fbpx
NewsTech

Ethereum continua a crescere: il commento di Bitpanda

Orlando Merone di Bitpanda commenta il fenomeno Ethereum

Ethereum continua a far registrare nuovi record per quanto riguarda il valore della sua criptovaluta Ether. Sul finire dello scorso mese di aprile, infatti, il token ha toccato il suo massimo storico, raggiungendo quota 2.770 dollari. Questo record non è stato un caso isolato. Ethereum, infatti, ha continuato la sua crescita anche nel corso della prima parte di maggio e non sembra intenzionata a rallentare. Ad analizzare questo particolare fenomeno arriva il commento del country manager italiano di Bitpanda, una delle principali fintech europee.

Continua la crescita record di Ethereum

In merito alla notevole crescita registrata da Ethereum con la sua criptovaluta Ether, registriamo il commento di Orlando Merone,  Country Manager in Italia di Bitpanda, una delle fintech in più rapida crescita in Europa, specializzata nella semplificazione degli investimenti.

Merone commenta così il fenomeno registrato in questi giorni “Ether è la seconda criptovaluta più popolare, con una capitalizzazione di mercato piuttosto significativa. A differenza del Bitcoin, Ether non è stato concepito come un metodo di pagamento o un sostituto del denaro classico”.

Le differenze con il Bitcoin

Merone sottolinea, in modo particolare le differenze con il Bitcoin del progetto: “Ether è stato concepito fin dall’inizio come un ‘carburante’, criptovaluta che alimenta la piattaforma Ethereum, creato con l’obiettivo di fornire una base decentralizzata per lo sviluppo di applicazioni basate su blockchain, ad esempio i cosiddetti ‘smart contract’.

Il Country Manager di Bitpanda, inoltre, mette in evidenza la possibile evoluzione futura della criptovaluta: “Per via del grande valore offerto da Ethereum, della fiducia e dell’interesse degli investitori che ha creato la domanda iniziale di Ethereum, di una combinazione di circostanze e della natura “rialzista” delle criptovalute nell’ultimo anno, la moneta sta prendendo sempre più piede. Un trend che secondo me non finirà così presto”.

 

Ti potrebbero interessare anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button