fbpx
FotografiaNews

Cortona on the Move 2020: il tour fotografico torna per la decima edizione

Quest'estate le mostre di visual storytelling nella città Toscana, a settembre gli eventi dal vivo

Cortona on the Move torna per la decima edizione in questo 2020. Il festival di visual storytelling metterà in mostra le opere di fotografi italiani e da tutto il mondo nella città Toscana a partire da sabato 11 Luglio 2020. Per tutti i weekend (da venerdì a domenica) di quest’estate potrete visitare le opere esposte alla Fortezza del Girifalco e a Palazzo Capannelli.

Insieme per raccontare una storia ad immagini

Il festival si aprirà l’11 luglio, per poi concludersi il 27 settembre (anche se non è da escludere un prolungamento anche ad ottobre. Il focus del festival è The COVID-19 Visual Project, piattaforma online nata in collaborazione con Intesa San Paolo (che alla conferenza stampa di oggi ha annunciato che sarà al fianco di Cortona on the Move per altri tre anni come main sponsor).

Ma non manca la collaborazione con Canon, che oltre a fornire il materiale per tutte le mostre presenterà anche i vincitori di Premio Canon Giovani Fotografi 2020. E che vuole rilanciare con Cortona on the Move il settore fotografico, che ha registrato vendite minori dell’80-85% nei mesi di pandemia.

C’è anche un’interessante partnership con ESA, la società aerospaziale europea. Franco Ongaro dice che l’ESA vuole raccontare l’universo con il linguaggio quotidiano della fotografia, invece del “freddo e scientifico” approccio classico.

Il comune di Cortona è in prima linea per sostenere lo svolgimento delle mostre nella massima sicurezza. Gli ingressi saranno contingentati, con 90 persone al massimo alla Fortezza e 30 al Palazzo in contemporanea. Non manca il patrocinio di Regione Toscana. La vicepresidente Monica Barni che crede che le fotografie in concorso possano permettere un “analisi del momento, per ripartire”. E poi il sostegno di CR Firenze, con Gabriele Gori che crede che questa mostra sarà una “testimonianza storica dei paesaggi lunari che abbia visto nelle nostre città in questi mesi”.

Infine c’è la partnership con il comune di Reggio Emilia per Cortona Visual Narratives Scholarship. Con il sostegno di ANCI e il Dipartimento della Gioventù della Presidenza del Consiglio dei Ministri, insieme al Servizio Civile Nazionale, per dare importanza e sostegno all’arte e ai giovani under 35.

Le mostre di Cortona on the Move

Le mostre che potrete ammirare a Cortona on the Move hanno il Covid-19 Project come fulcro, eppure sono diversissime fra loro. Le sensibilità di fotografi italiani e stranieri si alternano raccontato una storia che ha sconvolto il mondo, in mille diverse sfaccettature.

C’è Covid on Scene di Alex Majoli, che ha raccontato l’Italia con il suo stile teatrale, viaggio da Nord a Sud. Ma c’è anche lo sguardo sensibile di Simon Norfolk in Lost Capital, che ha colto l’architettura londinese svuotata dalla vita quotidiana. E poi ci sono gli occhi di Paolo Woods e Gabriele Galimberti, che in Locked in Beauty hanno mostrato i musei italiani vuoti, cercando la bellezza nel loro silenzio.

cortona on the move gabriele galimberti

C’è 2Metres: Ritratti mascherati a Ridley Road, in cui Gideon Mendel ritrae il lockdown al Food Market inglese. Turni di Vita o di Morte, di Andrea Fazzetta (opera in copertina) che ha dato un volto, coperto dalla mascherina, ai lavoratori di ospedali e cliniche nel Nord Italia. Nanna Heitmann racconta gli strati più poveri della società nel suo Pandemic of Social Inequality. Daniel Etter fotografa i lavori essenziali in The Indispensables.

Silenzio di Edoardo Delille racconta Firenze durante il lockdown, vuota eppure terribilmente bella; nelle sue inquadrature sembra di sentire il silenzio lunare della città. Lujàn Angusti e Nicolàs Deluca mostrano la Terra del Fuoco colpita dal virus in La Nuova Fine del Mondo, mostrando l’impatto globale della pandemia. Daniele Ratti in Next Stop ha girato le autostrade italiane deserte, fotografando gli autogrill, luoghi “non-luoghi” che sembrano aver perso senso. Afuera di Luis Cobelo racconta Barcellona vista dal balcone, mostrando la città con lo stesso sguardo cui siamo stati costretti dal COVID. COndiVIDendo 19 di Mattia Crocetti mostra il nuovo concetto di convivenza, di condivisione forzata che abbiamo affrontato.

cortona on the move mattia crocetti

Contingency Plans di Mattia Balsamini ha fotografato le eccellenze italiane che non si sono fermate ma che hanno fabbricato gel igienizzanti, mascherine e respiratori. Diario: il libretto sanitario di New York di Gaia Squarci ritrae la “città più grande al mondo”, accompagnando le fotografie con annotazioni in stile diario. No Place Like Hope di Michele Spatari ha mostrato la frenesia per contenere il panico in Sudafrica.

Non solo foto

I sogni di Roma di Mo Scarpelli raccoglie cinque cortometraggi che raccontano il lockdown dei romani, fra fatti e sogni. Urtümliches Bild di Silvia Bigi è un archivio di sogni fatti durante la quarantena, codificati attraverso un algoritmo di apprendimento automatico per produrre immagini surreali da input testuali. En ce moment di Serena Vittorini mostra in video la relazione fra l’autrice e Ophélie, la donna con cui scegliere di vivere il lockdown, con dialoghi che toccano domande esistenziali e personalissime.

SEEN FROM SPACE è la collaborazione con ESA che tappezzerà via Roma con immagini satellitari che osservano la terra, raccontando il lockdown visto dall’alto. Nelle arcate di Teatro Signorelli si vedranno invece le immagini di nebulose e stelle lontane. Un dialogo fra cielo e terra per le strade di Cortona.

esa fotografia

Premio Canon Giovani Fotografi

Infine al Cortona on the Move potrete osservare le fotografie del vincitore del Premio Canon Giovani Fotografi 2020, Davide Bertuccio. Il silenzioso battito delle loro mani mostra la vita di Claudio, uomo di spettacolo e circense che non può più sentire lo scrosciare degli applausi di un pubblico rinchiuso in casa.

La fotografia ricorda. E riparte.

Per tutta l’estate potrete osservare le fotografie e le storie visuali raccontate per le strade e nelle due sedi di Cortona on the Move. Nel weekend dal 24 al 27 settembre invece ci saranno gli eventi aperti al pubblico. “Si spera dal vivo” commenta il direttore di Cortona on the Move Antonio Carloni. Che tuttavia è entusiasta di come tutte le parti in gioco si siano impegnate per rendere possibile la decima edizione del festival. Che ha immortalato uno dei momenti più strani e tristi della nostra storia recente. Cortona on the Move ricorda ma vuole ripartire.

Offerta
Canon Italia EOS M50 + EF-M Fotocamera Mirrorless, Nero,...
  • Ricca di innovazioni tecnologiche, compatta e connessa, questa versatile fotocamera mirrorless permette di registrare...
  • Puoi scattare foto straordinarie e filmati in 4K
  • La fotocamera EOS M50 può contare su un design moderno e perfettamente bilanciato

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button