fbpx
AttualitàCulturaTech

Dazn, seconda giornata di campionato senza disguidi

Non si sono segnalati particolari problemi di streaming dopo il mezzo flop della prima giornata

Diciamo la verità: in questo inizio di campionato, a essere sotto la lente di ingrandimento non sono solo le squadre della serie A, che per più di metà hanno cambiato allenatore.

Dopo l’esordio piuttosto disastroso della prima giornata, osservato speciale di questa seconda tornata di partite era anche Dazn. Cioè la piattaforma con sede a Londra che quest’anno (e nei prossimi tre) trasmetterà la serie A in streaming, con 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva.

Dunque, all’alba della seconda giornata del campionato di calcio serie A Tim, come si è comportata Dazn? I problemi che hanno fatto infuriare i tifosi nella giornata d’esordio si sono ripetuti?

Dazn e la seconda giornata di campionato di serie A

È certamente troppo presto per affermare che i problemi di Dazn sono rientrati. Ma certamente si può dire che durante la seconda giornata di campionato non ci sono state particolari segnalazioni di disguidi da parte degli spettatori della piattaforma.

E dopo la quanto meno movimentata prima giornata (e conoscendo l’attitudine alla lamentazione e allo sfottò tramite social), se tutto tace significa che stavolta l’app che permette di vedere la serie A in streaming si è comportata in modo egregio.

dazn

Dazn solerte nei commenti

Peraltro, a dare una scorsa ai commenti sui social, qualche voce di protesta c’è. E va segnalata la solerzia di Dazn, che risponde puntualmente (e rapidamente) a ogni commento critico sulla qualità del servizio, invitando a fornire ulteriori informazioni. Oppure, la maggior parte delle volte, suggerendo di consultare la guida presente sul sito ufficiale.

Cos’era successo domenica scorsa

Certo, per rimanere in ambito calcistico, è come se adesso fossimo sull’1-1. Dopo una pesante sconfitta all’esordio in campionato, oggi l’app di streaming fa segnare un punto a proprio favore.

Ricordiamo che nella prima giornata di campionato di serie A Tim, Dazn ha riscontrato grossi problemi soprattutto nella gara d’anticipo Inter-Genoa, giocata a Milano sabato 21 agosto alle ore 18.00.

Poco dopo il calcio d’inizio, molti spettatori hanno visto la partita tra svariate interruzioni e con una qualità di streaming scadente. Si sono contati fino a 20 blocchi delle immagini in mezz’ora, ben al di là dell’ottimistico comunicato dell’azienda che ha parlato di un disguido di 3 minuti, e che ha coinvolto una quota di spettatori “non numericamente importante”.

Le polemiche

I tifosi, memori anche dei problemi di Dazn nello scorso campionato, si sono divisi: i più benevoli si sono limitati a diffondere in rete qualche meme sarcastico, altri hanno reclamato in modo vistoso pretendendo il rimborso dell’abbonamento.

Della protesta si è fatta portavoce Codacons, che ha chiesto “immediati rimborsi in favore di tutti gli abbonati per l’impossibilità di fruire del servizio acquistato. Chi, infatti, è in possesso di pacchetti Dazn e non è riuscito ad assistere in tv alla partita, o ha subito continue interruzioni del segnale, ha diritto, in base del Codice civile, ad ottenere il rimborso di quanto pagato, proporzionalmente al disagio subito”.

dazn problemi

Gli sviluppi della controversia

La seconda giornata di campionato serie A Tim era un banco di prova davvero importante per Dazn.

Infatti, dopo i problemi durante Inter-Genoa, l’Agcom (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) “ha annunciato che prosegue l’azione di costante monitoraggio, che è previsto un incontro con l’azienda dopo la seconda giornata di campionato e che saranno oggetto di una costante attenzione i temi della qualità del servizio offerto agli abbonati. E, infine, che si riserva di intervenire con appositi provvedimenti, anche di urgenza, ove ve ne fosse la necessità”.

L’incontro tra Agcom e Dazn è dunque atteso nelle prossime ore. E la mancanza di intoppi in questa seconda giornata presuppone almeno una tregua nei rapporti piuttosto tesi tra l’Autorità e la piattaforma.

Ricarica Amazon.it
  • Ricarica il tuo saldo Buoni Regalo Amazon.it usando una carta di credito o di debito e potrai acquistare milioni di...
  • Ricarica il tuo saldo Buoni Regalo Amazon.it quanto vuoi (da 0.15€ a 5000€) e ogni volta che vuoi.
  • Non sosterrai alcuna commissione o spesa aggiuntiva e la durata è di 10 anni dalla data di ricarica.

Cosa accadrà

In rete pullulano bignami su come limitare al massimo i problemi di streaming di Dazn. Ma non sono altro che riproposizioni della guida che appare sul sito dell’azienda.

Chiariti i motivi del disguido della scorsa settimana (il picco di accessi che ha messo in crisi una Cdn, ovvero un provider che distribuisce i contenuti sulle piattaforme Ott), Dazn si è scusata. Ha parlato di un “momento fisiologico di assestamento”. E ha promesso il massimo impegno “nello sviluppo e nel potenziamento di Dazn Edge, la cache proprietaria per la gestione del traffico e nell’ulteriore ottimizzazione dei processi con le CDN globali”.

