fbpx
NewsTech

Facebook Messenger compie 10 anni: le novità

Nuove funzionalità per celebrare il primo decennio di vita dell’app

Facebook Messenger, nota a tutti gli utenti come Messenger, ha compiuto 10 anni.

E per celebrare la ricorrenza si è arricchita di nuove funzionalità, una (per ora) a vantaggio dei soli utenti degli Stati Uniti, altre disponibili per chiunque. La prima consiste nella possibilità di inviare denaro agli amici, le altre sono rappresentate da nuovi effetti, speciali animazioni celebrative e dai giochi-sondaggio.

E intanto è in fase di test l’implementazione dell’app Facebook, in modo da non rendere necessario il passaggio su Messenger per accedere ad alcune funzioni.

Prima di scoprire tutte le novità di Facebook Messenger, ripercorriamo brevemente la storia ormai decennale di questa applicazione.

Cos’è Facebook Messenger

Facebook Messenger è un’app, nata come Facebook Chat nel 2008 e presentata con la denominazione attuale il 9 agosto 2011.

Messenger è, in sintesi, l’app di messaggistica istantanea di Facebook, servizio che è stato separato dall’applicazione principale nel 2014. Da quel momento, per chattare con gli amici in mobilità si è resa necessaria l’installazione di Messenger.

Dall’aprile del 2015 Facebook Messenger è raggiungibile anche da browser. Nel giugno del 2016 la piattaforma ha superato il miliardo di utenti attivi al mese, e dall’aprile del 2017 esiste la versione lite, che consuma una quantità ridotta di dati.

facebook messenger

Facebook Messenger: le novità per tutti

Le novità che riguardano tutti gli utenti dell’app sono state pensate al doppio scopo di celebrare il decimo anniversario e di rendere ancora più fitto il dialogo virtuale tra ciascun utente e il suo gruppo di amici o familiari.

Ci sarà una nuova categoria di giochi chiamata Pools Games (cioè giochi-sondaggio). La funzione Poll di Messenger include una sezione in cui gli amici di ciascun utente potranno rispondere ad alcune domande che lo riguardano, così da dargli la possibilità di sapere cosa pensano di lui (o di lei). Per accedere alla chat di gruppo bisognerà andare su Polls (Sondaggi) e selezionare la scheda Most likely to, che permetterà di scegliere una domanda e selezionare i nomi di chi parteciperà al sondaggio, a cui inviare le domande.

Pensata per i compleanni (il decimo di Facebook Messenger ma non solo) è un’altra nuova funzionalità, che comprende il nuovo tema per i compleanni, appunto, e un pacchetto di adesivi “Messenger is 10!”. L’effetto creato è quello di riempire il cielo virtuale rappresentato dallo schermo con palloncini blu e viola, mentre nello sfondo campeggia il Birthday Balloon 360.

Diversi effetti saranno a disposizione. Dal Birthday AR (realtà aumentata) per spegnere le candeline all’invio di una canzone di compleanno accompagnata da un’esplosione di coriandoli.

C’è poi la nuova funzione Word Effects, disponibile con uno dei prossimi aggiornamenti, che abbina le parole alle emoji. Impostando una parola di attivazione nella chat, l’emoji crea un effetto a schermo intero quando quella parola viene utilizzata.

Sarà infine introdotta l’azione Condividi contatto, per condividere rapidamente il profilo di un amico, come se fosse un post o un’immagine.

Le novità per il mercato USA

In occasione del suo primo decennale, l’app ha riservato un’altra novità ai soli utenti USA, ma con ogni probabilità il servizio diventerà presto globale.

Si tratta della possibilità di inviare contanti tramite Messenger utilizzando Facebook Pay e sfruttando l’integrazione con il calendario dei compleanni della piattaforma. Così, quando qualcuno invia un regalo in denaro in occasione di un compleanno, il festeggiato riceverà un avviso sull’app con il messaggio-regalo impacchettato e accompagnato da alcuni palloncini virtuali.

facebook messenger

Verso un ribilanciamento di Messenger e Facebook

Ma al di là delle novità pensate per il primo decennale di Facebook Messenger, i vertici dell’azienda stanno pensando a un ragionamento più complesso e a lungo termine, che riguarda appunto l’app principale, Facebook, e quella di messaggistica.

Oggi Messenger è un’app autonoma da Facebook, ed è indispensabile per utilizzare la messaggistica istantanea e per effettuare o ricevere videochiamate.

L’idea del colosso di Menlo Park è ora quella di un ritorno al passato. Cioè quella di ripristinare nella piattaforma maggiore alcune funzionalità delegate unicamente a Messenger, come le chiamate vocali e le videochiamate. Il servizio, in fase di test, “fa parte di una visione più ampia di per consentire più esperienze in tempo reale attraverso i servizi di Facebook”, ha spiegato l’azienda.

Lo scopo è insomma di evitare il continuo rimbalzo degli utenti da un’applicazione all’altra. “In modo che le persone possano effettuare e ricevere chiamate indipendentemente dall’app che stanno utilizzando”.

Tuttavia Facebook ha dichiarato che “chiunque desideri un’esperienza di messaggistica, audio e videochiamata più completa dovrebbe continuare a utilizzare Messenger.”

Scopriremo presto quali funzionalità torneranno disponibili su Facebook e per quali sarà ancora indispensabile l’utilizzo di Messenger.

Claudio Bagnasco

Claudio Bagnasco è nato a Genova nel 1975 e dal 2013 vive a Tortolì. Ha scritto e pubblicato diversi libri, è co-fondatore e co-curatore del blog letterario Squadernauti. Prepara e corre maratone con grande passione e incrollabile lentezza. Ha raccolto parte delle sue scritture nel sito personale claudiobagnasco.com

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button