fbpx
NewsTech

Sony ha acquisito Crunchyroll: l’accordo da più di un miliardo di dollari

Dopo i vari report emersi lo scorso inverno, ora è ufficiale: Crunchyroll è stato ufficialmente acquistato da Sony. Funimation ha confermato l’acquisizione della popolare piattaforma di streaming degli anime proprio questa mattina, quando è stato finalizzato finalizzato l’accordo definitivo tra le due società di ben 1.175 miliardi di dollari. Si tratta di un grande traguardo per Sony, dato che Crunchyroll conta circa 120 milioni di utenti complessivi.

Sony acquisisce Crunchyroll: è ufficiale

Nonostante l’acquisizione della piattaforma sia ormai ufficiale, non è ancora chiaro quali siano i piani di Sony in merito, che per ora si è mantenuta sul vago rispetto alla produzioni animate che vedremo nascere da questo acquisto. Stando a quanto dichiarato da Tony Vinciquerra, Chairman e CEO di Sony Pictures Entertainment, l’obbiettivo del colosso giapponese sarebbe quello di creare una piattaforma di streaming di anime a 360 gradi.

“Abbiamo un’opportunità senza precedenti di servire i fan degli anime come mai prima d’ora – ha detto Vinciquerra – portando l’esperienza anime su qualunque piattaforma scelgano, tra cinema, eventi, home entertainment, giochi, streaming e pura e semplice TV”. 

Una dichiarazione piuttosto generica, che lascia molto spazio all’immaginazione e non rivela più del necessario. In questo senso è molto probabile che i cataloghi di Crunchyroll e Funimation siano destinati a fondersi nel prossimo futuro, anche se al momento non è chiaro in quale misura.

Gli anime sono un medium in costante e rapida crescita capace di suscitare emozioni nel pubblico di tutto il globo – ha spiegato Kenichiro Yoshida, CEO di Sony – Avere dalla nostra Crunchyroll e Funimation ci permetterà di avvicinarci ancora di più a creatori e fan al centro della community degli anime. Non vediamo l’ora di portare ulteriore, emozionante intrattenimento in tutto il mondo”.

Che arrivino anche degli anime dedicati ai videogiochi in esclusiva Sony? Lo scopriremo molto presto.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button