nove”, programmate una gita fuori porta di un’oretta, in modo da avere la possibilità di verificare in una giornata se il vostro cane è pronto ad un viaggio insieme a voi. Certo, potrebbe ancora annoiarsi e non sentirsi a casa, ma per quello abbiamo altri due consigli per voi tra poco.

Dotarsi di un telo universale per farlo stare più comodo (e preservare i sedili)

Prima di tutto infatti è importante preservare la salute dell’auto e la comodità del vostro cane. Come? Se scegliete di farvi accompagnare con il vostro loppide senza l’utilizzo di un kennel, scegliete un telo universale da auto, come quello che troverete in fondo nei consigli per gli acquisti. Perché? I motivi principali sono tre. Il primo è che così salvaguarderete lo stato della vostra tappezzeria, che sia in tessuto, in velluto o in pelle, e sarà molto più facile pulire ed eliminare peli e sporcizia. Anche i vostri animali amano vivere nel pulito! In più, in caso di “incidenti fisiologici” è molto più comodo pulire e lavare il telo che il sedile dell’auto.

Infine, il cane avrà molto più appoggio con una superficie meno scivolosa, e sarà indubbiamente più a suo agio. Questi teli sono piuttosto economici (i più curati arrivano a 40 euro), hanno diverse funzioni e sono facilissimi da montare. Per metterli in posizione, basta posizionarli sul divano, agganciare le due cinghie dietro i poggiatesta posteriori, e far passare la cintura di sicurezza attraverso uno dei due fori con velcro per agganciarlo all’ancoraggio della cintura. Un vero gioco da ragazzi. Si adattano poi a tutte le auto, dalle piccole utilitarie alle berline e ai SUV più voluminosi, e possono essere usati sia nel bagagliaio che sul divano posteriore.

Sono poi multifunzione perchè al di sotto hanno una finitura con maggiore grip, per evitare che il telo possa scivolare in curva. In più, quasi tutti i teli sono formati da tre parti principali: il copri schienale, la parte principale che copre le sedute dove si appoggerà il cane e una terza parte, spesso impermeabile, che ha una duplice funzione. Da una parte, può essere usato per proteggere la moquette e i tappetini, mentre il secondo utilizzo è quello di divisorio. Quasi tutti i modelli dotano anche la parte inferiore di due cinghie da agganciare ai poggiatesta anteriori. Così si crea una specie di “amaca” dove alloggiare il vostro cagnolino, in modo da evitare che lui o lei possa raggiungere i posti anteriori. Davvero intelligente. Questo telo è un acquisto che chiunque voglia trasportare il proprio cane in auto deve assolutamente fare: indispensabile.

Farlo sentire come a casa: un cuscino, un gioco, qualcosa di familiare migliorerà il viaggio

Il nostro quarto consiglio per viaggiare con il proprio cane in auto è quello di farlo sentire il più possibile a suo agio. Come abbiamo detto prima, infatti, per i cani l’automobile non è un oggetto naturale, con cui hanno avuto a che fare per tutta la vita. E proprio come noi umani, in un posto nuovo, inizialmente ostile e sconosciuto, i cani tendono a non essere esattamente felici e rilassati.

Addio auto quindi? No, perchè proprio come noi i cani hanno bisogno di qualcosa che li faccia sentire protetti, a casa. Niente è meglio di una coccola e uno sguardo ogni tanto dal passeggero o, nei momenti al semaforo, da parte del guidatore. Nei lunghi tratti autostradali però, quando la noia e il disagio può farsi sentire, il cane ha bisogno di avere un rimando a cose che ritiene familiari.

Io ad esempio per i primi viaggi con Ariel ho viaggiato con il suo cuscino sul sedile. Una soluzione pratica (perchè non avevo altro posto dove metterlo in auto), ma che allo stesso tempo ha consentito alla mia compagna di viaggio di abituarsi ad un luogo nuovo, rumoroso e sconosciuto, sentendosi a casa con il suo amato cuscino.

Qualsiasi cosa che gli possa ricordare casa va bene: un pupazzo, un giochino masticabile, un osso, uno snack masticativo, una pallina, persino un calzino bucato. L’importante è che sia qualcosa a cui il vostro cane è affezionato, così da poter smaltire lo stress e sentirsi a casa anche lontano dal suo posto sicuro.

