fbpx
NewsTech

DiCEworld presenta al CES 2020 DiCE: il dispositivo per monitorare i consumi

Al CES 2020 di Las Vegas, DiCE presenta il nuovo dispositivo che monitora e controlla i consumi energetici della vostra casa aiutandovi a ridurre l’impatto sull’ambiente. Scopriamo insieme il nuovo device di DiCEworld .

DiCE al CES 2020: la startup italia a Las Vegas

Il CES 2020 è una delle fiere più importanti della tecnologia. A questi eventi vengono presentate nuove tecnologie e innovazioni. Quest’anno, dopo che l’intera umanità ha compreso l’impatto devastante che ha sull’ecosistema, molte azienda si sono attivate per trovare una soluzione a questo problema con la tecnologia. Una di queste startup, tutta italiana, è DiCEworld.

DiCEworld è una startup italiana nata a Milano nel 2018 che si dedica allo sviluppo di sistemi IoT di design per l’ambiente domestico. Oggi, al CES 2020 di Las Vegas, la startup presenta il dispositivo DiCE. Nato dalla matita dell’architetto e designer Marco Acerbis, e sviluppato e costruito in Italia, il device si occupa di monitorare i consumi energetici all’interno della vostra casa e di ridurre l’impatto ambientale.

DiCE CES 2020

In un mondo sempre più connesso e intelligente, il dispositivo di DiCE si posiziona come una semplice HUB di facile installazione e uso. Si può connettere e può comunicare con gli altri dispositivi elettronici e di smart home attraverso il protocollo ZigBee. Inoltre, questo protocollo permette di tradurre in tempo reale i dati provenienti dagli altri device monitorando le proprie abitudini e migliorando l’impatto del vostro sistema domotico sull’ambiente.

Come funziona DiCE

Il design del prodotto è unico. Disegnato per poter essere posizionato in ogni parte della casa, il device è caratterizzato da una fascia luminosa che indica i parametri da lui raccolti. DiCE può controllare l’inquinamento atmosferico all’interno della vostra casa, i consumi energetici, la salute delle vostre piante e, infine, può diventare anche un comodo Hub per il controllo dei sistemi di allarme.

Per avvisarvi, il device utilizza i propri colori per poter dialogare con voi. Per esempio, se la qualità dell’aria nel vostro appartamento non è eccellente, il device inizierà a lampeggiare d’azzurro. Invece, se le vostre piante necessitano di acqua, DiCE cambierà colore diventando man mano sempre più verde acido. Caso simile per i sistemi di allarmistica e di consumo energetico.

Per quest’ultimo parametro, invece, il device tenderà maggiormente al rosso quando i consumi aumentano e la vostra casa è a rischio blackout. In questo modo eviterete spiacevoli inconvenienti e avrete sempre sott’occhio i consumi.

DiCE CES 2020

Per migliorare l’interazione con il dispositivo, l’azienda ha dotato il suo DiCE di un sensore che legge delle gesture dedicate. Basterà quindi il semplice movimento della mano per selezionare una modalità, cambiare il colore ecc… Ovviamente, è disponibile anche una comoda applicazione per interagire con altri parametri. Quest’ultima è disponibile sia per Android che per IOS.

“La possibilità di presentare al CES la nuova release di DiCE è per noi fonte di grande orgoglio, perché lo posiziona quale dispositivo smart home evoluto, oltre che come oggetto di design interamente Made in Italy. Questo è però solo l’inizio di un percorso che ci vede impegnati a semplificare la vita domestica, trasformando le case in vere e proprie smart home. Il futuro di DiCE prevede infatti lo sviluppo di una serie di nuovi dispositivi IoT, il cui design sarà di volta in volta affidato ad architetti e designer da tutto il mondo, che consentiranno a tutti noi di “ascoltare” le nostre case e controllarle in modo intuitivo”, commenta Alessandro Bertacchi, Presidente di DiCEworld.

Disponibilità e prezzo

DiCE sarà possibile acquistarlo a partire da marzo 2020 al prezzo di 249€ sul sito di diceworld.it.

Michele Caliani

Innamorato del mondo e affascinato dalle cose impossibili. Convivo con il mio smartphone e la rete. Nella mia vita suono il pianoforte e nel tempo libero grattugio il violoncello.

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button