fbpx
AutoNewsTech

Il nuovo cavo di ricarica per auto elettriche Bosch è una rivoluzione

Il nuovo cavo di ricarica per auto elettriche dell’azienda tedesca Bosch promette di essere una vera e propria rivoluzione per il settore. Leggerezza, funzioni smart e flessibilità sono gli assi nella manica del nuovo dispositivo per la mobilità elettrica.

Il cavo di Bosch è leggero, grazie all’assenza della scatola di controllo, non più necessaria. Con un peso pari a soli 3 Kg, è più leggero del 40% rispetto alla media dei cavi di ricarica convenzionali. Si tratta di una diminuzione nettissima che migliora di molto la comodità d’uso.

cavo ricarica auto elettriche bosch

La tecnologia di controllo e sicurezza integrata nel cavo di ricarica rende il monitoraggio della potenza e della temperatura di carica affidabile e intelligente. Il sistema è molto flessibile, per via dell’adattatore di tipo 2 e delle spine domestiche non c’è bisogno di un secondo cavo di ricarica, sia a casa che in viaggio.

Uwe Gackstatter, presidente della divisione Bosch Powertrain Solutions, ha dichiarato: “Con questo cavo di ricarica universale, Bosch rende l’elettromobilità ancora più comoda. Vogliamo rendere il nuovo cavo standard per i veicoli elettrici”.

Caratteristiche del cavo di ricarica per auto Bosch

L’azienda tedesca prevede di iniziare la distribuzione del cavo a partire dalla metà del 2022. Ecco le caratteristiche tecniche del dispositivo, fornite direttamente da Bosch:

Il cavo trifase consente la cosiddetta modalità 2 e la modalità 3 di ricarica CA (corrente alternata) fino a 22 kilowatt garantendo grande flessibilità di utilizzo. La tecnologia integrata in ciascuna delle spine rende il processo di ricarica sicuro e affidabile. Il connettore di tipo 2 nel veicolo contiene i componenti per il controllo e il monitoraggio della potenza di ricarica. All’altra estremità del cavo, la spina domestica con adattatore ospita il controllo della temperatura e un dispositivo di corrente residua. Ciò garantisce che non si verifichino sovraccarichi o surriscaldamenti anche durante la ricarica regolare in una presa di corrente domestica con un massimo di 2,3 kilowatt di potenza di ricarica.

Source
Comunicato Stampa

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button