fbpx
Edu Day Microsoft

Edu Day Microsoft: la giornata per la scuola e l’università, oggi più digitali che mai
Nell'evento si è parlato della scuola oggi, pensando a quella di domani


Edu Day, l’evento organizzato da Microsoft e dedicato al mondo dell’istruzione, quest’anno si è tenuto in forma del tutto digitale. Ma questo non l’ha reso meno significativo, anzi. Il 2020 è stato un anno in cui Microsoft è stata essenziale per il mondo della scuola, come hanno ricordato anche gli interventi dei Ministri Azzolina e Manfredi.

“In un momento di emergenza sanitaria in cui abbiamo dovuto chiudere le scuole per salvaguardare la salute degli studenti, dei docenti e del personale scolastico e, con loro, quella di tutto il Paese, la tecnologia ci ha permesso di accorciare le distanze, di coltivare la vicinanza, anche se in un modo diverso da quello tradizionale” ha detto il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina. Aggiungendo: “Dobbiamo impegnarci a trasformare questo momento di difficoltà in un’opportunità per il futuro”.

Il Ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi ha poi aggiunto che: “L’emergenza va inquadrata nell’ottica più ampia del processo di transizione digitale, una transizione che l’università stava già vivendo e nell’ambito della quale l’emergenza è stata un acceleratore”.

Microsoft Edu Day 2020: la scuola del domani parte oggi

L’appuntamento dell’Edu Day 2020 è stato per Microsoft un’occasione per mostrare l’attenzione che ha nel mondo dell’istruzione. Come vi abbiamo raccontato, Office 365 è stato un alleato importante per le scuole in questi ultimi mesi, permettendo di avere un pacchetto completo per la scuola, del tutto gratis. E gli studenti universitari che hanno, già da qualche tempo, scaricato gratuitamente Office sul proprio PC, sanno quanto gli strumenti Microsoft aiutino a prepararsi agli esami.

Ma l’Edu Day 2020 è stato per Microsoft e il mondo della scuola anche un momento per analizzarsi, e rilanciarsi nel futuro. Sebbene oltre il 70% degli insegnanti abbia dichiarato un miglioramento nelle proprie competenze informatiche (dopotutto, oltre 90 mila docenti hanno dovuto usare tecnologie di didattica a distanza in questo periodo), il limite maggiore rimane l’accesso alle tecnologie, soprattutto a connessioni internet più veloci.

Attualmente, il 70% delle università italiane sta facendo lezioni esclusivamente online, attraverso Microsoft Teams. Lavorando con Microsoft, il Consiglio dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) vuole migliorare le infrastrutture, per far che queste misure emergenziali si trasformino in risorse per rendere l’insegnamento più accessibile a tutti.

Il futuro della scuola potrà arrivare solo se si inizia a pensarlo oggi.

Acer Aspire 3 A315-42-R55F PC Portatile, Notebook,...
  • IMMAGINI BRILLANTI: il display da 15,6" HD LED LCD offre un'ampia area di visualizzazione per immagini straordinarie e...
  • DESIGN ACCATTIVANTE: la scocca dalle linee pulite rende questo notebook elegante e piacevole al tatto e, con un peso...
  • AMPIO STORAGE: scopri prestazioni solide e affidabili unite a un'eccezionale stabilità e durabilità dei dati di questo...
Offerta
HUAWEI MateBook D 14" Notebook Portatile, Processore AMD...
  • Con una potente architettura di sistema e capacità di software, il laptop offre lo schermo più grande e il peso più...
  • La collaborazione multi-schermo facilità l'interazione tra smartphone e il nuovo MateBook D 14, permettendoti di...
  • Puoi accendere e accedere facilmente al tuo MateBook D 14 senza inserire alcuna password semplicemente premendo il tasto...

Stefano Regazzi

Il battere sulla tastiera è la mia musica preferita. Nel senso che adoro scrivere, non perché ho una playlist su Spotify intitolata "Rumori da laptop": amo la tecnologia, ma non fino a quel punto! Lettore accanito, nerd da prima che andasse di moda.