Non dimenticate di fermarvi spesso: i cani si annoiano, e hanno bisogno di… tante pause

Uno dei trucchi per poter regalare a voi e al vostro cane un viaggio piacevole e divertente è prendere l’abitudine di fermarsi spesso durante un lungo viaggio. Seppur infatti un cane sia in grado di viaggiare continuativamente per diverse ore, lo stress accumulato durante il viaggio può portare a noia, sentimenti e atteggiamenti negativi e, nel peggiore dei casi, a nausea, vomito e bisogni indesiderati. Non c’è speranza quindi? Certo che no: il trucco è fare diverse soste durante il viaggio.

cani in auto passeggiata a metà viaggio

In questo modo, facendo brevi o medie passeggiate, dando al cane il tempo di sfogarsi, annusare, giocare magari con altri cani, fare i propri bisogni et cetera, gli si da la possibilità di stancarsi, di sfogarsi e di continuare il viaggio sereno e tranquillo. Volete un trucco da pro? Quando ho in programma un viaggio più lungo, cerco sempre di portare Ariel a lungo a spasso prima di partire. Questo per permetterle di partire con tutti i bisogni fatti e risolti, ma soprattutto per stancarla. Quando un cane è stanco, infatti, tenderà a dormire anche in auto, passando più in fretta il tempo e accusando molto meno stress.

Pianificare tragitti e verificare le regole nei vari Stati

Il sesto consiglio che vi voglio dare è di carattere puramente organizzativo e pragmatico. Non tutti i luoghi al mondo sono infatti “dog friendly”, sia una volta arrivati a destinazione che durante il viaggio vero e proprio. Per viaggiare in auto con il proprio cane senza pensieri, infatti, è bene informarsi in maniera completa e dettagliata sulle regole delle Regioni, dei Paesi e dei singoli territori che andrete a visitare.

Con questo intendo sia informazioni a livello ricreativo, come spiagge aperte ai cani, parchi accessibili solo con museruola e così via, ma anche e soprattutto alle regole di viaggio. Ad esempio, infatti, in Germania è caldamente consigliato viaggiare con un separatore fisico tra guidatore e animale, in Francia è obbligatoria la cintura per cani per i sedili posteriori, e così via.

cani in auto passaporto

Ma soprattutto, non dimenticatevi il passaporto per animali di compagnia. Il cosiddetto Pet Passport è infatti il documento obbligatorio per trasportare un qualsiasi animale di compagnia all’interno dell’Unione Europea. Questo certifica i dati del cane tra microchip e salute, i dati del proprietario e soprattutto la presenza del vaccino per l’antirabbica, fondamentale e obbligatorio per viaggiare con Fido in Europa.

Per ottenerlo, dovrete prima somministrare il vaccino al vostro cane, poi una volta fatto vi basterà recarvi negli uffici della ASL della vostra zona e richiedere il passaporto animale insieme al vostro cane, così che possa essere letto il microchip e stilata la sua “carta d’identità” completa di colore, tipo di pelo e segni particolari Volendo potete anche metterci una foto! Il costo è variabile a seconda del prezzo del vaccino (sui 40/50 euro) e i costi della vostra ASL. Io ad esempio alla ASL della mia città l’ho pagato solo 5 euro. Il Pet Passport entra in vigore dopo 21 giorni dalla vaccinazione antirabbica, e va rinnovato per la prima volta dopo un anno e successivamente ogni due anni, in corrispondenza con il richiamo del vaccino.

Cercate strutture e alberghi “pet friendly”: le occasioni sono dietro l’angolo

Infine, l’ultimo accorgimento fondamentale è l’alloggio una volta arrivati. Il viaggio in auto con il vostro cane è andato bene, tutto liscio come l’olio. Ma indispensabile è trovare un albergo o una casa in affitto pet friendly, che accetti senza remore il vostro amico peloso. Un tempo per trovare una soluzione sarebbe stato necessario chiamare diversi alberghi e verificare la disponibilità, ma oggi non è più così.

Grazie ai colossi del turismo privato come Booking.com, Trivago e AirBnb e simili, ora è possibile scremare i possibili alloggi per la disponibilità ad accettare animali domestici. Attenzione però: spesso c’è la discriminante della taglia, con strutture che accettano solo cani e gatti di piccola e media taglia. Se vivete insieme ad un cane di grandi dimensioni come un alano, un pastore tedesco e così via, fate comunque una telefonata esplorativa, per non avere brutte sorprese in albergo, o fatelo presente nella presentazione su AirBnb. In ogni caso, però, sono sempre di più le strutture che offrono questo tipo di servizio.

Cane in auto airbnb

Per scoprire gli alloggi “dog friendly” non servirà altro che andare sul sito da voi prescelto, andare tra i filtri e selezionare “Animali domestici ammessi”, che su AirBnb ad esempio si trova sotto “Regole della casa”. In questo modo, nella vostra ricerca vedrete solo case, alloggi e alberghi che accettano il vostro cane. E se non doveste trovare nulla nella vostra meta? Niente paura. Spostatevi rispetto alla città iniziale, anche solo di un paio di km o scegliendo una località fuori città, di solito più aperti agli animali. Ed inoltre, essendo in auto, non avrete il problema del trasporto da e verso la vostra casa o albergo. Magari dovrete fare qualche minuto di traffico la sera, ma potrete stare insieme al vostro amico speciale.