Anche il dialogo con la Lega Serie A è sembrato proficuo. In una nota, la Lega ha fatto sapere che “In un clima di forte collaborazione Dazn ha fornito ampie rassicurazioni sulle misure che saranno messe in atto, fin dal prossimo turno di campionato, per garantire a tutti gli utenti la visione senza disturbi delle gare.”

Oggi il clima sembra dunque sereno. Però solo la prova dei fatti, cioè lo streaming delle prossime partite (che si disputeranno domenica 12 settembre, dopo la sosta della nazionale), ci dirà se i problemi di Dazn saranno davvero solo un ricordo.

Ben sapendo come questa querelle sia anche il paradigma di un’Italia digitalizzata poco, male e in modo non uniforme.

Lo ha detto la stessa Agcom, che ha visto la vicenda come “un importante volano per la digitalizzazione dell’intero Paese”.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Ti potrebbero interessare anche:

Commenti

  1. Ma siete seri? Andate a leggere i commenti suoi social inerenti alla seconda giornata, altro che ha funzionato tutto bene 🤣🤣🤣🤣

    1. Gentile Sebastiano,
      nell’articolo diciamo infatti che non sono mancate le segnalazioni di diversi spettatori. Ma non ci pare nulla di minimamente paragonabile – per numero di reclami e per risonanza mediatica generata – rispetto a quanto accaduto la scorsa settimana.
      Grazie del suo intervento e continui a seguirci!

      1. A mio parere la risonanza mediatica la decidono i media in questi casi. Era proficuo scrivere su tutte le testate dei problemi riscontrati alla prima giornata, molto meno alla seconda (alcuni giornali non hanno scritto nemmeno della prima). Anche il Codacons viene nominato quando si fa rumore, poi mediaticamente sparisce dalla seconda volta in poi.
        Inoltre i tanti o pochi possessori di abbonamento con problemi di qualità (risoluzione scarsa) hanno avuto voglia di lamentarsi la prima volta e non la seconda, prendendo semplicemente atto della qualità scadente. I risponditori automatici che ti ringraziano della segnalazione e ti invitano a consultare la sezione del sito con la guida utente non invogliano a scrivere….
        I meme fanno sorridere la prima volta, poi non hanno più motivo di esistere.

        Purtroppo bisognerebbe evitare venga venduto/comprato un servizio per cui non esiste un reale misuratore della qualità. Non è accettabile che si debba interpretare quanto scrivono sui social i clienti (gente come me nemmeno ne fa uso) e fornitori. Se non vengono forniti dati inequivocabili verrà sempre lasciato tutto a chi vuole mettere o meno in evidenza la cosa. E’ come fare foto e video di una manifestazione senza far capire quanto “la piazza” sia riempita, equiparando per lo spettatore, se lo si vuole fare, un gruppo di 50 persone a uno di 10000.

        1. Gentile Max,

          grazie del contributo. Non siamo tuttavia sicuri che, visti i problemi di Dazn alla prima giornata, gli utenti (e con loro Codacons) non attendessero la piattaforma al varco, per aumentare il voltaggio dei reclami e delle critiche. Può darsi, come dice lei, che vi abbiano rinunciato. Ma può pure darsi che le cose siano andate oggettivamente meglio.
          Per quanto riguarda i “dati inequivocabili” cui fa riferimento, è davvero difficile quantificarli. Dal momento che, per esempio, uno streaming di media qualità potrebbe essere percepito come scadente o come eccellente da due utenti diversamente avvezzi al digitale.
          Buona serata!

      2. Penso che se nn ci sono stati altri commenti e perché la gente come me aspetta il fine mese per nn riattivare più DAZN ieri Genoa Napoli uno schifo nel 2021 nn si possono vedere queste cose e una truffa vera e propria

  2. A poi e bello il titolo

    Seconda giornata di campionato senza disguidi ma chi lo ha scritto sto titolo e su quali basi affermano che nn ci sono stati disguidi ma e normale vedere una partita e continuare ad uscire ed entrare nell’app di DAZN ?
    Fate presto qualcosa grazie se no in molti come me nn rinnovano l’abbonamento a fine mese

  3. Ma state scherzando?
    DAZN è un disastro, impossibile parlare con un operatore, non c’è un servizio assistenza per le proteste. inoltre se andate sulla loro pagina Facebook c’è una valanga di poteste, gente che non riesce vedere la partita, gente che la vede con i blocchi e con qualità da Commodore 64. gente che aveva beneficiato dell promozione a 19,90 con scadenza fine Luglio e si è vista addebitata sul conto ben 29,90, a chi è stato addebitato 2 o 3 volte e a tutto questo non c’è una minima spiegazione da parte della società. Gli utenti sono in balia e senza una risposta concreta. La Lega Calcio si sbrigasse a ridare i diritti a Sky, perchè secondo me il peggio deve ancora venire.

    1. Gentile Paolo,
      grazie del contributo. Capiamo bene che chiunque abbia avuto un disguido abbia motivo di protestare e di essere pessimista sulla futura qualità della programmazione di Dazn. Tuttavia, i problemi hanno riguardato una percentuale assai più piccola di utenti: lo dimostra l’eco mediatica imparagonabile a quella della prima giornata, e al fatto che Codacons e Lega Calcio non hanno avanzato ulteriori proteste. Peraltro Agcom, che pure continuerà a controllare con attenzione Dazn, ha citato i miglioramenti della qualità dello streaming.
      Il nostro augurio è che tutti i tifosi e appassionati possano gustarsi le prossime partite di campionato senza eccessivi intoppi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button