fbpx
esport

eSport: a Torino il primo polo italiano
Nel torinese, dell’intesa fra ‘uBroker’ e l’associazione sportiva piemontese ‘EVW’ di Chivasso, nasce il primo polo italiano dedicato al mondo eSport


Come ormai ci piace ripetere in ogni occasione, l’eSport si sta espandendo sempre di più. La disciplina inizia a prendere piede, affiancando quelle più tradizionali. La crescita è globale ormai.
Non siamo solo noi a dirlo, ma il noto istituto di ricerca mondiale Nielsen. Questo ha specificato che nella Top 10 dei trend globali, l’eSport si posiziona al 7° posto.

Si pensa, inoltre, che il giro d’affari che interessa il comparto dei videogiochi possa superare i 140 miliardi di dollari. Non parliamo solo dei dati relativi alle vendite, ma anche quelli legati alle scommesse.
Qualche tempo fa, infatti, vi abbiamo parlato del grosso boom delle scommesse, proprio nel mondo dell’eSport.

Siamo pronti ad avere l’eSport anche in Italia?

Piano piano questo fenomeno degli eSport sta arrivando anche nel nostro Paese. La strada è lunga, certo, eppure le cose si stanno muovendo sempre di più.
A tal proposito, oggi, siamo qui a parlarvi di una nuova importante novità che sta nascendo nel torinese.

Grazie all’accordo siglato da Cristiano Bilucaglia, Presidente di uBroker Srl, ed EVW – Egames & VR World, nasce la volontà di portare il gioco elettronico anche in Italia. uBrokne Srl è la prima multicompanies italiana nata a Torino nel 2015 in grado di azzerare le bollette di luce e gas. EVW – Egames & VR World è, invece, un’Associazione sportiva riconosciuta piemontese, nata nel novembre 2018 a Chivasso, per volontà del Presidente Alessandro Francia e dei Soci Fondatori Diego Francioso, Francesco Rando, Monia Braghin e Serena Cena.

Dunque, uBroker Srl sosterrà EVW nel reclutamento di nuovi e talentuosi atleti in titoli come Fortnite, Fifa, Call of Duty, Pes, Forza Motor Sport. Questo al fine di creare un team multidisciplinare, pronto a primeggiare nei contest vicini e non solo. pg esport league of legends national media day nationals finale 2019

Un sogno in cui credere

Siamo orgogliosi di annunciare questa forte stretta di mano tra ‘uBroker’ e ‘EVW’ che apre una porta verso il futuro dello sport elettronico, dando la possibilità agli atleti più promettenti di mettersi in luce e partecipare ai tornei più prestigiosi”. Così parla l’ingegnere biomedico e informatico Cristiano Bilucaglia: fondatore, assieme a Fabio Spallanzani, di ‘uBroker Srl’ titolare del brand Scelgozero.it.

La nostra azienda – prosegue Bilucaglia – è un concentrato di tecnologia e di opportunità, in linea con le filosofie di interazione tra gli eGamers. Crediamo in un futuro di relazioni sempre più intense, alcune delle quali intermediate da dispositivi elettronici e da giochi collettivi che mirano a ridurre la distanza tra le persone e alla coesione tra contesti e civiltà differenti. Gli appassionati di esport interagiscono, senza barriere culturali e territoriali, con altri giocatori ovunque nel mondo. E ciò, a nostro modo di vedere, rende il mondo medesimo un posto migliore, dove le disuguaglianze si riducono in un’ottica di concreta e maggiore condivisione diffusa”. La conclusione del Presidente di ‘uBroker Srl’, punto di riferimento indiscusso della sharing economy in Italia già eletto ‘Imprenditore dell’Anno’ nel 2015.

“L’obiettivo – Alessandro Francia, Chairman di ‘Egames & VR World’, ci spiega – è la creazione di un polo di riferimento in Italia, capace di aggregare e valorizzare i giocatori più talentuosi e performanti, in grado di rappresentare al meglio la nazione nelle competizioni di maggior prestigio anche extra moenia, contribuendo al radicamento e alla diffusione di una cultura della sana competizione agonistica anche grazie al ricorso agli sports elettronici più diffusi e in voga.

Se siete interessati alle competizioni, non perdetevi l’inizio della Rainbow Six European League.


Giulia Garassino

author-publish-post-icon
Ingegnere Aerospaziale da sempre amante di videogiochi e tecnologia. Cresciuta con Crash Bandicoot, Spyro e Metalslug. Competitiva sugli FPS, non si lascia scappare però platform, hack & slash e GDR.
                   










 
Sì, iscrivimi alla newsletter!
close-link