Adattatevi l’uno all’altro, e la vacanza sarà indimenticabile

Ed è proprio con questa prospettiva che voglio chiudere questa carrellata di consigli per viaggiare con il proprio cane in auto. Una vacanza con il proprio animale domestico non è sempre rosa e fiori. Anche quando piove dovrete portarlo fuori. Non potrete, ad esempio, andare a ballare la sera fino a notte inoltrata, andare in tutti tutti i ristoranti, passeggiare nelle trafficatissime vie del centro o visitare musei e monumenti al chiuso.

Una vacanza con il proprio cane richiede adattamento, dall’una e dall’altra parte. Sia voi che il vostro amico senza il dono della parola dovrete capirvi, scendere a compromessi su dove stare, cosa fare e come avanzare la vacanza. Un viaggio che sarà sicuramente all’insegna della natura, tra lunghe passeggiate in parchi e boschi o sulla spiaggia. All’insegna dell’avventura, con posti magari che mai vi sareste sognati di vedere senza la “scusa” del cane insieme a voi. All’insegna del divertimento e della condivisione, perché momenti passati con il vostro cane e la vostra persona preferita saranno scolpiti nella vostra memoria per sempre. E se pensate che in tanti pur di non faticare con una vacanza “canina” decidono di abbandonare il proprio cane… tutto acquista ancora più senso.

Spero di avervi tolto i dubbi più comuni, e di avervi convinti a dare una chance ad una vacanza senza dubbio diversa, mai noiosa e senza dubbio speciale e indimenticabile. E con queste parole dolci si chiude anche questa puntata estiva di Auto for Dummies! Ci vediamo la prossima volta con una nuova puntata. Dove? Sempre qui, su techprincess. Quando? Ogni venerdì, ma è ovvio! Ciaoo!

Ellie-Bo, gabbia pieghevole per cuccioli inclinata con...
  • Gabbia per cani inclinata da 76,2 cm – si adatta alla maggior parte delle auto, ma si prega di controllare le misure...
  • Pieghevole per riporlo e trasportarlo facilmente.
  • Dimensioni della confezione: 78 x 56 x 12 cm
Kurgo Divisorio Auto per Cani
  • Riduci distrazioni alla guida
  • Proteggi il tuo cane
  • Misure universali
Toozey Cintura di Sicurezza per Cani Guinzaglio Auto con...
  • Elevata sicurezza per il vostro cane e per il vostro cane - Realizzato in nylon resistente e robusti elementi in...
  • Ammortizzatore elastico - La parte elastica assorbe le forze in caso di frenata improvvisa o incidente automatico, rende...
  • Adatto per tutti i tipi di auto e per tutti i veicoli. La cinghia per cani si adatta facilmente a tutte le comuni fibbie...
Wimypet DO01-FBA - Coperta Impermeabile per Cani, 150 x 144...
  • Taglia XLarge: 150 x 144 cm, la coperta per cani è universale – da auto grandi a piccole auto. Può essere utilizzata...
  • Punto di organizzazione e sicurezza:La parte inferiore antiscivolo riduce al minimo lo scivolamento su sedili in gomma o...
  • Buona qualità e comodità: le nostre amache sono realizzate in tessuto di alta qualità, durevole, resistente ai...
100% Naturale Corna di Cervo per Cani Masticare Ecologico...
  • LIGO NATURAL SNACK - NATURALI - Una fonte naturale di calcio, fosforo, manganese e zinco. Le corna da masticare...
  • LIGO NATURAL SNACK - RIDUCE IL TARTARO: Se il tuo cane ha una placca o tartaro, ha bisogno di una buona igiene orale per...
  • LIGO NATURAL SNACK - MASTICA A LUNGO - I cani amano masticare e il corno di Cervo Ligo manterrà il vostro cane occupato...

Non perderti le ultime puntate di Auto for Dummies!

Lo sapevi? È nato il canale di Telegram di Tech Princess con le migliori offerte della giornata. Iscriviti qui!

Giulio Verdiraimo

Ho 22 anni, studio Ingegneria e sono malato di auto. Di ogni tipo, forma, dimensione. Basta che abbia quattro ruote e riesce ad emozionarmi, meglio se analogiche! Al contempo, amo molto la tecnologia, la musica rock e i viaggi, soprattutto culinari!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button